Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Sono ore calde e interminabili

Sono ore calde e interminabili,
di passatempi ve ne sono a iosa,
ma l'unico a me disponibile
è quello di pensarti,
pensarti nel mentre d'un abbraccio
quando vibrante sfiori il labbro
e sussurri lagrimando: "T'amo".
Ma mi accorgo
che è quello più angoscioso
perché non solo chiude
il cuor crucciato
a qualsiasi cosa accada al mondo,
ma perché suscita enorme rabbia.
Rabbia per la rarità
con cui il mio sguardo vien ferito
dai tuoi occhi
fissi su chissà quale sogno
spennellato all'orizzonte,
dai capelli tuoi armoniosi
dal vento mossi come onde marine,
e dalla bocca tua
ch'al fiatar spande calma e pace come polline.
Sono ore soprattutto irritanti,
perché puoi apparire
e incrociar un'altrui via,
anche in mezzo dì,
anche per caso,
mentre io irrequieto
attendo qui precisi istanti.
Il destino par che m'obblighi
ad osservarti solo da lontano.
Ohi quanto vorrei incontrarti ogni misero giorno,
avvertire il tuo profumo per giornate intere,
averti accanto a me per ore,
accarezzar quegli'mpensati tratti almeno per pochi attimi,
mirarti dormire intanto che la Luna
ti rimbocca le sue ricamate lenzuola d'argento,
ma non su quelle castane stelle,
che sarìa ardua gara
per chi avrìa maggior lucenza.


Share |


Poesia scritta il 23/06/2014 - 19:58
Da Alorian Alorian
Letta n.475 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?