Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

UCCELLI di MALO AUGU...
IL MISTERO DELL\\'EM...
Notturno n.4...
NOI LA VITA...
Agrigento e la Festa...
Piccola cosa...
Il Nero...
Gioventù...
IL MIO AVATAR...
E tacque attorno a n...
FIORI D'ARANCIO...
A ME STESSO...
LA PENDOLA...
Di notte...
Vorrei essere......
Io...
Brezza...
Svegliati è tardi......
Qualcosa che non va...
19 AGOSTO ER COMPLEA...
Non ti chiedere se ...
L’uomo dovrebbe fare...
Dolcezza...
il suo nome...
Falò di pensieri...
Italia mia...
RESILIENZA...
Gli alberi intorno...
Specchio spiatore...
Illusione o realtà?...
Le mie parole sono l...
Quando arriverà il m...
La Pecora nera...
Dove nel cosmo è bui...
Tristezza per la gen...
Ne ho baciate tante ...
Nei nostri sorrisi...
SAHEL...
Contro il destino...
Sandrone...
EVOLUZIONE DELL\'AN...
Non li merito gli oc...
STRAGI...
NOARE O STAR NEGÀ...
l'attesa di guardart...
LA RAGIONE...
Estati su\' di uno s...
LA NOSTRA PROMESSA...
Dentro la scatola di...
CONQUISTA...
La fretta dei giorni...
Fila, filastrocca...
ANCHE PER UN SOLO IS...
Voglio solo la mia l...
...UN AMORE CHE È CO...
Ancora una volta...
Non è ancora quel te...
PER AMMAZZARE IL... ...
il gommone...
Fantapoesia...
Canto della cuna del...
Questa è la vita ? ...
Preghiera alla divin...
NESSUNO...
È perché non sai chi...
Mare verde...
Schizzi di luce (poe...
RICAMI DI LUNA...
Il prestigio di una ...
Nel mercato dell'int...
La mente e il cuore...
A mio favore...
Un cielo troppo gran...
Alla mia Cri...
gli elementi...
Per tutta l'eternità...
Senza armonia...
Mia Madre...
A te e a me...
LA NINNA NANNA DELLA...
Il regno animali ...
Ostetrica(C)...
PIUMA AL VENTO...
PAURA DEL SILENZI...
STELLA...
L'ignoto...blu...
Sentimenti...
Davanti a noi...
Pace a ferragosto...
SENTO LE TUE CAREZZE...
Evanescente...
Lontano...
...IL SAPORE DEL CAO...
Polvere...
La Ragazza Dai Capel...
E RITORNO AL PASS...
Stupido amore...
Le mie teorie...
La poesia non dev'es...
SENZA AMORE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Orde

Orde di uomini scalzi
scesi dal nord
con i capelli biondi,
giravate per le calli, le torri
e gli archi di una civiltà
sconosciuta e morente.
Percorrevate il nostro
antico inizio quando,
orrendi come voi,
conquistammo le terre
di Socrate e Agamennone.
Portaste morte, peste,
orrore, e sangue nuovo.
E fummo vinti,
già lo eravamo per nostra mano,
e fummo nuovi.
Ora, uomini con i capelli biondi,
vedete bruciare
le vostre torri,
crocifiggere il vostro pensiero.
Altre orde percorrono il vostro inizio,
altro sangue,
dopo quello versato,
rinfrescherà il vostro.
Sempre in nome degli dei
che cambiano nome ad ogni era.


Share |


Poesia scritta il 13/01/2015 - 10:07
Da Valerio Poggi
Letta n.334 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


UN sinuoso dileggio in diverse epoche. Bravissimo.

Romualdo Guida 14/01/2015 - 09:13

--------------------------------------

Davvero una bella poesia, molto interessante. Bravissimo. Ciaooo

Fabio Garbellini 14/01/2015 - 06:14

--------------------------------------

Un corredo storico diligentemente impastito...

Rocco Michele LETTINI 14/01/2015 - 00:29

--------------------------------------

Il guaio è che la storia si ripete, chiodo scacciando chiodo, in nome di un qualche dio che diventa solo strumento di giustificazione per le proprie scorribande, ma mai elemento di libertà e di giustizia vera. Molto bella quest'opera!

Salvatore Linguanti 13/01/2015 - 22:42

--------------------------------------

Epoche diverse ,storie simili che si ripetono gli dei sono il pretesto ,tristemente attuale,bravissimo

genoveffa 2 frau 13/01/2015 - 22:38

--------------------------------------

corsi e ricorsi della storia in questi versi molto belli!!!
Bravissimi

giancarlo gravili 13/01/2015 - 20:55

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?