Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La fine è ormai vicina

Vedendolo li a guardarmi, gli sorrido.
Lui ricambia il mio sorriso con uno ancora più grande del mio.
Ancora con il sorriso nelle labbra, mi allontano, mentre lui era ancora lì, immobile, a fissarmi forse.
Non ho voluto, non c'ho neanche pensato di fermarmi lì a parlargli.
Non posso ancora fare finta di niente, andare lì a scambiarci due parole come feci la volta scorsa, per poi soffrirci per il resto della vita.
Se veramente ci teneva, poteva parlarmi lui e rompere lui questa continua distanza che ci separa.
Se ci teneva lo faceva e basta, senza pensare, senza esitare, ma siccome non gli interesso, continua a comportarsi come se io non ci fossi.
C'ho messo tanto per capirlo, ma ora che l'ho capito , proprio alla fine, dovrò dare un taglio a tutta questa storia.
Da oggi in poi, basta con le sofferenze, non posso sempre patire per lui ... tanto doveva arrivare il giorno in cui dovevo iniziare a credere alla verità che ho difficilmente scoperto.
Doveva capirmi, ma non mi ha capito, volevo che lo facesse, ma non l'ha fatto e questo mi può anche bastare, dopo tutte le cose che ho dolorosamente capito.
Non sono riuscita a trovare altro che malessere, pessimismo, dolore, sofferenze, tempo sprecato, sentimenti inutili e un cuore vuoto.
Mi ritrovo con un cuore vuoto tra le mani, dopo tutto quello che ho cercato di infilarci, dopo tutti i ricordi che avevo creduto di averci immagazzinato.
Ho trovato solo disinteresse, anche se ancora non voglio arrendermi ...



Share |


Racconto scritto il 28/06/2017 - 15:48
Da Rajaa Sarboub
Letta n.129 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?