Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

E ci siamo ritrovati...
DI NOTTE...
Deriva d'orgoglio...
Sapore...
Un giorno per sempre...
Passione luminosa...
Bisogna fare di tutt...
Mio......
Se...
LUCE CHE MI TOCCA...
Sera...
A Firenze...
Al pianoforte...
Sbrigati ad amare...
Foglia d'autunno...
PRIMAVERA D'AUTUNNO...
Time out...
CANTO D'AMORE...
Questa fu missione d...
C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

LEI

Lei era bella
labbra di fragola
e occhi di smeraldo
l'età acerba
come i frutti del giardino
la veste candida
come la pelle di bambina
Lui la prese
strappando il suo fiore
bianco e morbido
lo tinse di sangue
la lasciò inerme
con il fango nei capelli
la terra fredda nelle mani
Lei pianse ferita
la sua innocenza violata
si sentì cresciuta di colpo
già invecchiata alla radice
come un giovane albero
che, ignaro dell'ascia
abbattuto al suolo all'improvviso,
resta poi solo legna secca
Il cielo lacrimò complice
nella cruda sera
solcandole le guance
con la sua pietà
ma ormai il suo nome
di piccola donna
era diventato "Solitudine"




Scritta nel giorno contro la violenza alle donne, oggi quel giorno è già passato...se ne ricorderà qualcuno?...



Share |


Poesia scritta il 30/11/2016 - 07:26
Da Sabry L.
Letta n.338 volte.
Voto:
su 12 votanti


Commenti


Ci sono argomenti difficili da trattare. ..ma tu sei riuscita a farlo molto bene e in maniera quasi fiabesca, brava! Se ti fa piacere ne ho scritta anche io una tempo fa su questo argomento_ un nuovo inizio_, magari ti piace, o perlomeno ti aiuta a capire che a questo tema ci teniamo anche noi maschi...

Paolo Mazzon 03/12/2016 - 14:35

--------------------------------------

Grazie Loris, detto da un uomo fa ancor più piacere,

Sabry L. 01/12/2016 - 11:13

--------------------------------------

Grazie Mirella, certo per fortuna ci sono uomini stupendi, infatti sono quegli altri che non meritano di farsi chiamare uomini, quella minoranza abietta... Grazie Sweety un abbraccio a te Grazie Margherita,putroppo temo sia stato un giorno tanto per fare come tutte quelle commemorazioni spesso finte, speriamo io mi sbagli...un abbraccio

Sabry L. 01/12/2016 - 11:12

--------------------------------------

Grazie Giancarlo, la violenza è da codardi, in genere forti con i deboli ma deboli con i forti Grazie Millina Grazie Antonio Grazie Ilaria Grazie Anna, speriamo qualcosa cambi

Sabry L. 01/12/2016 - 11:09

--------------------------------------

Grazie Francesco, vero è che le parole non bastano ma almeno come dici tu dobbiamo parlarne e non tacere Grazie Andrea, speriamo si ricordino, e soprattutto certi uomini si ricordino di essere nati da donne

Sabry L. 01/12/2016 - 11:06

--------------------------------------

Grazie Rocco,anche se m'hai cambiato nome Grazie Laisa, troppo buona Grazie Teresa,si molte donne crescono troppo in fretta... Grazie Giulia Grazie Antonio

Sabry L. 01/12/2016 - 11:04

--------------------------------------

Molto bella, io non dimentico.
Ciao Sabry, complimenti.

Loris Marcato 30/11/2016 - 23:55

--------------------------------------

Hai ragione il giorno è passato...chissà se ancora ricorderanno!
Nessun giorno serve a ricordare, quello che mai più si può scordare...toccante e intensa. Un abbraccio Sabry

margherita pisano 30/11/2016 - 23:41

--------------------------------------

Davvero bella e toccante sweety .
Un abbraccio grande dolcezza

Mary L 30/11/2016 - 20:49

--------------------------------------

eccomi

laisa azzurra 30/11/2016 - 20:37

--------------------------------------

SABRY...queste violenze lasciano il segno non dovrebbero mai accadere, per fortuna che ci sono uomini bravi che rispettano le donne...quelli che non lo fanno sono una minoranza e andrebbero puniti severamente con pene esemplari, messi alla gogna...Ciao, bellissima poesia sempre attuale brava.

mirella narducci 30/11/2016 - 19:41

--------------------------------------

Lo spero Sabry... Eloquenti parole!*****

ANNA BAGLIONI 30/11/2016 - 18:02

--------------------------------------

Tristemente bella e di forte impatto. Un doloroso tema trattato con delicatezza e fermezza! 5*

Ilaria Romiti 30/11/2016 - 17:15

--------------------------------------

bellissima intensa e profonda
ma triste per per la sua sofferenza

Antonio Zoccoli 30/11/2016 - 15:02

--------------------------------------

Toccante, perchè purtroppo vera, come vero è l'affievolirsi dell'attenzione su questo dramma che tocca troppe donne.
Brava Sabry!

Millina Spina 30/11/2016 - 12:47

--------------------------------------

io spero di si la violenza non è da forti e da merde bella sabry 5*

GIANCARLO LUPO POETA DELL'AMO 30/11/2016 - 12:36

--------------------------------------

in effetti hai ragione a porti la domanda : se ne ricorderà qualcuno? della poesia credo si poichè e toccantemente bellissima per il resto...,ciao.

andrea sergi 30/11/2016 - 11:27

--------------------------------------

Poesia molto bella e toccante. La dolcezza profonda dei belissimi versi, forse non sono sufficienti per esorcizzare la tristezza che sopravviene. Eppure qualcuno deve pronunciarle, senza arrendersi mai al male... Bravissima.

Francesco Gentile 30/11/2016 - 10:40

--------------------------------------

Un triste quadro di una realtà che si propone sovente.Sublime poesia.

antonio girardi 30/11/2016 - 10:28

--------------------------------------

Bellissima

Giulia Bellucci 30/11/2016 - 09:55

--------------------------------------

La sofferenza trapela dai tuoi bellissimi versi e la disperazione di una ragazza cresciuta troppo in fretta.Brava sempre!

Teresa Peluso 30/11/2016 - 09:15

--------------------------------------

Sabry
è di una intensità, di una bellezza che non lascia spazio a futili commenti.
Grazie per questo capolavoro
nn posso votarti ora, ma stasera cercherò di darti il cielo

laisa azzurra 30/11/2016 - 08:34

--------------------------------------

La nota sottolinea diligentemente quanto certe feste passano solo per ricordare... e poi nuovamente il silenzio, l'indifferenza, la violenza.
Un toccante verseggio, Silvia.
*****

Rocco Michele LETTINI 30/11/2016 - 08:31

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?