Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella cittā...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di lā della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchė scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissā se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Orde

Orde di uomini scalzi
scesi dal nord
con i capelli biondi,
giravate per le calli, le torri
e gli archi di una civiltā
sconosciuta e morente.
Percorrevate il nostro
antico inizio quando,
orrendi come voi,
conquistammo le terre
di Socrate e Agamennone.
Portaste morte, peste,
orrore, e sangue nuovo.
E fummo vinti,
giā lo eravamo per nostra mano,
e fummo nuovi.
Ora, uomini con i capelli biondi,
vedete bruciare
le vostre torri,
crocifiggere il vostro pensiero.
Altre orde percorrono il vostro inizio,
altro sangue,
dopo quello versato,
rinfrescherā il vostro.
Sempre in nome degli dei
che cambiano nome ad ogni era.


Share |


Poesia scritta il 13/01/2015 - 10:07
Da Valerio Poggi
Letta n.353 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


UN sinuoso dileggio in diverse epoche. Bravissimo.

Romualdo Guida 14/01/2015 - 09:13

--------------------------------------

Davvero una bella poesia, molto interessante. Bravissimo. Ciaooo

Fabio Garbellini 14/01/2015 - 06:14

--------------------------------------

Un corredo storico diligentemente impastito...

Rocco Michele LETTINI 14/01/2015 - 00:29

--------------------------------------

Il guaio č che la storia si ripete, chiodo scacciando chiodo, in nome di un qualche dio che diventa solo strumento di giustificazione per le proprie scorribande, ma mai elemento di libertā e di giustizia vera. Molto bella quest'opera!

Salvatore Linguanti 13/01/2015 - 22:42

--------------------------------------

Epoche diverse ,storie simili che si ripetono gli dei sono il pretesto ,tristemente attuale,bravissimo

genoveffa 2 frau 13/01/2015 - 22:38

--------------------------------------

corsi e ricorsi della storia in questi versi molto belli!!!
Bravissimi

giancarlo gravili 13/01/2015 - 20:55

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?