Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Discriminazione e di...
Senza risposte...
Per mio padre...
Sotto pelle...
Non te l'ho detto e ...
Nello stagno...
A Sara......
Sto al gioco...
Gabbiani....
come si chiama l'e...
PRINCIPE E PRINCIP...
UN FIORE NELLA NEVE...
Vittoria...
Quasi......
Il nostro amore...
Nostalgia...
Mai cosí tanto ti ho...
INNAMORARSI E NON MO...
Quando...
Sarà così, un giorno...
ALLORA...
ADOLESCENZA...
ER PENNACCHIO DER ...
GIADA- Prima Parte....
Di lui...
Fiammina...
Gossip...
L'orizzonte...
Stelle sbronze...
Nel vento di una ros...
Non aspettar domani...
Insolita, affascinan...
BRICIOLE...
La modestia è... l'...
Volo di gabbiani...
La poesia abita…...
Il tuo divano rosso...
IL VELIERO AZZURRO...
Orizzonte...
Violento bruciare...
Copiosa pioggia...
lasciami andare...
Graffi...
CONCHIGLIA...
Mi girano sempre le....
Cercando il mare...
A Farla Ammattire...
Tra le nuvole un pen...
ADORANDO IL PECC...
A2...
AL DI LÀ DEI TUOI OC...
altrove...
Insidiosa polvere...
Gino, quando parla, ...
L'amore per le picco...
A volte...
Solitudine di città...
FUSIONE...
L' ira...
Amarmi...
Il matrimonio la fia...
NON BRUCIO LA SPERAN...
GRANDINE E PIOGGIA E...
Speranza...
SUDARIO DI SETTEMBRE...
Padre...
Tu sei...
Mentre guardo la Lun...
Clair...
Accomiato...
Finestra...
DANNATI E COMPLICI...
I miei silenzi...
Vuoto assoluto...
C'era una volta...
Riconoscersi in una ...
Dorati Veli...
Non c'ero...
Unione...
Non sono poeta né sc...
ORA COME MAI...
ANGOLO DI PARADISO...
Il circolo di ogni c...
Nebbia e poesia...
Verso sera...
Malsano...
Da quali stelle?...
venere...
Palcoscenico Diaboli...
Don Matteo 11...
Angeli....
Davanti a una porta ...
Pensando a lei... Se...
la bella addorentata...
Befana = Mamma...
IN INVERNO NON SI FA...
l\'inganno...
ANATOMIA DI UN ...
Tu...
Mete coraggiose...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'ORA DELL'ASSENZA

Scocca l’ora dell’assenza
tra il cielo il campanile e me.


Ignobili fracassi s’abbattono
su languori distratti da frenesie.


Né coscienze e né brividi,
né succulente pozioni bastano più
poiché striscio a terra sospeso
tra languidi fragori
e sobri tappeti di lacrime.


Siamo corrosi dal verde rame delle campane
ed armistizi di piccioni ingombranti,
mentre il batacchio di sangue
picchia esalazioni per il sacro fuoco.


Taglienti come lame di spade
tenere come piume di cristallo,
le fiamme c’inseguono ci vogliono
trapassando le membra agognate
nell’ora tarda dell’assenza.


Chi meglio di loro scandisce l’assassinio della ragione
all’implacabile scontro tra anima e collera?


La collera già…


Un temporale arriverà rinfrescando l’oblio
con talentuosi veleni di viola labbra vergate.


Che mi sia restituito l’azzurro!
nell’ora esausta dell’assenza.


Dalle ceneri oramai purificate
s’innalza lo squillo trionfante,
il sospiro s’incarna assoluto.


Forse il tempo rimane immobile al tempo
e sarà già l’ora di quell’ora,
che io barcolli tra me il campanile ed il cielo
lo strazio d’un bugiardo istante,
il sublime d’un eterno rintocco
su cui scorrono le inermi tue spoglie.



Share |


Poesia scritta il 10/10/2014 - 22:23
Da domenico pesci
Letta n.324 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


era un minuto d'emozione vissuto tra me ed un campanile d'una città che mi aveva rapito l'anima.
Ah leggiti quella nuova e commentala so anche scrivere in modo scherzoso ma sempre misterioso cara Claretta,altrimenti dicono e pensano che ilk mio stato d'animo sia suicida ma è tutto l'incontrario.Il titolo della mia nuova lirica è:PER FINI PALATI

domenico pesci 12/10/2014 - 14:44

--------------------------------------

Può capitare di mal interpretare l'altrui pensiero,però perché non sei così gentile e visto che non ci sono arrivata mi spieghi? Mi farebbe davvero piacere ciao.

Claretta Frau 11/10/2014 - 20:47

--------------------------------------

Cara Claretta frau hai mal interpretato la lirica.
Invece per Michaela gabriele hai centrato anche se il tuo commento... Bhe ognuno mostra quelllo che ha, infatti sei proprio tu che avendo espresso questo pensiero ti sei suicidata in mezzo i miei versi,leggiti l'ultima frase.

domenico pesci 11/10/2014 - 20:40

--------------------------------------

non ti buttare di sotto dal campanile...!

michaela gabriele 11/10/2014 - 18:13

--------------------------------------

Non so se ho ben interpretato, ma leggo fra queste righe il dolore per una perdita, un dolore talmente acuto e incollerito per l’ingiustizia subita, che vorrebbe mettere a tacere tutto ciò che lo circonda e infine riappropriarsi di una fetta d’azzurro cielo per ritrovare la serenità.

Claretta Frau 11/10/2014 - 16:40

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?