Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Vivere......
IL CAMPANILE...
Le mie impronte sull...
Solitudine...
Il bullo...
Fai brillare la tua ...
TORMENTO OSCURO...
RICORDI...
Settembre è vicino...
SABBIE IMMOBILI...
Impressioni sul fini...
Veni-vidi-vici...
DESTINI INCROCIATI (...
Fiore malevolo...
autostrade...
L'inizio dei 20 anni...
Non pensare...
Una piuma...
Nausea...
Ad Amatrice...
Mi sei apparsa...
Haiku PERDERSI...
LANGUIDAMENTE........
Libera nos a malo...
Il Gallo mattiniero...
EMANUELLE - sera (le...
L\\\'amore taciuto...
Le ali tarpate...
Il pescatore...
La Volpe Notturna....
SOLO TU PER SEMPRE...
Italia mia (C)...
Parole disorientate...
NERONE er bullo ...
Poeta...
CERCAMI SOTTO LA PEL...
Ora ricordo...
UNA VOLONTARIA...
Terra di Sicilia...
Non aver fretta di m...
La partita di pallon...
Ci sei!...
IL PRESENTE...
Foglia frale Ness...
La comparsa...
LENTEZZA...
La Scatola Laccata, ...
Come soltanto nei so...
ACINO ACERBO...
Il dolce vento dell\...
Un'altra dimensione...
Ti amo e soffro...
...ISTANTE DI PURA F...
CON TE NELL/INFINITO...
Tra vortici di stell...
Un metro di neve bia...
Quell'alone cupo e f...
Poco a poco...
ER LIMONE PAZZO...
Portatore di pietre...
afferra quella nuvol...
D'azzurro e sale...
Rimorso...
il gigante nano. ...
la rosa...
In certi momenti la ...
È bello vivere da il...
la luna dall'alto.....
Non voglio sognare p...
Cesare chi è ?...
le cose semprici...
DESTINI INCROCIATI (...
E la Luna parló al ...
Ho visto una stella...
Mi piace tutto di te...
Il nulla...
La tua assenza mi ha...
Il Pavone vanitoso...
Maria grazie di esis...
amo la pioggia...
Al cimitero dei carr...
Settembre...
MAROTTA: Family Beac...
Spesso ogni piccola ...
UCCELLI di MALO AUGU...
IL MISTERO DELL\\'EM...
Notturno n.4...
NOI LA VITA...
Agrigento e la Festa...
Piccola cosa...
Il Nero...
Gioventù...
IL MIO AVATAR...
E tacque attorno a n...
FIORI D'ARANCIO...
A ME STESSO...
LA PENDOLA...
Di notte...
Vorrei essere......
Io...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Dialogo tra Elio e Geo

"Elio? Cosa fai? Non starai ancora dormendo beato?" gridò Geo a gran voce per catturare la sua attenzione.
"No, cara amica di innumerevoli viaggi. Continuo la mia passeggiata perenne, vestito della mia luminosa bellezza. Viaggerò tranquillo ancora per milioni e milioni di anni, almeno finché avrò ancora l'energia sufficiente per riscaldarvi tutti."
"E poi cosa farai?" rispose Geo, un po' preoccupata.
"Ah, finirò nell'oblio, diventerò invisibile nell'universo buio, come tante altre. Lo so, non manca neanche tanto, ma così sarà." Fece una pausa e poi riprese: "ma dimmi, cosa succede lì da te. È passata quella brutta tosse?"
"Ancora no, ma non mi preoccupo: sono mali stagionali. Passerà, certo che passerà."
"Cosa dicono i tuoi innumerevoli ospiti?" chiese curioso Elio.
"Ma sai la maggior parte continua il suo normale ciclo, senza lamentarsi troppo. Ma qui è una continua lotta per la sopravvivenza. Poi c'è una specie che è così patetica, tira fuori le sue teorie, cerca di sistemare le cose secondo il suo momentaneo bisogno. Credono che tutto l'Universo sia stato creato per rendere felici loro. E sapessi come si combattono l'un l'altro! Ognuno di essi pensa di avere più diritti e non è facile che riescano a comprendere che non è così."
"Parli di quella specie che s'é chiamata umana? Ti daranno molto fastidio, immagino. Menomale che io non ho ospiti, soprattutto così molesti."
"Ma no, tranquillo, amico mio" rispose Geo con aria pacata e serena. Poi proseguì, non dopo un piccolo colpo di tosse: "purtroppo è vero, respiro male, mi sono presa delle scottature qua e là, ma vedrai che se continuano così tra un po' resterò senza ospiti. Il maggior danno lo fanno a loro stessi, io in qualche modo sopravviverò. Riesco sempre a riassestarmi. Ti ricordi quanto tempo mi ci è voluto per raggiungere questo stato? Ti ricordi quei brutti raffreddori che mi prendevo a periodi? Ma sono sopravvissuta. Magari non potrò più avere ospiti, ma anche gli altri miei fratelli non ne hanno già. Che cambia? Io non solo sola. Ho tanti amici."
"Ben detto, amica mia. Certo che da quanto mi racconti tu, in quanto io da qui non ne avverto proprio la presenza, ne hanno fatto di cambiamenti i tuoi molesti ospiti".
"Già, proprio così. Sembra ieri che erano indistinguibili dagli altri. Erano taciti e poco pericolosi. Poi hanno cominciato a ragionare, dicono loro. Subito dopo hanno pensato che io, e quindi loro, fossi il centro di tutto. Non volevano accettarlo proprio che c'eri tu invece al centro. Pian piano poi hanno capito che nemmeno tu sei immobile. Proprio in questi giorni, poi, hanno fatto una gran scoperta e ne vanno tutti fieri."
"Raccontami cara, non sto nella pelle."
" Hanno scoperto che non molto lontano esiste un altro quasi uguale a te e sette altre entità simili a me ed ora stanno fantasticando".
"Cosa fantasticano? Non penseranno di andarci! Non penseranno che Dio li ha creati per loro, così da poterne usufruire quando da te non potranno più vivere?"
"Mah, sai da loro so che ti puoi aspettare di tutto. Io sto a guardare."
"Va bene, cara amica. Ci aggiorniamo più tardi. Vado a controllare che la combustione proceda secondo quanto stabilito."
"Ciao Elio e grazie per essere sempre presente, per la tua amicizia, il tuo calore e le belle chiacchiere. Io ti seguirò sempre."



Share |


Racconto scritto il 26/02/2017 - 07:42
Da Giulia Bellucci
Letta n.252 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


La notizia di questi giorni ha fatto scalpore...e gli uomini già pronti a trasferirsi come se niente fosse!
Un bellissimo racconto, la riflessione su questa amata terra e il nostro sole è profonda, sei stata bravissima a forgiare questo splendido dialogo.
Speriamo che l'uomo egoista e arrogante si ricreda in fretta e si renda conto dove posa i suoi piedi! Complimenti!5*

margherita pisano 26/02/2017 - 21:39

--------------------------------------

Originale e ricca di contenuto. Ho pensato di trasferirmi in uno di quei pianeti, ma tu hai sparso la voce e temo "la transumanza"
Povera Geo....poveri noi
Bravissima con lode

laisa azzurra 26/02/2017 - 15:19

--------------------------------------

Un riflettere che ti eleva moralmente per quanto seguitato con ponderatezza.
Lieto meriggio, Giulia.
*****

Rocco Michele LETTINI 26/02/2017 - 14:26

--------------------------------------

Credo che le notizie di questi giorni, annunciate e di cui non abbiamo visto nulla, meritino una riflessione e tu Giulia ne hai colto subito il senso e la misura. Riflettendo su chi siamo e cosa siamo "capaci" di fare o disfare sta il significato della nostra esistenza, dove l'umiltà l'abbiamo svenduta all'arroganza di poter risolvere o salvare tutto.
Riflessione stupenda e ricca di spunti e di significati.
Grazie.

ALFONSO BORDONARO 26/02/2017 - 14:17

--------------------------------------

'Se avrai modo di leggere' volevo scrivere...come sempre faccio qualche errorino dal cellulare. Scusami.

Giuseppe Scilipoti 26/02/2017 - 11:14

--------------------------------------

L'uomo si crede più furbo della natura e crede in maniera troppo convinta che Dio preserverá per sempre.. ma dalle recenti nonché gravissime calamità mi sa che Dio è parecchio incazzato invece. Bravissima Giulia, sei un portento nel raccontare. Ho scritto e pubblicato un piccolo racconto intitolato 'Il primo e il secondo', se avrò modo di leggerlo, spero che ti piaccia poiché si tratta di un componimento senza velleità, mirato a far sorridere un pochino. Buona Domenica Giulia.

Giuseppe Scilipoti 26/02/2017 - 11:13

--------------------------------------

Molto originale questo racconto, prendendo in prestito l'ultimo rigo del tuo racconto 'Giulia, è bello leggerti. io ti seguirò sempre'. Mi è piaciuto moltissimo questo dialogo, che si rifà tra le tante cose alla recentissima scoperta di altri pianeti simili o forse addirittura uguali alla nostra amata e martoriata Terra. Un dialogo difatti intriso di verità in quanto l'uomo giorno dopo giorno si sta autodistruggendo con le proprie mani. Per quanto mi è piaciuto l ho letto un paio di volte.

Giuseppe Scilipoti 26/02/2017 - 11:09

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?