Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ancora......
Emozioni...
I RICORDI RESTANO...
Nun so romano...
Mentre le mani...
LUCCIOLE IN TERRA ...
Ancora domani...
superbia...
tempesta dentro...
TEMPESTA DI FINE AUT...
ASPETTANDO IL T...
La farfalla...
...te ne vai, con la...
Io devo proseguire...
FRIZZI E LAZZI...
Sazio d'Amore...
Invincibile...
Sola cosa importante...
Nevica...
La notte mi prende p...
Odissea d'amore...
Verità Incompiuta...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

FERITA

La mia pelle slabbrata
la ricordavo morbida
pronta per carezze nude
nella sua seta
invece come tela lacerata
sporca e ruvida
sotto le mie dita
è ora ferita
insanguinata
bagnata
di dolore
grumo denso sul cuore
bruciante
cocente
perfino il tuo amore toccante
non la ricuce
le sue profondità crude
non riduce
solco d'un rosso così scuro
che seccando par nero
disegna sul corpo un fine sentiero
una vena tortuosa
come stelo spinato di rosa
e io timorosa
la sfioro
ma il suo male sottile mai curo...
resterà il segno
mentre chiudo a pugno
la mano sul suo caldo taglio
e l'unica cosa che voglio
è dimenticare il suo sale...


Share |


Poesia scritta il 23/09/2015 - 19:31
Da Sabry L.
Letta n.360 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Versi che toccano il cuore,lasciano dentro una profonda amarezza.Sai come trasmettere emozioni a chi ti legge. Un bacione

Anna Rossi 25/09/2015 - 05:40

--------------------------------------

Ciao Sabry ti aiuteremo noi a dimenticare chi ti ha fatto male..un'opera questa tua di grandissima riflessione... Ti abbbraccio ciao cara dolce notte.

Maria Cimino 25/09/2015 - 00:00

--------------------------------------

sempre grazie a Rocco e Fabio ....e grazie Okrimij 78 per le tue bellissime parole..se ne merito la metà sono contenta....ciao

Sabry L. 24/09/2015 - 19:14

--------------------------------------

Versi profondi, che lasciano il segno. Bravissima. Ciaooo

Fabio Garbellini 24/09/2015 - 15:42

--------------------------------------

Stupenda

okrimij 78 24/09/2015 - 14:26

--------------------------------------

Un sentito verseggio... profondo... doveroso... Encomiabile... in chiusa. Lieto meriggio Sabry.

Rocco Michele LETTINI 24/09/2015 - 13:46

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?