Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Raul...
Ai posteri...
...ma le gambe ?...
Come quando piove...
AD ALDO MINIUSSI (+2...
Per la felicità?...
Confini e certezze...
A te. A me....
Cocci... d'Eternità....
Paralisi....
UN CORIANDOLO DI CAR...
LO SFRATTO...
Addio Divano...
Un solo pedone...
GLI OCCHI DEL F...
A piedi nudi...
A piedi nudi...
Un Sole stanco, un C...
AMICA PER SEMPRE...
Volare nel cielo del...
POMERIGGIO A VILLA B...
E' amore...
FINALMENTE DONNA...
VIBRANO I RICORDI...
Il cerchio della vit...
SFUMATURE...
Amici miei...
Quest\'amore...
ARTE INFINITISAMENTI...
comprenderesti quan...
Sconfessare sempre i...
Mirando le stelle....
Ho bisogno di parole...
Chi sei?...
CUORE NOMADE...
SABATO DIVERTENTE...
Primo binario...
Ogni giorno......
Tempo Antico...
DISTANZE (filo…sof...
Il silenzio è la vit...
Riflessi dimenticati...
NON HO MAI SEDOTTO L...
Melodia della malinc...
Più sento e più pens...
Niente e così sia...
Oggi...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...
La libertà di scrive...
Stella Luminosa...
Il primo incontro...
Sarà neve...
Dille ch'è suo...
Scritture del cielo...
Bacio in Metrò...
Ghirlanda di mani...
La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...
RISVEGLIO...
D'improvviso...
É...
Lucchetti che nascon...
RIFUGIO E' IL VERSO...
S‘è fatta una certa....
Se si è amati si toc...
La pace dei sensi...
Tempo al tempo...
L'amore vince...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Stai con me

Davanti a quella porta bianca
il figlio reclamava la sua nascita.
Una forza divina e potente
lo chiamava tra i vivi
e mentre io tutto questo trasognavo
tu, dalla barella, mi prendesti per mano
e mi dicesti: stai con me.


Tra sangue, grida,
e le mosse arcaiche del medico
si mescolavano le nostre lacrime,
io chino su di te, tu protesa
nel tuo ruolo ancestrale.


Il miracolo ci colse
entrambi increduli,
un essere grigio e irato
irruppe nella nostra vita,
il suo pianto si confuse col nostro
e mai saremmo stati più felici.



Share |


Poesia scritta il 27/07/2016 - 11:31
Da Valerio Poggi
Letta n.344 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Poesia molto piaciuta... intensa, toccante

Francesco Gentile 28/07/2016 - 11:47

--------------------------------------

BELLISSIMA POESIA CHE OGNI PADRE DOVREBBE CONOSCERE 5*

POETA DELL'AMORE LUPO DELL'AMI 27/07/2016 - 23:14

--------------------------------------

Molto bella...intensa e coinvolgente.
Complimenti!

margherita pisano 27/07/2016 - 20:43

--------------------------------------

Molto bella, mi ha richiamato alla mente quei momenti dolorosi e fantastici!*****

Marilla Tramonto 27/07/2016 - 16:23

--------------------------------------

E' il miracolo della vita! Molto bella. Ciaooo

Fabio Garbellini 27/07/2016 - 15:32

--------------------------------------

Splendida poesia di grande dolore! Grazie per averla condivisa caro amico Valerio, perché anch'io come tanti ho vissuto queste condizioni e tu trasformandola in poesia hai operato una catarsi dal dolore

Nadia
5*

Nadia Sonzini 27/07/2016 - 14:30

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?