Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ancora......
Emozioni...
I RICORDI RESTANO...
Nun so romano...
Mentre le mani...
LUCCIOLE IN TERRA ...
Ancora domani...
superbia...
tempesta dentro...
TEMPESTA DI FINE AUT...
ASPETTANDO IL T...
La farfalla...
...te ne vai, con la...
Io devo proseguire...
FRIZZI E LAZZI...
Sazio d'Amore...
Invincibile...
Sola cosa importante...
Nevica...
La notte mi prende p...
Odissea d'amore...
Verità Incompiuta...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



L'albero dalle foglie lucenti

Piegato dagli anni
un vecchio albero
lascia alle fronde
lambire la strada.


Senza notarlo
le auto ai suoi piedi
si affrettano veloci
sull' asfalto bagnato.


La chioma maestosa
puntata d' arancio
lentamente oscilla
armonica e sinuosa.


Muovendo i suoi rami
sembra chiamarmi
con i gesti aggraziati
di un vecchio saggio.


Sottovoce mi parla
col sussurro del vento
che fruscia sui nodi
e le crepe del legno:


"E' triste il tuo cuore
lo sento distante
come avesse smarrito
la passione e l' ardore.


Guarda il mio corpo
condannato alla terra
a restare immobile
a contare i decenni.


Ci sono qui intorno
solamente una via
le colline sfumate
poche case lontane.


Tra le mani ho la sorte
di questi piccoli uccelli
do' riparo e una casa
ai minuscoli insetti;


ma non conosco il mare
il gorgheggio del fiume
gli abbaglianti ghiacciai
sopra immensi deserti


non conosco l' amore
le carezze di un bimbo
l' emozione di un bacio
di una madre raggiante.


Se tu hai tutto questo
non ti puoi lamentare
prendi in mano la vita
non esiste la sorte".


Quindi torna il silenzio
le parole svaniscono
nello spazio già colmo
di grigiore d' autunno.


Quelle foglie lucenti
di sgargianti colori
ora sembrano lacrime
mille gocce di pianto



Share |


Poesia scritta il 29/11/2016 - 18:47
Da Dario Menicucci
Letta n.243 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Quartine sublimi. Molto bella.

antonio girardi 30/11/2016 - 10:23

--------------------------------------

Bellissima Dario, incantata. Complimenti sinceri

Anna Rossi 30/11/2016 - 06:26

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?