Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

E la Luna parló al ...
Ho visto una stella...
Mi piace tutto di te...
Il nulla...
La tua assenza mi ha...
Il Pavone vanitoso...
Maria grazie di esis...
amo la pioggia...
Al cimitero dei carr...
Settembre...
MAROTTA: Family Beac...
Spesso ogni piccola ...
UCCELLI di MALO AUGU...
IL MISTERO DELL\\'EM...
Notturno n.4...
NOI LA VITA...
Agrigento e la Festa...
Piccola cosa...
Il Nero...
Gioventù...
IL MIO AVATAR...
E tacque attorno a n...
FIORI D'ARANCIO...
A ME STESSO...
LA PENDOLA...
Di notte...
Vorrei essere......
Io...
Brezza...
Svegliati è tardi......
Qualcosa che non va...
19 AGOSTO ER COMPLEA...
Non ti chiedere se ...
L’uomo dovrebbe fare...
Dolcezza...
il suo nome...
Falò di pensieri...
Italia mia...
RESILIENZA...
Gli alberi intorno...
Specchio spiatore...
Illusione o realtà?...
Le mie parole sono l...
Quando arriverà il m...
La Pecora nera...
Dove nel cosmo è bui...
Tristezza per la gen...
Ne ho baciate tante ...
Nei nostri sorrisi...
SAHEL...
Contro il destino...
Sandrone...
EVOLUZIONE DELL\'AN...
Non li merito gli oc...
STRAGI...
NOARE O STAR NEGÀ...
l'attesa di guardart...
LA RAGIONE...
Estati su\' di uno s...
LA NOSTRA PROMESSA...
Dentro la scatola di...
CONQUISTA...
La fretta dei giorni...
Fila, filastrocca...
ANCHE PER UN SOLO IS...
Voglio solo la mia l...
...UN AMORE CHE È CO...
Ancora una volta...
Non è ancora quel te...
PER AMMAZZARE IL... ...
il gommone...
Fantapoesia...
Canto della cuna del...
Questa è la vita ? ...
Preghiera alla divin...
NESSUNO...
È perché non sai chi...
Mare verde...
Schizzi di luce (poe...
RICAMI DI LUNA...
Il prestigio di una ...
Nel mercato dell'int...
La mente e il cuore...
A mio favore...
Un cielo troppo gran...
Alla mia Cri...
gli elementi...
Per tutta l'eternità...
Senza armonia...
Mia Madre...
A te e a me...
LA NINNA NANNA DELLA...
Il regno animali ...
Ostetrica(C)...
PIUMA AL VENTO...
PAURA DEL SILENZI...
STELLA...
L'ignoto...blu...
Sentimenti...
Davanti a noi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

VECCHIO CASTAGNO

Centenario castagno
che ti ergi solenne
dove il bosco si fra sacrario
di quando,
tenero virgulto,
tremavi al vento
che ti portava il pianto e
il sangue immolato
sull’altare di un ideale.
Battono
ancora i rintocchi,
a cadenzare gli anni,
quando lacrimi i tuoi frutti
nel sudario della terra.
Per ricamare di ricordi
tappeti soffici di foglie
dove l’uomo
si inginocchia,
nel mondare di quel fiore
la sua fragranza e
offrire lo sguardo al cielo,
un palpito di cuore
sulle ali di una preghiera.



I boschi di Pederobba in provincia di Treviso sono stati teatro di uno dei fatti più cruenti durante la prima guerra mondiale. I numerosi castagni che li popolano sono stati testimoni di questi tragici eventi. In questi giorni ricorre il centenario.



Share |


Poesia scritta il 28/07/2017 - 13:53
Da antonio girardi
Letta n.182 volte.
Voto:
su 10 votanti


Commenti


Sublime nel corredo poetico.
Lieto meriggio.
*****

Rocco Michele LETTINI 29/07/2017 - 16:25

--------------------------------------

Ogni luogo si porta appresso la sua croce che fossero eventi ridondanti che eventi considerati di basso profilo.Bravo Antonio

Mirko Faes 29/07/2017 - 14:15

--------------------------------------

Stupenda, emozionante Antonio...scritta con tutta la tua bravura poetica.
Complimenti!

margherita pisano 28/07/2017 - 23:16

--------------------------------------

Una poesia impegnativa che riguarda un toccante e forte avvenimento. Scritta con eleganza e sensibilità! Molto bella e significativa! Ciao Antonio..un caro e sincero saluto a te grande poeta!

Ilaria Romiti 28/07/2017 - 22:37

--------------------------------------

La tua poesia mi ha consentito di aggiungere un altro granello di conoscenza e per questo ringrazio te, caro Antonio e ringrazio i castagni quali testimoni di storia vissuta. Complimenti.

Ken Hutchinson 28/07/2017 - 22:30

--------------------------------------

Elevatissima poesia, mirabile, eccelsa..

Francesco Gentile 28/07/2017 - 19:56

--------------------------------------

superba
per eleganza e contenuto
sinceramente, meravigliosa

laisa azzurra 28/07/2017 - 19:52

--------------------------------------

Poesia mirabile, interessante la nota. Bravo Antonio, lodi e complimenti sentiti.

Paolo Ciraolo 28/07/2017 - 18:18

--------------------------------------

Caro Antonio a parte la bellezza della poesia ti ringrazio per l'informazione ,non sapevo dei boschi di Pederobba,ciao

andrea sergi 28/07/2017 - 17:48

--------------------------------------

Bello ricordare i morti per la patria ed i luoghi in cui avvennero cruente battaglie. Non si deve dimenticare!

Teresa Peluso 28/07/2017 - 15:47

--------------------------------------

Un'ode davvero bella di un luogo divenuto sacrario di morti cruente ed eroiche. Complimenti, un saluto!

Grazia Denaro 28/07/2017 - 15:30

--------------------------------------

Stupenda poesia.

Mimmi Due 28/07/2017 - 14:43

--------------------------------------

Stupenda poesia.

Mimmi Due 28/07/2017 - 14:43

--------------------------------------

Bellissima.
Il castagno centenario sicuramente piange per quella guerra.
Un caro saluto
Nicol
5 stelle

Nicol Marcier 28/07/2017 - 14:33

--------------------------------------

molto bella l'altare della follia dell'uomo

GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 28/07/2017 - 14:16

--------------------------------------

Il castagno è diventato altare dove piangere la follia dell'uomo...
Bella, grazie.

Grazia Giuliani 28/07/2017 - 14:01

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?