Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

E ci siamo ritrovati...
DI NOTTE...
Deriva d'orgoglio...
Sapore...
Un giorno per sempre...
Passione luminosa...
Bisogna fare di tutt...
Mio......
Se...
LUCE CHE MI TOCCA...
Sera...
A Firenze...
Al pianoforte...
Sbrigati ad amare...
Foglia d'autunno...
PRIMAVERA D'AUTUNNO...
Time out...
CANTO D'AMORE...
Questa fu missione d...
C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Corsia

Letti e corpi sfatti
in un'unica tonalità di colore
che va dal marrone al grigio.
Occhi dilatati
in una foresta di tubi
che parimenti entrano ed escono
col loro carico fluido.
E tu sei lì,
ingabbiato nei ricordi
e illusioni di una vita.
Te ne stai lì,
rannicchiato contro il dolore
di un corpo nemico
che ha deciso di condurti
per vie ignote.
Senti il passaggio di occhi altrui
come un vento occasionale.
Cogli la voglia di non soffermarsi
per evitare il contagio della paura.
Ma tu non hai più paura,
ora ti aggrappi alla speranza
che la nebbia scenda
anche su di te,
spegnendo, finalmente,
le luci accecanti
di questa invivibile ribalta.


Share |


Poesia scritta il 03/02/2015 - 11:00
Da Valerio Poggi
Letta n.362 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Grande sofferenza . mi piace

luciano rosario capaldo 08/02/2015 - 15:58

--------------------------------------

Toccante, triste, ma di una bellezza sopraffina. Ciaooo

Fabio Garbellini 06/02/2015 - 09:27

--------------------------------------

Grazie di cuore, a tutti!

Valerio Poggi 06/02/2015 - 08:53

--------------------------------------

Complimenti, poesia riflessiva, matura, scritta bene e dal tema scabro.
Bella.

Francesco Mereu 05/02/2015 - 23:54

--------------------------------------

Poesia d'alta riflessione morale!!!
bravissimo

giancarlo gravili 04/02/2015 - 09:05

--------------------------------------

Triste e sofferta,innanzi alla sofferenza
le parole non sarebbero sufficienti a donare conforto,piaciuta

genoveffa 2 frau 03/02/2015 - 19:48

--------------------------------------

Molto triste nella sua splendida forma. Ciao

Romualdo Guida 03/02/2015 - 16:29

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?