Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

lei temeva il buio...
Un esempio da... non...
Domani è un altro gi...
C'è chi dipinge la ...
Non hanno età...
La solitudine è come...
PIOVE SUR BAGNATO (...
Dolce Carezza...
Spensieratezza...
Come un subacqueo...
HAIKU...
E' oggi il giorno mi...
Sconosciuto...
Dietro i tuoi occhi...
Aquila...
Curriculum Vitae...
Il treno...
Vestiti...
SARO' DI TE...
Risveglio...
VIAGGI DIVERSI...
Cavalco le onde dell...
Alba marina...
L'ira di Lorenza...
La lettera...
Padre Vostro...
A Nòtt...
Quel sussurro...
Quel sorriso...
Nuovi aquiloni...
Le magiche lucciole ...
Quel taxi...
Si può dire grazie s...
L'amante...
Il morso della taran...
L' INFELICITA' SI...
Buon compleanno...
E' nella supponenza,...
La prima estate al m...
Faccia da Cereali...
LIBERTA'...
Falsi d'autore...
Arrivi tu...
Nostalgia amara...
Chiamatemi Aquila...
I bisbigli del cuore...
SEI NELLE MIE MANCAN...
LA LOTTA DEL SOLE di...
Periferie...
Francisca...
Un dolce per te...
Mizzeca!...
Figlia mia...
NA SERA DORCE DE PER...
Due cuori e un'anima...
SHOPPING...
Una mano che mi rega...
Riflessi di seduzion...
L\'attimo!...
FEDELE SPECCHIO DEL ...
Poetic forms...
Suadente e nostalgic...
ACCENDI I TUOI SOGNI...
MONOLOGO A ME ...
L'oracolo...
caparbiamente sorda...
Fuggire...
Nell'orto...
Giugno......
Il pianeta dell'Amor...
LEGGENDA PERSONALE...
LI SOGNI di Enio 2...
Un folletto bizzarro...
con gli occhi chiusi...
LE ROSE ROSSE SUL SU...
amami...
Dannarsi l’anima cre...
Dolore sulla notte...
Con una stretta di m...
primaverile tempo...
Haiku A casa...
AMARTI...
Non c 'è scappatoia....
Penso al destino...
SCIARADA...
Tra le rive delle no...
Un'ambizione che spa...
Tu...
Paradiso in fiamme...
SUPERBIA......
Ciò che distingue l'...
Il Corpo di Psiche...
Perle di Luna...
IL POETA COLTIV...
Dal diario di una pr...
Prendetevi una pausa...
SOLO MARE...
Ho parlato di voi a ...
MALE INTERIORE...
Animundus...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Ritratto di un qualcosa che non c'è

Avevi gli occhi grigi
proprio come la morte
compassionevole
prima di mietere.
Avevi sentieri sicuri
per luoghi cari
e fiocchi di neve
scintillanti e soffici
come seta,
e come la neve eri
altrettanto silenziosa,
mistica,
che lascia attoniti
soprattutto se cade
a primavera;
avevi anche fuoco
intenso,
lo ricordo.
Dio mio quante cose
avevi,
Dio mio quante
e quante ancora,
solo che m'accorgo
di stare dipingendo
un ritratto di un qualcosa
che adesso non c'è.


Share |


Poesia scritta il 15/10/2016 - 14:25
Da Armando Gioia
Letta n.293 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Una delicatezza scritta in malinconiche parole... *****

ANNA BAGLIONI 15/10/2016 - 21:28

--------------------------------------

Armando,
La tua sempre tristemente meravigliose.....

laisa azzurra 15/10/2016 - 21:16

--------------------------------------

Un ritratto che ormai è impresso nel tuo
cuore. colmo di malinconia dalle tue delicate parole.

Ciao caro.


Maria Cimino 15/10/2016 - 19:29

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?