Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Eppur mi sono scorda...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...
Bava di lumaca...
Quella ragazza...
Il migliore amico de...
OTTO DICEMBRE di En...
Lupo sdentato...
Ascolta se vuoi....
Ogni fiume segue il ...
Passerà la festa...
Cappuccetto Rosso e ...
La bocca di un crate...
Un angelo senza nome...
Un altro giorno...
Tu vai, io sono qui...
Solamente felicità...
In Do maggiore...
AD ALDO MINIUSSI, CA...
Tornando a casa...
Solitudine...
UN LUPO NON TRO...
e dimenticare...
Imparare dalla sempl...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

HAIKU nr. 18

L'albero addobba
maggio, gli cambia forma -
mangi se cucchi


Share |


Poesia scritta il 12/08/2017 - 08:24
Da Wilobi .
Letta n.186 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


In sole 17 sillabe quanti ricordi si addensano e, con essi, quante belle emozioni! Bravo. 5* e l'augurio di una buona notte. Aurelia

Aurelia Strada 13/08/2017 - 23:12

--------------------------------------

Capitava anche di mangiare tutto lì per lì dividendo con gli altri partecipanti ... gioia e gloria, come pane e prosciutto. Ora soldi e coppe ... l'evoluzione che vogliamo, come io ho vinto e tu no.

Wilobi . 13/08/2017 - 10:18

--------------------------------------

Grazie Rocco è sempre il tempo delle carezze. Anche e specialmente quando sfogli ricordi di gioventù. Quando di maggio avvolto di magica euforia, in zero secondi t'infilavi vecchi cenci e con altri tre, quattro amici affrontavi l'avventura. Età in cui ti sentivi più forte della paura o forse eri solo avventato. Era sempre una festa, dove abitavo lo facevano alla sagra rionale. La presenza dei mercenari (quelli che si preparavano e partecipavano a tutte quelle che giungeva al loro orecchio) non si poteva escludere, ma partecipare era bello lo stesso. La folla a inneggiare e tu a sporcarti di terra a più non posso per impegnarti nell'impresa. Ti andava bene se non eri tra quelli (i primi) che pulivano un po' il palo che nel grasso era avvolto. Ah ... se ci ripenso che offesa alla sicurezza, ma ora ho un occhio diverso. Comunque bello, c'era ancora il prosciutto attaccato in cima oltre ad altri generi alimentari .

Wilobi . 13/08/2017 - 10:18

--------------------------------------

Il tempo delle carezze in un haiku perfetto.

Lieto meriggio.
*****


Rocco Michele LETTINI 12/08/2017 - 15:43

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?