Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Non aver fretta di m...
La partita di pallon...
Ci sei!...
IL PRESENTE...
Foglia frale Ness...
La comparsa...
LENTEZZA...
La Scatola Laccata, ...
Come soltanto nei so...
ACINO ACERBO...
Il dolce vento dell\...
Un'altra dimensione...
Ti amo e soffro...
CON TE NELL/INFINITO...
Tra vortici di stell...
Un metro di neve bia...
Quell'alone cupo e f...
Poco a poco...
ER LIMONE PAZZO...
Portatore di pietre...
afferra quella nuvol...
D'azzurro e sale...
Rimorso...
il gigante nano. ...
la rosa...
In certi momenti la ...
È bello vivere da il...
la luna dall'alto.....
Non voglio sognare p...
le cose semprici...
DESTINI INCROCIATI (...
E la Luna parló al ...
Ho visto una stella...
Mi piace tutto di te...
Il nulla...
La tua assenza mi ha...
Il Pavone vanitoso...
Maria grazie di esis...
amo la pioggia...
Al cimitero dei carr...
Settembre...
MAROTTA: Family Beac...
Spesso ogni piccola ...
UCCELLI di MALO AUGU...
IL MISTERO DELL\\'EM...
Notturno n.4...
NOI LA VITA...
Agrigento e la Festa...
Piccola cosa...
Il Nero...
Gioventù...
IL MIO AVATAR...
E tacque attorno a n...
FIORI D'ARANCIO...
A ME STESSO...
LA PENDOLA...
Di notte...
Vorrei essere......
Io...
Brezza...
Svegliati è tardi......
Qualcosa che non va...
19 AGOSTO ER COMPLEA...
Non ti chiedere se ...
L’uomo dovrebbe fare...
Dolcezza...
il suo nome...
Falò di pensieri...
Italia mia...
RESILIENZA...
Gli alberi intorno...
Specchio spiatore...
Illusione o realtà?...
Le mie parole sono l...
Quando arriverà il m...
La Pecora nera...
Dove nel cosmo è bui...
Tristezza per la gen...
Ne ho baciate tante ...
Nei nostri sorrisi...
SAHEL...
Contro il destino...
Sandrone...
EVOLUZIONE DELL\'AN...
Non li merito gli oc...
STRAGI...
NOARE O STAR NEGÀ...
l'attesa di guardart...
LA RAGIONE...
Estati su\' di uno s...
LA NOSTRA PROMESSA...
Dentro la scatola di...
CONQUISTA...
La fretta dei giorni...
Fila, filastrocca...
ANCHE PER UN SOLO IS...
Voglio solo la mia l...
...UN AMORE CHE È CO...
Ancora una volta...
Non è ancora quel te...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Relyks ed Erif

L'asfalto odorava ancora di pioggia. Una brezza leggera accarezzava malinconica una ragazzina, avvolta nel suo giubbotto enorme. Aveva due occhi blu elettrico, attraversati da venature di un azzurro mai visto, quasi fossero decori ghiacciati, e le labbra rosa pallido screpolate. I capelli biondo platino le incorniciavano il viso tondo e fanciullesco, per metà ficcati dentro il cappotto. Il suo sguardo perso si spostava, lentamente, su ogni particolare attorno a lei. Sembrava riuscisse ad attraversare i cuori delle persone. Era fastidioso e scomodo da accettare, ma sembrava che con un solo sguardo riuscisse a captare i pensieri che fulminei, attraversavano la mente degli altri. Era in grado, con quegli occhi che sembravano nevicare, di fermare il tempo; di catturare il suo interlocutore. Camminava lentamente, con passi stanchi e strascicati. Eppure sembrava piena di vita. Si sedette sopra un'asse di legno, nascosta fra le piante ricamate dal ghiaccio. Le lacrime caddero dai suoi occhi ma non raggiunsero la guance. Sembrava volesse stare sola. Brontolò, non appena sentì il rumore di un ramo calpestato vicinissimo a lei.
<< Cosa vuoi?>>
La sua voce fredda ma dolcemente femminile, echeggiò nel suo piccolo rifugio.
Un ragazzo alto, dai capelli che sembravano infuocati e gli occhi verde acido con pazze sfumature rossastre, distese le labbra cremisi, e la sua voce sicura tuonò più forte di quella della fanciulla, il sopracciglio inarcato e il sarcasmo pendente ad ogni sillaba.
<< Relyks... Oh Relyks... Ma quando capirai che non potrai rimanere sola per sempre? >>
Relyks taque. Un groppo le si era bloccato in gola. Non riusciva a spiccicare parola. Dopo qualche secondo, sospirò.
<< Erif... Si potrebbe sapere da quando ti interessa? >> detto questo si alzò, il vento le scompigliava i capelli. Si avvicinò a Erif. I loro occhi sembravano unirsi, nonostante fossero (anche troppo) in contrasto tra loro.
<< Da sempre. >>
Le loro labbra si unirono. Così diverse, ma così in sintonia da creare una melodia dolce e malinconica.
Ma cosa succederebbe, se il ghiaccio si innamorasse del fuoco e viceversa?
Un disastro, penserete voi. Un bellissimo disastro, aggiungerei io.
Relyks si allontanò, gli occhi in preda a pazze fiamme. Erif rimase immobile, guardandola. Lo sguardo improvvisamente ghiacciato.



Share |


Racconto scritto il 24/09/2016 - 09:02
Da Valentina Diretto
Letta n.167 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?