Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

VECCHIO CASTAGNO

Centenario castagno
che ti ergi solenne
dove il bosco si fra sacrario
di quando,
tenero virgulto,
tremavi al vento
che ti portava il pianto e
il sangue immolato
sull’altare di un ideale.
Battono
ancora i rintocchi,
a cadenzare gli anni,
quando lacrimi i tuoi frutti
nel sudario della terra.
Per ricamare di ricordi
tappeti soffici di foglie
dove l’uomo
si inginocchia,
nel mondare di quel fiore
la sua fragranza e
offrire lo sguardo al cielo,
un palpito di cuore
sulle ali di una preghiera.



I boschi di Pederobba in provincia di Treviso sono stati teatro di uno dei fatti più cruenti durante la prima guerra mondiale. I numerosi castagni che li popolano sono stati testimoni di questi tragici eventi. In questi giorni ricorre il centenario.



Share |


Poesia scritta il 28/07/2017 - 13:53
Da antonio girardi
Letta n.249 volte.
Voto:
su 10 votanti


Commenti


Sublime nel corredo poetico.
Lieto meriggio.
*****

Rocco Michele LETTINI 29/07/2017 - 16:25

--------------------------------------

Ogni luogo si porta appresso la sua croce che fossero eventi ridondanti che eventi considerati di basso profilo.Bravo Antonio

Mirko Faes 29/07/2017 - 14:15

--------------------------------------

Stupenda, emozionante Antonio...scritta con tutta la tua bravura poetica.
Complimenti!

margherita pisano 28/07/2017 - 23:16

--------------------------------------

Una poesia impegnativa che riguarda un toccante e forte avvenimento. Scritta con eleganza e sensibilità! Molto bella e significativa! Ciao Antonio..un caro e sincero saluto a te grande poeta!

Ilaria Romiti 28/07/2017 - 22:37

--------------------------------------

La tua poesia mi ha consentito di aggiungere un altro granello di conoscenza e per questo ringrazio te, caro Antonio e ringrazio i castagni quali testimoni di storia vissuta. Complimenti.

Ken Hutchinson 28/07/2017 - 22:30

--------------------------------------

Elevatissima poesia, mirabile, eccelsa..

Francesco Gentile 28/07/2017 - 19:56

--------------------------------------

superba
per eleganza e contenuto
sinceramente, meravigliosa

laisa azzurra 28/07/2017 - 19:52

--------------------------------------

Poesia mirabile, interessante la nota. Bravo Antonio, lodi e complimenti sentiti.

Paolo Ciraolo 28/07/2017 - 18:18

--------------------------------------

Caro Antonio a parte la bellezza della poesia ti ringrazio per l'informazione ,non sapevo dei boschi di Pederobba,ciao

andrea sergi 28/07/2017 - 17:48

--------------------------------------

Bello ricordare i morti per la patria ed i luoghi in cui avvennero cruente battaglie. Non si deve dimenticare!

Teresa Peluso 28/07/2017 - 15:47

--------------------------------------

Un'ode davvero bella di un luogo divenuto sacrario di morti cruente ed eroiche. Complimenti, un saluto!

Grazia Denaro 28/07/2017 - 15:30

--------------------------------------

Stupenda poesia.

Mimmi Due 28/07/2017 - 14:43

--------------------------------------

Stupenda poesia.

Mimmi Due 28/07/2017 - 14:43

--------------------------------------

Bellissima.
Il castagno centenario sicuramente piange per quella guerra.
Un caro saluto
Nicol
5 stelle

Nicol Marcier 28/07/2017 - 14:33

--------------------------------------

molto bella l'altare della follia dell'uomo

GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 28/07/2017 - 14:16

--------------------------------------

Il castagno è diventato altare dove piangere la follia dell'uomo...
Bella, grazie.

Grazia Giuliani 28/07/2017 - 14:01

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?