Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Polvere......
Nitente (Alinea I)...
Orizzonti...
STRUTTURA DI OCCHI C...
LA MAGIA DELLA LUCE...
I VERSI...
ER PAJACCIO di Enio ...
Uno...
Il veliero...
Prigioniera...
Gli amanti...
Taburno...
L'ESTATE DEL FALCO...
La breve estate dell...
Ad occhi chiusi...
L'indifferenza...
L'insegnante degli i...
Quella calda estate ...
SILENZI...
Enigmatico...
Anima inquieta, mio ...
Non si spiega tutto ...
PIOVE...
No Selfie...
Chiesa di Sant'Elia ...
Codice...
Se conosci la triste...
Scegli sempre quello...
Il Caso....
All'amico...
Genova...
Arriva da lontano...
Stelle cadenti...
AMARCORD...
LA SCERTA di Enio 2...
Giocare con le parol...
Tramonto ad oriente...
Chiudendo bene gli o...
Ascolta il vento....
presso un castello...
Lasciare...
I due volti della no...
SENSAZIONI...
QUANTI PERCHE'...
Evanescenza...
Le piccole anime...
Ti cercherò...
Senza via d'uscita...
TROPPE NOEMI...
Rondini...
Solstizio d'estate...
inquietudini le mie ...
Dolcemente ti dirò...
INFERNO ROSSO...
Quando guardi il cie...
Campidano...
lei temeva il buio...
Un esempio da... non...
Domani è un altro gi...
C'è chi dipinge la ...
Non hanno età...
PIOVE SUR BAGNATO (...
Dolce Carezza...
Spensieratezza...
Come un subacqueo...
HAIKU...
E' oggi il giorno mi...
Sconosciuto...
Dietro i tuoi occhi...
Aquila...
Curriculum Vitae...
Il treno...
Vestiti...
SARO' DI TE...
Risveglio...
VIAGGI DIVERSI...
Cavalco le onde dell...
Alba marina...
L'ira di Lorenza...
La lettera...
Padre Vostro...
A Nòtt...
Quel sussurro...
Quel sorriso...
Nuovi aquiloni...
Le magiche lucciole ...
Quel taxi...
Si può dire grazie s...
L'amante...
Il morso della taran...
L' INFELICITA' SI...
Buon compleanno...
E' nella supponenza,...
La prima estate al m...
Faccia da Cereali...
LIBERTA'...
Falsi d'autore...
Arrivi tu...
Nostalgia amara...
Chiamatemi Aquila...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

BRIVIDI

Silenzio inverecondo regna
in questo micro tempo vincitore.


Ora che i brividi giungono al cuore
come se la felicità non fosse mai esistita,
io, dietro i vetri della mia finestra,
vado sfaldando i resti dell’attesa.


E mi abbraccio, quasi innamorato
di ciò che non riesco a dimostrare,
dell’aria ingenua che mi ha pervaso
da quando bimbo credevo nelle fate.


Mi porto al collo un lembo di coperta
ma non del gelo tutta è la colpa.


Sono brividi d’insana solitudine
che spossa e spossa più dei ghiacci,
che spoglia la mia anima indifesa
e la trafigge senza che sangue n’esca.


Mi coprirò, aspetterò la dolce luna
ma questa notte alle abusive stelle
intimerò di togliersi dal campo.
Non ho la voglia di legittimarle…




*
Anno di stesura 2007



Share |


Poesia scritta il 08/11/2017 - 13:31
Da Aurelio Zucchi
Letta n.231 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Ringrazio tutti per la lettura e i commenti.

Aurelio Zucchi 23/11/2017 - 10:37

--------------------------------------

un lembo della coperta a proteggere dalla solitudine
ed è "bellezza"

laisa azzurra 09/11/2017 - 21:55

--------------------------------------

Molto bella!

Grazia Giuliani 09/11/2017 - 20:25

--------------------------------------

C'è un grande senso di delusione in questa bellissima poe, come se l'ingenuità avesse guidato tratti della vita per poi ritrovarsi in solitudine con tanti rimpianti addosso. L'autore tratta con grande capacità poetica l'argomento utilizzando uno stile ben curato e di alta caratura, complimenti, ciao

Francesco Scolaro 09/11/2017 - 19:23

--------------------------------------

ottima cattura l'attenzione 5* e la rileggo...

enio2 orsuni 09/11/2017 - 11:57

--------------------------------------

Trovo molto belle le parole:i resti dell’attesa.Anche il resto è notevole.Complimenti

Mirko Faes 08/11/2017 - 22:20

--------------------------------------

Proteggersi da ciò che fa soffrire l'animo, un gesto istintivo che oggi nasce sempre più spesso in un mondo che non è quello che vorremmo....
Questa emblematica "coperta" che ci si porta addosso per attenuare il peso di un distacco da ciò che non ci rende soddisfa affatto.....
Anche qui una bellissima metafora poetica!

Alessia Torres 08/11/2017 - 18:33

--------------------------------------

Un senso di solitudine, di impotenza sembra permeare il protagonista di questa poesia, che non vuole legittimare le stelle. Bella poesia. Giulio Soro

Giulio Soro 08/11/2017 - 18:16

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?