Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Autunno...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
NIPOTI...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Mi hai detto... ( Po...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...
Riflesso d\'Argento...
In Questo Confuso An...
Il MIO NOME È LiBERT...
Canzone per un'amica...
Tutti siamo stati ba...
La stagione dell'amo...
Canto del vento sull...
Mio Padre...
Senza tempo...
Il silenzio della ne...
Un altro whiskey...
NE UCCIDE PIU LA LIN...
La montagna...
SERA D'OTTOBRE...
Roma...
Il nonno...
Can'e gatto...
Tutto passa...
Game over...
Scrittura come cura...
DOLCI CAREZZE...
Occhi...
LEGGEREZZA...
TRA LUCE // E // OS...
Forse i codici della...
Il richiamo del vent...
Le sirene di Ulisse...
Quel giorno...
CARO PAPÀ E CARA MAM...
Dieci minuti al gior...
La Coccinella sfortu...
Non so come......
Ti parlo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

QUEL GRIDO CHE MUORE

E' un morso
che mi dilania feroce


è un fulmine che mi passa attraverso
bruciante di luce


che spezza un precario equilibrio
che violenta la pace


E' la punta penetrante
di un dardo incandescente


E' il mio dolore
quel grido che muore


Anche tu hai urlato
nel vuoto silenzio



Sai che ti ho sentito
sai che ti ho ascoltato



Tu ora lo udirai
quel grido che muore


nella ruggine del cuore
trafiggente come un chiodo


che strisciando dalle viscere
sale a spirale come un serpente


e che si stringe come un nodo
che si chiude nella gola


Quello strillo da animale
ferito in una tagliola


presto soffocato dallo stordimento
dall'arrendersi al tormento


E' un grido che muore
il mio muto richiamo


So che lo udirai
ma lo ascolterai?


Fallo se puoi
perché sai
che già un po'ti amo



Share |


Poesia scritta il 10/01/2016 - 09:24
Da Sabry L.
Letta n.287 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


Una bellissima lirica Sabry L., mi ci sono rivista mentre leggendola mi scandagliava il cuore. Complimenti per i tuoi versi,sempre intensi ...

Carla Davì 11/01/2016 - 15:59

--------------------------------------

Un grido urlato e sentito in ogni verso...per l'amore nuovo che rinasce dal profondo...almeno io ho visto questo...Tanto piaciuta...Ciao

margherita pisano 11/01/2016 - 15:54

--------------------------------------

Si gennarì Lady Sabry sragiona perciò segue il cuore...ah ah...però sa anche poi sdrammatizzare quel tormento...fino a ricaderci....eh Gennarì I'm really crazy...maybe too much....ciao guagliò

Sabry L. 11/01/2016 - 09:12

--------------------------------------

Grazie Rocco per le tue parole,grazie Maddy e Gianny

Sabry L. 11/01/2016 - 09:09

--------------------------------------

Grazie Alyala, hai detto bene intenso dolore, ma è quello che ci fa sentire più vivi.Piacere di conoscerti....

Sabry L. 11/01/2016 - 09:07

--------------------------------------

Grazie Francesco e Loris un po' l'urlo lo avete sentito..Grazie della vostra attenzione...

Sabry L. 11/01/2016 - 09:06

--------------------------------------

Poesia evocativa ed invocativa la cui bellezza sta nella forza delle parole, scritte seguendo l'impulso del cuore più che quello della ragione... o no?...uè!

Gennarino Ammore 11/01/2016 - 07:24

--------------------------------------

Struggente urlo di dolore che si fa sentire parola per parola. Bellissimo verseggio, dai toni vividi e diretti. Sei sempre molto brava. Ciao Sabry

Gianny Mirra 11/01/2016 - 00:11

--------------------------------------

Brava Sabry!
5***** tutte per te

Maddalena Clori 10/01/2016 - 23:30

--------------------------------------

Un arguto et toccante verseggio... Non resta che dirti: Coraggio Sabry. Serena settimana.
*****

Rocco Michele LETTINI 10/01/2016 - 19:12

--------------------------------------

Profonda e emozionante, arrendersi al tormento....intenso dolore!

Alyala Regina 10/01/2016 - 18:09

--------------------------------------

Un grido così forte non può morire.
Bella davvero, ciao. Loris.

Loris Marcato 10/01/2016 - 16:49

--------------------------------------

Una lirica dai toni molto forti Sabry. Da brivido.. nello "strillo dell'animale ferito" Colpisce davvero. Piaciuta

Francesco Gentile 10/01/2016 - 16:09

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?