Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

....tu, annusa...
Lei...
HAIKU N2...
Se una canzone fossi...
BUONE COSE...
Nero grafene...
DIFFICILE ETA'...
Non siamo niente di ...
LA MUSA ISPIRATRICE ...
Brezza primaverile...
Sepoltura...
DOVE SEI...
L'anno nuovo...
100% cuore...
Comprensione...
LACRIME NASCOSTE...
LA MIA VITA CON LE D...
I Draghi...
PAURA...
ROSA D\\'INVERNO...
Il test...
Mare di pioggia...
Il vento mi scompigl...
Sulle rive...
Ninetta...
Il mio niente...
L’UOMO FATTO DI STRA...
Bambola di perle...
Bieca introspezione...
La società si muove ...
POETI QUESTI SC...
Rame invecchiato...
OGGI HO PIANTO...
Confessioni di un gi...
Raggi d'amore...
Ai monti...
La città d'inverno...
Tempo e dolore...
Muri immensi......
illuso...
Purtroppo o per fort...
Vento....
L'amore breve...
Stato di coraggio....
PRE ISOLA DI MARY...
Amarti...
FUOCO...
Lucio IL GRANDE...
Rabbrividisco...
per fortuna che ho l...
Attitudine naturale...
Poesia d'Amore...
Angeli distratti...
HO AMATO...
DEMOCRAZIA di Enio 2...
...e tutto muove...
Esecuzione Capitale...
Di più...
Pianeta...
DOLCI OCCHI TUOI...
requiem...
Prima che sia giorno...
IL PENSIERO...
Onde d\'amore...
L'ultima salita...
Rime allucinate...
Domani verrà...
Te stessa......
Resilenza...
Femme fatale...
FELINO...
Labbra Rosse...
AMICA POESIA...
Discriminazione e di...
Senza risposte...
Per mio padre...
Sotto pelle...
Non te l'ho detto e ...
Nello stagno...
A Sara......
Sto al gioco...
Gabbiani....
come si chiama l'e...
PRINCIPE E PRINCIP...
UN FIORE NELLA NEVE...
Vittoria...
Quasi......
Il nostro amore...
Nostalgia...
Mai cosí tanto ti ho...
INNAMORARSI E NON MO...
Quando...
Sarà così, un giorno...
ALLORA...
ADOLESCENZA...
ER PENNACCHIO DER ...
GIADA- Prima Parte....
Di lui...
Fiammina...
Gossip...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Immortale via

Dannazione divina che crollerai
nell’indicibile arcano del cuore,
dell’immortale via trafugata
avrai scempi di sguardi
su lacerati abbigli del sole.


Che Iddio mai più mi sostenga
nel tuo buio fuggiasco
mentre nude le membra,
prive di luce adempiono
d’ogni stella fuggente
l’immediata salvezza.


Dai dilemmi che ti reggono
sull’aggraziato mio pulsare,
messo in croce uno ad uno,
come volo divino
oltre confini di mondo,
io ti perdono
per svestir d’oro e virar
l’invocata tua oscurità;
così sarà l’estasi dei sensi,
l’aurora trasudata di voce
ed il caldo mio corpo,
stesi ancora sul letto,
ammaliati d’una nuova
sofferta
ma grande alba.


E poiché salirò tra rosse vallate,
senza più fondamenta
né collere o barriere
che possano esularmi
d’un tuo sperato ritorno,
ne raccoglierò ogni pezzo incompreso
coprendoti d’ogni sfarzo perduto
che mi salverà e mi griderà:
“Che notte, ogni notte!”



Share |


Poesia scritta il 22/07/2014 - 23:44
Da domenico pesci
Letta n.324 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?