Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

afferra quella nuvol...
D'azzurro e sale...
Rimorso...
il gigante nano. ...
la rosa...
In certi momenti la ...
È bello vivere da il...
la luna dall'alto.....
Non voglio sognare p...
le cose semprici...
DESTINI INCROCIATI (...
E la Luna parló al ...
Ho visto una stella...
Mi piace tutto di te...
Il nulla...
La tua assenza mi ha...
Il Pavone vanitoso...
Maria grazie di esis...
amo la pioggia...
Al cimitero dei carr...
Settembre...
MAROTTA: Family Beac...
Spesso ogni piccola ...
IL MISTERO DELL\\'EM...
Notturno n.4...
NOI LA VITA...
Agrigento e la Festa...
Piccola cosa...
Il Nero...
Gioventù...
IL MIO AVATAR...
E tacque attorno a n...
FIORI D'ARANCIO...
A ME STESSO...
LA PENDOLA...
Di notte...
Vorrei essere......
Io...
Brezza...
Svegliati è tardi......
Qualcosa che non va...
19 AGOSTO ER COMPLEA...
Non ti chiedere se ...
L’uomo dovrebbe fare...
Dolcezza...
il suo nome...
Falò di pensieri...
Italia mia...
RESILIENZA...
Gli alberi intorno...
Specchio spiatore...
Illusione o realtà?...
Le mie parole sono l...
Quando arriverà il m...
La Pecora nera...
Dove nel cosmo è bui...
Tristezza per la gen...
Ne ho baciate tante ...
Nei nostri sorrisi...
SAHEL...
Contro il destino...
Sandrone...
EVOLUZIONE DELL\'AN...
Non li merito gli oc...
STRAGI...
NOARE O STAR NEGÀ...
l'attesa di guardart...
LA RAGIONE...
Estati su\' di uno s...
LA NOSTRA PROMESSA...
Dentro la scatola di...
CONQUISTA...
La fretta dei giorni...
Fila, filastrocca...
ANCHE PER UN SOLO IS...
Voglio solo la mia l...
...UN AMORE CHE È CO...
Ancora una volta...
Non è ancora quel te...
PER AMMAZZARE IL... ...
il gommone...
Fantapoesia...
Canto della cuna del...
Questa è la vita ? ...
Preghiera alla divin...
NESSUNO...
È perché non sai chi...
Mare verde...
Schizzi di luce (poe...
RICAMI DI LUNA...
Il prestigio di una ...
Nel mercato dell'int...
La mente e il cuore...
A mio favore...
Un cielo troppo gran...
Alla mia Cri...
gli elementi...
Per tutta l'eternità...
Senza armonia...
Mia Madre...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Mi chiamo Giufà

Mi chiamo Giufà e son di Girgento
unico figlio di seme del vento
volato quassù tra i giunchi e le pietre
dove per caso passava mia madre.


Mi chiamo Giufà e ho quattro amici
oltre ai cani ho pure una bici
rovistata per caso tra i cassoni
senza manubrio ne copertoni.


Mi chiamo Giufà e nessuno m’ascolta
nessuno mi parla nessuno si volta
eppure esisto son carne ed ossa
anche s’ho fame non scippo la borsa.


Sarei disposto a fare il pagliaccio
col naso adunco e l’occhio sguincio
mi taglierei finanche l’orecchio
per cogliere almeno un sommo pernacchio.


Mi chiamo Giufà e col pane inzuppato
tutte le lacrime ho consumato
adesso che crepo di fame e di sete
s’inchina il fossore vestito da prete.



Share |


Poesia scritta il 02/02/2017 - 13:03
Da Francesco Scolaro
Letta n.306 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Giufà, un nome ricorrente nelle tante favole che mi raccontava mia zia ... anche là era sempre Lui che poverini sbagliava e ne combinava di tutti i colori con un po di commozione me ne ricordo, e allora un grazie da parte mio poesia molto sentita!

Francesco Curro 06/02/2017 - 17:28

--------------------------------------

Molto piaciuta complimenti per lo stile con cui l'hai composta.Bravo 5*

Paolo Perrone 04/02/2017 - 08:47

--------------------------------------

Giufà un seme sensibile portato dal vento...tristezza nel cuore e tanta emozione, perché sa ridere e piangere allo stesso tempo, cosa assai rara...come la tua poesia armonica e ben ritmata...ammalia!5* Complimenti Francesco

margherita pisano 02/02/2017 - 19:56

--------------------------------------

una poesia scritta con vera maestria
complimenti

laisa azzurra 02/02/2017 - 19:55

--------------------------------------

Che dire: Giufà hai scritto una gran bella simpatica (con un significato reale)poesia,ciao

andrea sergi 02/02/2017 - 18:45

--------------------------------------

Quartine d'intenso... seguitate diligentemente.
Una metafora poetica... a quanto scorriamo nel quotidiano... amareggiandoci.
Lieto meriggio, Francesco.
*****

Rocco Michele LETTINI 02/02/2017 - 16:33

--------------------------------------

N'autra vota la matri cci dissi:-Giufà, haiu sta pezza di tila ca m'abbisugnassi di falla tinciri; và nna lu tincituri, chiddu ca tinci virdi, niuru, e ci la lassi pi tincilla. 5*

GIANCARLO LUPO POETA DELL'AMO 02/02/2017 - 16:01

--------------------------------------

Mi ricorda Dalla piacevole e significativa, sotto mentite spoglie.

Teresa Peluso 02/02/2017 - 14:21

--------------------------------------

Mi ricorda Dakka. Piacevole e significativa, sotto mentite spoglie.

Teresa Peluso 02/02/2017 - 14:19

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?