Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Esistenza (C)

Chiamati Esseri Umani
e far parte di questo girotondo,
senza sapere davvero cosa siamo,
delle nullità create nel mondo.
Miliardi di cellule nel corpo distribuite
consentono le funzioni essenziali
per il nostro esistere,
eppure così piccoli in questo infinito.
Con aria arrogante cammina sul mondo
senza chiedersi quale lo scopo della sua esistenza.
Crede di essere un gigante
forte e imbattibile contro ogni tempesta,
e pensa di cambiar la sorte,
mentre siede dietro una finestra
con le mani a sostener la testa,
piangendo e pensando
a quanto piccolo qui sia.
Noi che possiamo solo ricalcare
le linee del nostro destino.
R.P. 14/12/2016 (c)


Share |


Poesia scritta il 05/04/2017 - 14:50
Da Rosi Rosi
Letta n.252 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Grazie Giulia e grazie Paolo

Rosi Rosi 06/04/2017 - 10:40

--------------------------------------

Bella e riflessiva complimenti Rosi 5*

Paolo Perrone 06/04/2017 - 10:30

--------------------------------------

Significato profondo e condivido. Molto belli i tuoi versi.

Giulia Bellucci 06/04/2017 - 08:01

--------------------------------------

Grazie Rocco
Buona giornata

Rosi Rosi 06/04/2017 - 06:52

--------------------------------------

UN ACUTO VERSEGGIO DILIGENTEMENTE TRASMESSO...
LIETA GIORNATA, ROSI.
*****

Rocco Michele LETTINI 06/04/2017 - 05:12

--------------------------------------

Grazie mille Laisa e grazie Bruno

Rosi Rosi 05/04/2017 - 20:35

--------------------------------------

Ciao Rosi,molto significativa,forse l'hanno capito,"I potenti",che siamo un granello di sabbia nel "Deserto".
Un abbraccio.

Bruno Abbondandolo 05/04/2017 - 20:29

--------------------------------------

la chiusa è già di per sè "vera poesia"
noi che...che dire?
hai scritto già tutto perfettamente TU

laisa azzurra 05/04/2017 - 20:25

--------------------------------------

Grazie Francesco

Rosi Rosi 05/04/2017 - 19:58

--------------------------------------

Il fatto è che non abbiamo capito nulla della vita, il nonstro atteggiamento tronfio fa si che ci sentiamo i padroni del mondo mentre poi nei momenti bui tremiamo come le foglie (al netto delle eccezioni si intende). Riflessione condivisa ed apprezzata. Bravissima

Francesco Scolaro 05/04/2017 - 19:07

--------------------------------------

Grazie Francesco

Rosi Rosi 05/04/2017 - 18:53

--------------------------------------

Dell’esistenza.. mi piace molto l’immagine del girotondo, oltre i significati profondi della tua poesia..

Francesco Gentile 05/04/2017 - 18:15

--------------------------------------

Grazie Giancarlo

Rosi Rosi 05/04/2017 - 17:26

--------------------------------------

arroganti arrivisti padreterni in terra se li tocchi sono fragili come bicchieri molto bella 5*

GIANCARLO POETA DELL'AMORE 05/04/2017 - 17:24

--------------------------------------

Grazie Alfonso

Rosi Rosi 05/04/2017 - 16:39

--------------------------------------

La teoria Darviniana ci rappresenta come un'aggregazione di cellule, pura materia, teorie filosofiche ci dicono che abbiamo anche un'anima, ma in ambedue i casi la nostra difficoltà di esistere non può essere nascosta e quando una lacrima appare sul viso dimostriamo la nostra fragilità.
Riflessione molto profonda, intensa e ben interpretata.

ALFONSO BORDONARO 05/04/2017 - 16:37

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?