Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella cittą...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di lą della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchģ scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

SUPPLICA A MIA MADRE

L'immagine di te
curva sul tramonto
del giorno e della vita
mi perseguita.
Mi perseguitano i tuoi occhi
ludici ora
spogli di vita
giocattoli sparsi
in un'altalena di sospiri.
Mi perseguita
il tuo nome di madre
un tempo solo un richiamo
ed ora la vetta
che vorrei mordere
per saziarmi
con la croce del tuo dolore.
Mi perseguitano
gli istanti di vita
che ti hanno negato
questo figlio.
Mi inginocchio ora
nel santuario
della tua memoria
perchč
non siano solo i sogni
l'unico trastullo
per restituirmi a te.


Share |


Poesia scritta il 27/03/2017 - 16:50
Da antonio girardi
Letta n.219 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Meravigliosa

Rosi Rosi 28/03/2017 - 11:44

--------------------------------------

Una intensa ed esplicita supplica per un tesoro chiamato: MAMMA!
LIETA GIORNATA, ANTONIO.
*****

Rocco Michele LETTINI 28/03/2017 - 06:32

--------------------------------------

La cosa pił importante č l'amore che resta immutato nel tempo...mai potrą spegnersi e consola ogni rimpianto.
Molto bella... mi sembra di conoscerla, ma, forse mi sbaglio! Ciao Antonio

margherita pisano 27/03/2017 - 22:57

--------------------------------------

Triste rimpianto, toccante !

genoveffa frau 27/03/2017 - 21:25

--------------------------------------

in un abbraccio etereo meraviglioso
commovente Antonio, bellissima

laisa azzurra 27/03/2017 - 20:31

--------------------------------------

Stupenda.

Mimmi Due 27/03/2017 - 20:16

--------------------------------------

versi molto struggenti di un figlio che non si da pace e rimangono i sogni a consolare

GIANCARLO POETA DELL'AMORE 27/03/2017 - 19:33

--------------------------------------

Versi struggenti di un figlio che avverte la mancanza della madre ora pił di allora e quindi non rimane che il desiderio, anche se lontano nel tempo, di ritrovare oltre i sogni, momenti di consolazione....Gran bella poe, ciao

Francesco Scolaro 27/03/2017 - 19:03

--------------------------------------

Versi toccanti, molto bella complimenti. 5*

Angela Randisi 27/03/2017 - 19:03

--------------------------------------

Commovente. Quando mancano al nostro affetto, ancora piu' struggente e' la nostalgia.

Teresa Peluso 27/03/2017 - 18:07

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?