BENVENUTO SU QUESTO SITO, dedicato a chi ama scrivere poesie, racconti, aforismi e desidera comunicare agli altri le proprie emozioni o competere piacevolmente in esercizi di scrittura creativa. La pubblicazione è gratuita



     
 

REDAZIONE - AVVISI IN BACHECA

Comunicato del 6 luglio 2016 (variazione regolamento del sito)
Si informa che è stato modificato il regolamento del sito con il seguente inserimento:
"E’ consentita la registrazione con pseudonimi ma nei limiti del decoro e della serietà. La Redazione si riserva pertanto di cancellare coloro che si registrano con dizioni che, a insindacabile giudizio della Redazione stessa, possono squalificare il sito. Questo, previo invito inascoltato a rifare la registrazione in modo corretto".

Comunicato del 4 maggio 2016 (valutazioni delle opere):
Anche se riteniamo che l’attribuzione del voto mediante stelline sia del tutto relativa (contano maggiormente i commenti), dobbiamo tener conto di recenti segnalazioni, da parte di alcuni autori, di valutazioni negative avvenute a quanto pare in malafede. Abbiamo compreso il loro disappunto e li abbiamo già informati che, sempre nel rispetto della privacy e dei giudizi, indagheremo su questi episodi attraverso l’individuazione dei malintenzionati con ricerche dei dati memorizzati nel sistema e che, in caso di comprovata irregolarità, adotteremo gli opportuni provvedimenti.
Non è una ricerca agevole ed è delicata perché è giusto rispettare la segretezza del voto e di giudizio ma è altrettanto giusto proteggere gli autori da persone che utilizzano lo strumento del voto in modo improprio. Così il nostro intervento sarà limitato ai casi in cui ravviseremo la lamentata malafede.
Il sistema adottato dobbiamo peraltro mantenerlo soprattutto per la scelta delle opere del mese perché ci consente da un lato di tener conto in qualche modo del parere degli autori e dall’altro ci evita di dover rileggere le opere pubblicate (cosa questa impossibile visto il gran numero delle opere pervenute).

Comunicato del 29 aprile 2016 (commenti):
Portiamo rispetto per tutti gli autori ma non possiamo più tollerare interventi diretti sui commenti in modo anche aggressivo, a ragione o meno, quando esistono modi diversi di dissenso attraverso l’uso di altri canali (mail alla redazione, messaggistica interna alla redazione o al titolare del sito).
Abbiamo quindi deciso di intervenire sul regolamento prevedendo come infrazione l'intervento diretto sui commenti in modo improprio. Preciseremo inoltre che al ripetersi di tale infrazione la redazione sarà costretta ad adottare provvedimenti adeguati nei confronti dell'autore interessato.

Comunicato del 15 marzo 2016 (commenti)
Già a suo tempo abbiamo ripetutamente raccomandato di ponderare attentamente ciò che si scrive a livello critico NEI COMMENTI in quanto basta poco a scoraggiare chi già con molta timidezza ha fatto dono delle proprie emozioni più riservate.
In questi ultimi giorni, in conseguenza di un qualcosa che è successo in tale ambito, si è improvvisamente cancellato dal sito un autore molto benvoluto. Questo ci dà modo di suggerire agli autori di evitare certe critiche a livello pubblico ma di utilizzare la messaggistica privata per non ferire l’interessato. Con l’occasione ribadiamo, a prescindere dall'accaduto, che, pur nel rispetto delle valutazioni, censureremo quei commenti che riterremo lesivi della dignità dell'autore. Se poi dovessimo riscontrare la malafede di chi commenta in modo inappropriato non esiteremo ad allontanarlo dal sito. Insistiamo col ricordare che i commenti sono pubblici.


La Redazione

 
     

Ultime pubblicazioni

     
 

Se porti il dono solamente ci...

Se porti il dono
solamente ciò che ti avanza
sei degno di lode
ma non dai abbastanza... (continua)

Maria Carla Pellegrini 24/09/2017 - 10:43
commenti 5 - Numero letture:46

Voto:
su 5 votanti


Uomo libero,della calunnia s...

Uomo libero,della calunnia sarai il bersaglio preferito.... (continua)

Riccardo Purgatorio 24/09/2017 - 09:39
commenti 2 - Numero letture:32

Voto:
su 1 votanti



Farò un falò

Farò un falò
di giorni persi in futili ricordi
pieni di inganno e falsi traguardi,
tra incomprensioni, discorsi spiacevoli
e sguardi ingannevoli.

Farò un falò
con finte maschere di since... (continua)


Marco Giuseppe Vito 24/09/2017 - 08:53
commenti 3 - Numero letture:28

Voto:
su 2 votanti



Sandali

Era tardi, era notte… noi
si parlava e veniva mattina
“Vuoi che resti a contarti i capelli?!”
Mi venivi sempre più vicina…
Hanno sorriso anche i miei
sandali, quello era certamente un sì.
Ora di... (continua)

MastroPoeta 75 24/09/2017 - 07:58
commenti 5 - Numero letture:35

Voto:
su 3 votanti



Perduto l'attimo

Non più niente da dire,
ho svuotato parole
e accenti,

ho smarrito il rigo
usando sempre il remoto,
e il presente stanco
si è allontanato.

Distratta da quello
che l’altro ieri... era,
mi è... (continua)


Anna Rossi 24/09/2017 - 04:35
commenti 9 - Numero letture:59

Voto:
su 4 votanti



VENT'ANNI

Vent'anni fa venni al mondo
tra l'abbraccio profondo
di mamma che piangeva
e papà che sorrideva

Gli anni son fuggiti via
e guardando un po' più giù
m'invade la nostalgia
d'un bambino che non ... (continua)


Damiano Gasperini 24/09/2017 - 00:23
commenti 5 - Numero letture:40

Voto:
su 3 votanti


Ricordati che

Ricordati sempre che
il sole
porta la gioia, porta
l'amore.
Ricordati sempre che
una mano
tesa nel buio è come
il sole.
E se tutto questo casino intorno a noi
ti chiudesse anche solo per un... (continua)

Deborah 2 D'Amaro 23/09/2017 - 23:19
commenti 3 - Numero letture:22

Voto:
su 1 votanti



La beffa. Haiku

Ostaggio il sole
dalle torve nuvole-
luce emanò... (continua)

Grazia Giuliani 23/09/2017 - 23:12
commenti 11 - Numero letture:75

Voto:
su 9 votanti


TU SEMPLICEMENTE

Ti ho sempre cercato,
Sapevo in cuor mio
Che tu fossi lì per me.

Sapevo che la tua bocca,
mi aspettava,
le tue carezze mi chiamavano,
così come le mie carezze chiamavano te.

TU PER m... (continua)


Sabrina Fornaro 23/09/2017 - 21:55
commenti 4 - Numero letture:25

Voto:
su 0 votanti


È un desiderio

Un vento emotivo,
un sussulto,
un battito perso
sconvolgono l'essere in attesa

Una nuova ansia eccita
mentre brividi avvolgono il corpo proteso

Aleggiare col pensiero
in cieli aperti
s... (continua)


Daniela Cavazzi 23/09/2017 - 21:42
commenti 3 - Numero letture:28

Voto:
su 0 votanti


Ti terrei stretta la mano

Ti terrei
stretta la mano
e non per paura
di andare alla deriva,
semmai,
per andarci insieme.
Ma che tu voglia salvarti
o morire
vuoi farlo da solo,
e io invece
vorrei solo
salvarmi ... (continua)

Matih Bobek 23/09/2017 - 21:15
commenti 6 - Numero letture:39

Voto:
su 2 votanti


DI NUOVO TU...(Prima Parte)

DI NUOVO TU
Era un pomeriggio come tanti altri, le giornate, cominciavano ad accorciarsi, e lo studio, presto sarebbe stato buio. Se ne stava con la testa china sui libri, leggendo la lezione di italiano. Piano, cercava di capire ogni parola di quello che leggeva. A scuola la maestra stava spiegando le poesie e le figure retoriche. Come sempre studiava con la sua mamma, e le piaceva passare quel ... (continua)

Marirosa Tomaselli 23/09/2017 - 21:11
commenti 5 - Numero letture:47

Voto:
su 2 votanti


Briciole di speranza

Schegge di sogni hanno abbandonato la notte
per non lasciarmi preda della solitudine,
rimbalzando nelle gocce di rugiada,
scivolando tra i flutti di un impetuoso fiume,
amalgamandosi alla luce d... (continua)

MONIA PIN 23/09/2017 - 20:39
commenti 4 - Numero letture:22

Voto:
su 1 votanti



Fotografare

Quando mi si chiede quale sia la caratteristica peculiare della fotografia, mi rendo conto che ogni risposta che trovo, per ben articolata e pertinente che sia, ha dei limiti. Infatti sono molte le peculiarità, e sintetizzare è difficile.
Un bravo scrittore ci riuscirebbe con facilità, anche attingendo ad informazioni importanti che solo un “patito” della fotografia potrebbe suggerirgli.
Io, nel... (continua)

GianMaria Agosti 23/09/2017 - 19:27
commenti 9 - Numero letture:111

Voto:
su 5 votanti


IL BAMBINO DI IERI

L’odore dell’erba
appena falciata
m’inebria nel ricordo
di quando fanciullo
correvo scalzo
con la melodia dei grilli
e degli uccelli
rimiravo
i loro frulli.
Oggi
il bambino di ieri
non c... (continua)

antonio girardi 23/09/2017 - 19:22
commenti 9 - Numero letture:98

Voto:
su 7 votanti


AMOREVOLI AROMI

Foglie come giunchi in balia del vento
un cuscino dove piangere, sei erba cipollina.
Sento il tuo canto rugiada marina
riveli il tuo sguardo sopraffino
sono felice quando ti vedo rosmarino.

Nas... (continua)


Paolo Delladio 23/09/2017 - 16:59
commenti 3 - Numero letture:74

Voto:
su 1 votanti


Dormire Sognare Levarsi

Era bieco lo sguardo del tempo
che ammaliava e rapiva i tuoi gesti

dormire/sognare/levarsi

aveva il sapore un po’ ruvido
come certe giornate appassite

dormire/sognare/levarsi


... (continua)


andrea guidi 23/09/2017 - 16:46
commenti 11 - Numero letture:106

Voto:
su 4 votanti


Pin, Pun, Pan

Pin, Pun, Pan,
ma che bello
questo suono qua!
Dai cantalo assieme a me
e da due diventeremo tre.
Pin, Pun, Pan,
filastrocca che sa di futile,
ma che invece
è molto utile:
riporta l’allegria
... (continua)

Ivana Piazza 23/09/2017 - 16:40
commenti 4 - Numero letture:34

Voto:
su 2 votanti



MIO DIVINO AMANTE

Sulle mie bianche lune
come morbide dune,
scivola lento e suadente,
pelle liscia di serpente,
scendi con dolcezza
nella pienezza
delle curve sinuose
tra onde voluttuose,
accarezza la mia seta... (continua)

Sabry L. 23/09/2017 - 16:04
commenti 9 - Numero letture:102

Voto:
su 6 votanti



LEA E SUA MADRE

Era una domenica di inizio d’autunno: Lea adorava sin da bambina quel periodo dell’anno in cui, grata per i frutti delle settimane estive appena trascorse, era pronta a ripescare dalla propria valigia interiore i propositi messi da parte, che riemergevano puntuali nel momento in cui la quiete ed il buio incombenti facevano da preludio al freddo invernale.
Sedeva pigramente accoccolata sul divano,... (continua)

PAOLA SALZANO 23/09/2017 - 15:47
commenti 6 - Numero letture:83

Voto:
su 4 votanti


SOLLEVAMI DI PASSIONE

Sconosciuto amore
che invadi le mie notti,
lasciami assaporare
le tue labbra
e sollevami di passione.
Tra tiepide scie
di stelle cadenti,
riscaldami con coperte
di sogni proibiti
e volerò vi... (continua)

Mary L 23/09/2017 - 15:04
commenti 13 - Numero letture:118

Voto:
su 8 votanti


Solamente una ragazza

Circondata da assenza di luce
questa piccola ragazza
voleva solo sorridere
ma ha ricevuto disperazione
e ora ha perso quel sorriso
ha perso se stessa

Dove sono quei giorni di vana spensierate... (continua)


Francesco Rossi S. 23/09/2017 - 12:40
commenti 2 - Numero letture:27

Voto:
su 0 votanti


Tormento

Attraverso dirupi e oscure fenditure io vado
sul crinale di roccia, lungo una dorsale di pietra.
Non ho il coraggio di dormire dove sibilano i venti notturni,
per paura che la sua anima rampicante ... (continua)

Giulio Soro 23/09/2017 - 11:59
commenti 8 - Numero letture:94

Voto:
su 6 votanti



Inno all\'amore

L'amore difende... non offende
L'amore guarisce... non ferisce
L'amore unisce... non separa
L'amore condivide... non nasconde
L'amore libera... non incatena
L'amore è forza... non violenza
L'... (continua)

Cesare Caliendo 23/09/2017 - 11:43
commenti 8 - Numero letture:58

Voto:
su 4 votanti


Ai ferri corti

Una sera ci ritrovammo io, Tito Stagno, Daniele Piombi,Tiziano Ferro, Alessandra Acciai e Franca Rame con una pettinatura biondo platino, cioè praticamente una ferramenta, a vedere in TV, guarda caso, il film "Iron man".
Ne segui' un'accanita discussione sul ruolo dei metalli nella storia dell'umanità dove ebbi la meglio perché ero molto "ferrato" in materia in quanto mio z... (continua)

Ferruccio Frontini 23/09/2017 - 11:32
commenti 3 - Numero letture:41

Voto:
su 1 votanti


 
     

Poesia del mese

     
  IL VIAGGIO

Parto.
Viaggio verso una destinazione.
Incontrerò delle persone,
perché nessuna passa per caso.
Alcune mi diranno qualcosa,
altre resteranno in silenzio.
Ma tutte lasceranno un segno,
una tracc... (continua)

ALFONSO BORDONARO 10/08/2017 - 09:14
commenti 13 - Numero letture:189

Voto:
su 7 votanti
 
     

Racconto del mese

     
  La Volpe Notturna.

C'era una volta...in una galassia molto vicina alla nostra , un luogo lontano dove un cantastorie riportava questa antica leggenda: questa storia parla di una insolita e furbissima volpe notturna che cacciava solo per sfamare se stessa ed i suoi cuccioli e, non per il gusto di sopprimere la sua preda.
Tuttavia i contadini del luogo erano preoccupati e anche di più, adirati contro quell'animale che durante la notte trafugava le sue vittime oltrepassando astutamente le barriere naturali con i quali erano recintati i pollai.
Così tutti i proprietari dei pollai si misero d'accordo per eliminare la volpe notturna.
Costruirono tutto intorno ai pollai delle buche profonde con all'interno una gallina da esca, con la speranza che la furba cacciatrice vi cadesse dentro intrappolandosi.
L'astuta volpe però, organizzò un bellissimo stratagemma, avendo capito il trucco che le avevano riservato, si attrezzò di una lunga scala con la quale si impossessava delle povere galline entrando e uscendo f... (continua)

Paolo Ciraolo 22/08/2017 - 14:12
commenti 9 - Numero letture:185

Voto:
su 5 votanti
 
     

La grande sfida

     
 

Ti piacciono le sfide ? Ti piace dimostrare che sai creare ? Vuoi far stupire per la tua fantasia ?
Allora confrontati nella sfida della scrittura creativa ! Clicca qua ed inizia l'avventura, e che vinca il migliore !

 
     

IL Vincitore

     
  Chi va via perde il posto all'osteria?

“Ma ti sembra il momento questo con tutto quello che ho da fare di star qui a chiedermi a che ora torna il babbo per giocare???!!! Ha detto che usciva per andare al bar perchè c'era una questione da discutere con degli amici e non è ancora tornato... e lo so io che questioni ha da discutere lui lì... Fammi un piacere Telemaco mettiti lì da una parte con l'arco e impara a tirar le frecce nel bersaglio, che poi il babbo si arrabbia se non tiri ammodo”.
Penelope aveva decisamente una giornata pesante, una delle domestiche più giovani si era lamentata perchè il suocero Laerte, le faceva la mano morta, ma neanche tanto morta, ogni volta che le passava accanto, il cane Argo, un cucciolo scatenato aveva scavato il giardino come fosse un cinghiale, insomma tutti avevano qualche problema e lei non ne poteva più di andar su e giù per le scale a sistemar tutto, senza parlar di quel Peter Pan di marito che s'era sposata. Ulisse, grande lavoratore dicevan tutti, sapeva fare di tutto, aveva perfino... (continua)

Grazia Giuliani 25/08/2017 - 02:32
commenti 7 - Numero letture:184

Voto:
su 4 votanti
 
     

- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2016 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -