Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Scorie di città....
L'Airone sul filo...
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
A PROPOSITO DI BACI...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...
...vedi tesoro mio, ...
La madre di tutti...
AMORE AMORE... AMORE...
Tre Hayku per Sun La...
Il disegno di coppia...
Lei era vento!...
Par di vederti...
Intorno ai girasoli...
Aurelia...
In flessuosa danza...
Judo...
In quei giorni...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'ARTE POETICA

L’arte poetica è una riva sperduta
a volte esistita, altre volte sognata
che non servono quieti incandescenti
o derive accecate per ritrovarla.
Chi meglio di te riesce a conquistarne
ogni granello incompiuto,
chi se non te è capace di tracciarne
il confine ormai crollato,
mio esausto esploratore dell’inconscio.
Certo, puoi navigare su vascelli di gloria
e chiamarla condanna,
quando attingo a queste labbra
coppe stracolme di tempo immortale;
oppure puoi invocarla: “Dolce pazzia!”
mentre assisto esiliato alla mia libertà:
<<il suicidio incombente dell’anima!>>
Dall’onde scoscese, agl’abissi lucenti,
dai benevoli dei, ai tesori d’oriente,
celestiali maree puoi persino sfidare
per sfuggire sconfitto ad epiche imprese;
addirittura virare tu puoi
nude sirene d’amabile incanto,
mentre sguarnito d’alcun sentimento
ormeggi pentito le vele al rimorso.
Ma isola dopo isola,
miglio dopo miglio,
io sarò qua dentro te stesso
come un’ombra impigliata
che riemerge dal cuore.
E rammenta…
Nessun faraglione potrà contrastare
l'inciso passo oltre ogni nesso,
quel palpito tuo sulla sabbia intarsiato
che un orafo mastro mai forgerà:
“In un pugno un oceano rosso sangue!”


Share |


Poesia scritta il 15/12/2015 - 14:18
Da domenico pesci
Letta n.278 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?