Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ninna Nanna...
CORALLINA...
ANGELI...
Giochi di fantasia...
ECO INFINITO.......
CLOWN...
Questo strano. Senti...
Gocce d’acqua...
Solo un sorriso...
Fiori Liberi...
La vita mi schiocca ...
Girotondo tra le ste...
LA LUNA NON SI SPEGN...
Milano vanesia...
Guarderò la luna mor...
Dolce follia...
Attraverso lo specch...
LA MUSICA DEL CUORE...
guardandoti...
Kaori la rossa...
Ruderi ricordi...
Quando tu......
Buon Natale a tutti,...
LA MIA CANZONE...
Avrai......
A Natale si assapora...
Ancora......
Emozioni...
I RICORDI RESTANO...
Nun so romano...
Mentre le mani...
LUCCIOLE IN TERRA ...
Ancora domani...
superbia...
tempesta dentro...
TEMPESTA DI FINE AUT...
ASPETTANDO IL T...
La farfalla...
...te ne vai, con la...
Io devo proseguire...
FRIZZI E LAZZI...
Invincibile...
Sola cosa importante...
Nevica...
La notte mi prende p...
Odissea d'amore...
Verità Incompiuta...
Eppur mi sono scorda...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Albert

Allibiti, i tuoi pari,
ti udirono spezzare lo spazio
e contrarre il tempo,
con la leggerezza di un angelo,
caduto qui, per squarciare il velo.
Dei fermi massimi sistemi
schiodasti i fondamenti, puro,
come il fulmine inatteso,
come il grido di un bambino.
E quest’onda grave
che lì prefigurasti,
un nuovo indizio di potenza
d’incanto apparve.
Mi sembra di vedere,
Aris e Isac, seduti pensierosi,
protendersi rapiti
mentre tu aprivi,
gentile grimaldello,
le porte universali
della città di Dio.


Share |


Poesia scritta il 19/02/2016 - 18:23
Da Valerio Poggi
Letta n.341 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


UNA DEDICA CHE TI ONORA... GRANDIOSO POETAR... SERENO WEEKEND
*****

Rocco Michele LETTINI 20/02/2016 - 15:34

--------------------------------------

Grazie a tutti!. Per Salvo: hai ben ragione, ma ho dovuto fare una scelta, inserendo solo Aristotele e Newton, due uomini-svolta della scienza. In senso strettamente epistemologico avrei dovuto mettere Galileo al posto di Newton, ma non mi cadeva bene... me la gioco come licenza poetica!

Valerio Poggi 20/02/2016 - 09:06

--------------------------------------

Molto bella la tua poesia, che con leggerezza tratteggia uno dei massimi geni del novecento. Lodi e complimenti sentiti

Paolo Ciraolo 19/02/2016 - 22:44

--------------------------------------

Ciao Valerio molto bello questo tuo riconoscimento....faccio mio il commento del mio caro amico Salvo..e a te complimenti..Buona serata ciao

Maria Cimino 19/02/2016 - 22:41

--------------------------------------

Un giusto riconoscimento in versi, anche se tralasci altri dello stesso calibro, almeno per un mio personale giudizio.
L'epoca fu ricca di cervelli e talenti scientifici che cambiarono la visione dell'universo. I progressi di conoscenza sono tuttora immensi, eppure l'uomo continua a farsi le solite domande. 5*

salvo bonafè 19/02/2016 - 22:26

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?