Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Un uomo in giacca e cravatta

Avvolto
nella camicia ben stirata
mi soffermo in penombra
a sistemare i bottoni
della giacca elegante.


Qualche goccia
di gel sui capelli
e sono pronto ad andare
nel mio mondo plastificato
di strade affollate e chiassose.


Nelle tasche però
porto il peso del mio dolore,
nella borsa di lucida pelle
la mia vita di falsi sorrisi
e di malinconica solitudine.


Indugio
e ritorno di nuovo allo specchio;
la cravatta che scende sul petto
sembra adesso ancora più triste,
un'immensa lacrima blu.



Share |


Poesia scritta il 07/03/2016 - 15:17
Da Dario Menicucci
Letta n.350 volte.
Voto:
su 9 votanti


Commenti


Bei versi che illustrano quel sentimento di profonda lacerazione di cui tutti facciamo esperienza quando siamo costretti a soffocare il nostro più profondo sentire in ossequio a tutte le formalità,le regole, i doveri,il perbenismo,il rispetto umno o quanto altro si voglia.Piaciuti molto

Rosa Chiarini 08/03/2016 - 00:30

--------------------------------------

Senti forse durante la giornata spesso dobbiamo anche indossare falsi sorrisi...ma in quello che scrivi trovo solo Dario in ogni sua emozione..in ogni sua sensazione..può essere gioia..o tristezza..sorriso..o lascrima...ma il nome non cambia.. Dario..e ancora Dario. ciao caro ti abbraccio. serena notte.
.

Maria Cimino 07/03/2016 - 22:58

--------------------------------------

Sei proprio bravo….complimenti!

Marilla Tramonto 07/03/2016 - 22:05

--------------------------------------

Odio le cravatte e quant'altro sappia di convenzionale, mi ricordano la corda dell'impiccato, ma non ero mai arrivato all'idea di immensa lacrima in macrocefalo. 5*

salvo bonafè 07/03/2016 - 21:48

--------------------------------------

Mi piace questo tuo moderno Pierrot...versi molto riflessivi e malinconici, dove ho avvertito una forte solitudine...buona serata,

Chiara B. 07/03/2016 - 18:29

--------------------------------------

Bellissima poesia con tanta malinconia sul senso della vita.
Sulle maschere che ogni giorno indossiamo senza a volte non accorgerci di niente.
Ma alla fine rimane la nostra compagna di sempre: la tristezza .
Complimenti buonaserata

Giovanni Santino Gurrieri 07/03/2016 - 18:14

--------------------------------------

Siamo perennemente costretti a vestire panni non nostri ed una maschera che copra il nostro dolore, ma per quanto cerchiamo di occultare il nostro essere, tutto ricompare puntualmente, perché possiamo forse ingannare il mondo intero ma mai noi stessi.
Ciao!

Millina Spina 07/03/2016 - 17:53

--------------------------------------

POESIA CHE LASCIA RIFLETTERE... NON E' UNA MASCHERA CHE PORTA IL CLOWN CIRCENSE... E' VOLTO SINCERO... SOFFERENTE... SUPERLATIVO POETAR DARIO...
*****

Rocco Michele LETTINI 07/03/2016 - 17:44

--------------------------------------

molto bella *****

POETA DELL'AMIATA LUPO DELL'AM 07/03/2016 - 17:16

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?