Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
NOCTUA PRONUBA...
Barcollo...
Una tiepida scia di ...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
S.Francesco....
E' Tempo...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



NAUFRAGIO

Cullata da fredde correnti
che tutto portano via,
illusa dagli occhi splendenti
che passano sopra la scia
lasciata da morti vascelli
che vagano sopra di me.
Perduta in grotte profonde
nel buio di mille tranelli
orditi da sirene e serpenti
tritoni e fantasmi di mare,
aspetto tremante ed illusa
lo squalo che ancora mi tiene
legata quaggiù negli abissi
che più non so risalire,
in questo silenzio d’angoscia
che sempre di più m’appartiene
lo squalo che mi gira intorno
che aspetta la resa totale,
crudele nel fascino arcano.
Ed io posso soltanto morire.


Share |


Poesia scritta il 09/05/2015 - 17:13
Da marisa cappelletti
Letta n.335 volte.
Voto:
su 9 votanti


Commenti


Bella bella ... da leggere e rileggere

Paola Polidoni 21/05/2015 - 16:37

--------------------------------------

Ma davanti a Marisa......lo squalo se la fa sotto !!!!!!
Bellissima!

Federica Copertini 13/05/2015 - 22:55

--------------------------------------

Un testo metaforicamente introspettivo che descrive l'anima in un vorace naufragio. Immagini poetiche suggestive e davvero calzanti per il tema trattato.

Arcangelo Galante 11/05/2015 - 16:56

--------------------------------------

Stavo scrivendo: scusa l'immodestia, ma ne vado orgogliosa!

marisa cappelletti 10/05/2015 - 19:17

--------------------------------------

Luciano Rosario, lieta che ti piaccia!
Questa poesia lo scorso anno é stata una delle vincitrici di uno dei più importanti concorsi letterari italiani. S

marisa cappelletti 10/05/2015 - 19:16

--------------------------------------

Grazie, è stata una splendida domenica e spero che lo sia stata anche per te Rocco Michele!

marisa cappelletti 10/05/2015 - 19:14

--------------------------------------

Buona serata Maria. si può sempre rinascere da qualsiasi tempesta. E' quello che ti auguro di cuore.

marisa cappelletti 10/05/2015 - 19:12

--------------------------------------

Ciao Nino, l'ho già ritrovata la forza, grazie davvero!

marisa cappelletti 10/05/2015 - 19:11

--------------------------------------

Metafore bellissime. Sentirsi sprofondare e non poter risalire per paura del predatore sempre all'erta. Non credo si possa solo morire.Meravigliosa poesia.

luciano rosario capaldo 10/05/2015 - 12:50

--------------------------------------

Un sentito verseggio che si fa rabbia... E' il diritto del cuore a chiedere comprensione... Verti toccanti... Serena Domenica

Rocco Michele LETTINI 10/05/2015 - 11:02

--------------------------------------

Ciao Marisa a te buona domenica, sono certa che con la tua forza d'animo sai uscirne da questo tuo naufragio che c'è dentro di te, molto belle e sentite la tue parole.... Perdonami se in questo periodo non commento, ma non è per me un buon periodo, pertanto scusami.Ciao.

Maria Cimino 10/05/2015 - 10:41

--------------------------------------

Speriamo che tu sappia trovare la forza per rinascere. Ciao

Nino Curatola 10/05/2015 - 10:15

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?