Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
Sindrome di Stendhal...
Beatrice...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



LA LUCE DI UNA FENICE

Fuochi fatui
le nostre esistenze


ci bruciamo carne e cuore


scintille che cadono
spente nell'oscurità


sulle vie di un fragile dolore


Io sono una guerriera
disarmata da un sorriso


nel lampo del tuo amore


Il tempo è una benda sugli occhi
nel buio che attraversiamo


ma non ci salva un'ottusa cecità,
il male ci circonda


e a volte bussa dentro


alle porte di un senso di nulla,
sussurrando il mio nome


Eppure la speranza sorge,
ha gli occhi luminosi di un bambino



Il mio continuo morire
è, per chi può capire,


la luce di una fenice



Share |


Poesia scritta il 22/05/2017 - 17:58
Da Sabry L.
Letta n.208 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Una bellissima poesia pregna di speranza.Splendide metafore.Brava Sabry.

antonio girardi 24/05/2017 - 13:32

--------------------------------------

La fenice risorge sempre dalle sue ceneri, la vita forgia e la luce illumina, splendida e condivisa

genoveffa frau 23/05/2017 - 20:06

--------------------------------------

A volte si muore e si ha il dovere di rinascere per continuare a lottare per noi stessi e per gli altri. La forza ci viene dal di dentro e c'incita ad andare avanti. Poesia di belle immagini e valide metafore che ho molto apprezzato. Un saluto Sabry!

Grazia Denaro 23/05/2017 - 15:22

--------------------------------------

SABRY....già risorgere come la Fenice....forse siamo come lei ogni volta che cadiamo ci risolleviamo lo facciamo istintivamente. L'essere umano come puoi costatare anche di fronte a tragedie alza sempre la testa perche si muore e si rinasce è cosi anche per l'amore si diventa più forti.Bella poesia credo di averla interpretata bene esprimendo il mio concetto di rinascita. Buona giornata

mirella narducci 23/05/2017 - 09:43

--------------------------------------

Bella, belle immagini, prima di decretarmelo ho dovuto rileggerla. Però dai ... se il male bussa dentro ... basta non rispondere ... e lui passa oltre ... o no!

Wilobi . 22/05/2017 - 23:43

--------------------------------------

Se fossi Fenice, risorgerei luminoso dopo ogni cocente sofferenza. Complimenti per il tema trattato, per come lo hai trattato e per le riflessioni che hai generato.

Ken Hutchinson 22/05/2017 - 22:02

--------------------------------------

Ciao sabry chi si rivede......te l'hanno già commentata e cercato di dare una interpretazione degna.Non mi resta che dirti bella poesia e augurarti una bella serata

Mirko Faes 22/05/2017 - 21:38

--------------------------------------

io non sono un psicologo è certo che è un'opera molto ricercata il tuo continuo morire e rinascere come una fenice 5*

GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 22/05/2017 - 21:30

--------------------------------------

Morire a se stessi per rinascere ogni volta nuovi e pronti a una nuova morte. Molto bella. Giulio Soro

Giulio Soro 22/05/2017 - 20:12

--------------------------------------

Spesso l'ambiente circostante mente ai nostri occhi che non sanno vedere oltre la realtà. Perché ognuno vede la sua realtà. ma il male a volte è interiore, non lo sappiamo riconoscere e si mescola con quello esterno, mentre il tempo ci inganna facendoci sembrare più o meno lunga quella circostanza a seconda del nostro stato d'animo.

ALFONSO BORDONARO 22/05/2017 - 19:49

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?