Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Dentro la scatola di...
CONQUISTA...
La fretta dei giorni...
Fila, filastrocca...
ANCHE PER UN SOLO IS...
Voglio solo la mia l...
...UN AMORE CHE È CO...
Ancora una volta...
Non è ancora quel te...
PER AMMAZZARE IL... ...
il gommone...
Fantapoesia...
Canto della cuna del...
Questa è la vita ? ...
Preghiera alla divin...
NESSUNO...
È perché non sai chi...
Mare verde...
Schizzi di luce (poe...
RICAMI DI LUNA...
Il prestigio di una ...
Nel mercato dell'int...
La mente e il cuore...
A mio favore...
Un cielo troppo gran...
Alla mia Cri...
gli elementi...
Per tutta l'eternità...
Senza armonia...
Mia Madre...
A te e a me...
LA NINNA NANNA DELLA...
Il regno animali ...
Ostetrica(C)...
PIUMA AL VENTO...
PAURA DEL SILENZI...
STELLA...
L'ignoto...blu...
Sentimenti...
Davanti a noi...
Pace a ferragosto...
SENTO LE TUE CAREZZE...
Evanescente...
Lontano...
...IL SAPORE DEL CAO...
Polvere...
La Ragazza Dai Capel...
E RITORNO AL PASS...
Stupido amore...
Le mie teorie...
La poesia non dev'es...
SENZA AMORE...
ALMENO...
BUGIARDO SORRISO...
Sorriso amaro...
Forse,ti amo....
Bang… Bang… Bang…...
Credevo. E poi......
L'aquilone...
Vien la pioggia d'ag...
L'amicizia I veri...
Cara mamma.......
IL PIANTO DELLA...
Cadice...
ARBRE MAGIQUE...
Ti ho lasciata indie...
Quieto e silenzioso...
Inutili verba...
Vivere...
Quel battito in più...
epoche...
Il punto...
L'odore della Notte...
La MIA STELLA...
Il nodo dell'anima...
La Colonia...
Corro da lei...
SOGNO O ILLUSIONE?...
L'attore...
La missione...
Arijane....
ROMA, CHE T’HANNO FA...
IL RESPIRO DEL MARE...
L'amore che non vive...
Stai con me...
Anna Sorridi...
HAIKU nr. 18...
Bimbo bello...
...QUESTA BELLA ROVI...
Nessuna notizia da D...
Ridere...
La felicità è un'ill...
Nel nuovo sereno...
IL QUARTO ANNIVERSAR...
Vola... Aquila Reale...
Non siamo niente...
Pensieri d\'estate...
La rosa...
Una notte in aeropor...
Vorrei tu fossi qui...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

evoluzione della meridiana

Sono in difficoltà dovrei scrivere questo racconto da giorni, ma non ho tempo non ne ho mai.
Se lo sta prendendo tutto qualcos’altro, lo assorbe completamente . Strano come negli anni le cose si siano capovolte.
Da bambina ero affascinata da tutti i tipi di orologi; all’uscita da scuola restavo ferma fuori dal cancello grigio e guardavo incantata la meridiana sul muro di una vecchia casa. Mio nonno mi aveva spiegato che era un orologio solare che misurava il tempo a seconda della posizione del sole….
Fantastico… quella piccola linea di ombra era un pezzettino minuscolo di vita. Avevo anche un discreta collezione di clessidre di varie dimensioni, i granelli finissimi scendevano in modo impercettibile ed immaginavo che il tempo fosse uguale per tutti.
L’infanzia è passata senza che nemmeno me ne rendessi conto, eppure i minuti non avevano variato la loro velocità e la sabbia era sempre la stessa. Adesso avevo un orologio moderno di quelli che puoi vedere anche al buio, con il cinturino colorato, sentivo il rumore meccanico della piccola lancetta fosforescente…..era regolare quasi impercettibile. Quante volte si sarà mossa perché io arrivassi improvvisamente alla maggiore età? Non saprei, non me ne sono accorta ero troppo presa dalle evoluzioni interiori, dalla voglia di emancipazione, dall’esistenza che girava vorticosamente.
Sono diventata grande, troppo grande ed il tempo ha divorato la strada prima che la potessi calpestare con entrambi i piedi. Adesso per sapere che ore sono guardo di sfuggita il cellulare ed è sempre troppo avanti rispetto al mio pensiero.
……….
Mi sono fermata in piedi fuori dal cancello grigio, la casa è stata abbattuta al suo posto c’è un’elegante zona residenziale, pare che la meridiana sia stata rimossa e conservata. Io non voglio essere rimossa prima di aver riguadagnato un po’ del mio tempo. Voglio sedermi in silenzio per sentire il ticchettio del mio cuore che scandisce i miei momenti interiori e accelera solo per troppa passione.


Mentre penso a tutto questo scrivo, forse qualcuno le leggerà e proverà a riflettere, se così fosse allora non sarà stato tempo perso.




Share |


Racconto scritto il 28/07/2017 - 17:37
Da monica portatadino
Letta n.77 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Molto bello questo tuo racconto.

antonio girardi 29/07/2017 - 13:15

--------------------------------------

Molto bello il tuo racconto, a tratti suggestivo, ma per lo più emozionante.. Ora ti dirò che nel paese dove vivo, dichiarato "borgo autentico d'Italia", hanno realizzato alcuni murales e su di una parete, in un angolo davvero caratteristico, una bellissima Meridiana, e questo significa che il tempo vero ritorna.. a volte. Complimenti, comunque..

Francesco Gentile 28/07/2017 - 20:13

--------------------------------------

Ti assicuro che non è stato tempo perso. È sempre stato ed è un piacere leggerti.
Mi è piaciuta questa riflessione sul tempo. Mancavi da un po'... bentrovata. Ciao.

Loris Marcato 28/07/2017 - 19:46

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?