Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Solca i mari...
SCENA INVERNALE...
Disilluso...
POETI DELL' AMOR...
Quel rio argentato...
ETA' CHE VA...
Il dispiacere è al...
PICCOLO GRANDE BOSS...
Perdere niente...
Lacrime...
Una strana partita a...
Poesia, essenza linf...
Nel mondo c'è molto ...
La luce nei tuoi occ...
Il Papa nero....
A mia figlia...
Notte...
Eccentrico silenzio...
Domenica di pioggia...
Riflessioni...
Sadness....
Mostro implacabile...
L'armonia delle brac...
La magia delle mani...
IL PARADISO...
Echi lontani...
vortice...
Solo....
Il mio mare...
Leggere è come aprir...
E' vita vera...
Piccole azioni corag...
IL MAESTRO...
Silenzio......
Valori...
Cicatrici...
An electric air from...
ER BACICCIA (la bann...
Tanka...
Il corpo racconta...
Non ricordo...
Amata mia...
Le Fiamme del Peccat...
Rivoluzione...
La mia odissea...
Con la forza dei ram...
SIMPATICA SORPRESA...
Deriva delle anime...
Vaso...
Dimenticarsi...
Naufrago...
Amore...
Odore di uno spettro...
IL GERME DELLA ...
Sceriffo...
Le note del tempo...
Il caro estinto...
La felicità...
L'assente...
ALLA GUIDA DELLA VIT...
ossuta resilienza...
Eppur sorridi...
Ridere...
Orme future...
Deluso...
Nel fruscio della vi...
Occhi chiusi...
Le mie gambe...
Miraggio di una infa...
UN RESPIRO....
ODE...
ALLE PORTE DEL SOGNO...
Notti magiche !...
D'inverno...
VENICE...
L'ultima gara....
Amantes...
Così poco...
l'armonia...
Il fischio del vento...
Mi hai cambiata...
TELEGRAMMA POETICO...
Tu, pallida Luna...
questi occhi...
Dove abita Amore...
la Givacchi...che st...
Gocce di pianto...
OGGI...
La carità non la con...
La croce...
Anatomia di un bacio...
Orme...
Fare breccia in un m...
Società:...
Canto di un appassio...
Lembo di blu...
Che sapore ha il mal...
Questo amore è come ...
PRATO D’ATTESA...
Sensi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Giustiziere

Sereno, al lavacro, si dedica
il giustiziere.
Grondano sangue le sue forti mani
e l’acqua si tinge
di un delicato color di rosa.
Sfuma così l’atto severo,
imposto dal dio senza pietà
senza coraggio e senza meta
che delega ai figli la collera sua.
Il giustiziere riposa sereno
stringe la donna e bacia i suoi figli,
domani la terra sarà meno dura.


O mio giustiziere, si sa cosa temi.
Ti terrorizza il libero senso
e ti atterrisce il pensiero diverso.
Non è l’assassino che passi di lama
è chi non crede nel tuo folle dio
che arma il tuo misero pugno.
Servo fedele, ma pur sempre servo
conosci il mandante e ne sei fiero.
Ti aspetti, alla fine, il giusto compenso
di gioia e bellezza, com’era promesso.
Avrai la medaglia e sarai il suo rovescio
mentre la testa chinata sul ceppo
farai l’ultimo tuo gesto di fede.



Share |


Poesia scritta il 08/02/2016 - 10:40
Da Valerio Poggi
Letta n.259 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Una poesia forte, d'impatto, figlia dei nostri giorni. Molto apprezzata! Ciaooo

Fabio Garbellini 08/02/2016 - 12:34

--------------------------------------

UN INTENSO ET ACUTO VERSEGGIO IN STROFE DILIGENTEMENTE FORGIATE. LIETA SETTIMANA.
*****

Rocco Michele LETTINI 08/02/2016 - 12:06

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?