Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Italia mia (C)...
Parole disorientate...
NERONE er bullo ...
Poeta...
CERCAMI SOTTO LA PEL...
Ora ricordo...
UNA VOLONTARIA...
Terra di Sicilia...
Non aver fretta di m...
La partita di pallon...
Ci sei!...
IL PRESENTE...
Foglia frale Ness...
La comparsa...
LENTEZZA...
La Scatola Laccata, ...
Come soltanto nei so...
ACINO ACERBO...
Il dolce vento dell\...
Un'altra dimensione...
Ti amo e soffro...
...ISTANTE DI PURA F...
CON TE NELL/INFINITO...
Tra vortici di stell...
Un metro di neve bia...
Quell'alone cupo e f...
Poco a poco...
ER LIMONE PAZZO...
Portatore di pietre...
afferra quella nuvol...
D'azzurro e sale...
Rimorso...
il gigante nano. ...
la rosa...
In certi momenti la ...
È bello vivere da il...
la luna dall'alto.....
Non voglio sognare p...
le cose semprici...
DESTINI INCROCIATI (...
E la Luna parló al ...
Ho visto una stella...
Mi piace tutto di te...
Il nulla...
La tua assenza mi ha...
Il Pavone vanitoso...
Maria grazie di esis...
amo la pioggia...
Al cimitero dei carr...
Settembre...
MAROTTA: Family Beac...
Spesso ogni piccola ...
UCCELLI di MALO AUGU...
IL MISTERO DELL\\'EM...
Notturno n.4...
NOI LA VITA...
Agrigento e la Festa...
Piccola cosa...
Il Nero...
Gioventù...
IL MIO AVATAR...
E tacque attorno a n...
FIORI D'ARANCIO...
A ME STESSO...
LA PENDOLA...
Di notte...
Vorrei essere......
Io...
Brezza...
Svegliati è tardi......
Qualcosa che non va...
19 AGOSTO ER COMPLEA...
Non ti chiedere se ...
L’uomo dovrebbe fare...
Dolcezza...
il suo nome...
Falò di pensieri...
Italia mia...
RESILIENZA...
Gli alberi intorno...
Specchio spiatore...
Illusione o realtà?...
Le mie parole sono l...
Quando arriverà il m...
La Pecora nera...
Dove nel cosmo è bui...
Tristezza per la gen...
Ne ho baciate tante ...
Nei nostri sorrisi...
SAHEL...
Contro il destino...
Sandrone...
EVOLUZIONE DELL\'AN...
Non li merito gli oc...
STRAGI...
NOARE O STAR NEGÀ...
l'attesa di guardart...
LA RAGIONE...
Estati su\' di uno s...
LA NOSTRA PROMESSA...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

INCIPIT

Le istruzioni sono:

Scrivi una storia che inizi così: "non ero mai stato al museo della mia città, nemmeno da studente. Chissà perché quel giorno decisi di andarci. Non potevo immaginare cosa mi sarebbe successo."


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~



IN UN GIORNO DI PIOGGIA

Non ero mai stato al museo della mia città, nemmeno da studente. Chissà perché quel giorno decisi di andarci. Non potevo immaginare cosa mi sarebbe successo.
Pioveva quel pomeriggio a Milano ed io, anche se amo la pioggia, decisi di ripararmi all’interno del Poldi Pezzoli, piccolo museo privato nel centro città.
Alla biglietteria ero solo. Meglio così, me la sarei presa con calma e sarei stato libero di muovermi come meglio volevo.
Iniziai a salire lo scalone dell’ex villa patrizia ammirando le armature che erano posizionate sotto.
Nel silenzio quasi religioso del luogo, iniziò a farsi strada una melodia antica, che pareva scaturire da una spinetta invisibile.
Pensai fosse una appropriata musica di sottofondo e proseguii la salita.
Arrivato in cima , all’improvviso, mi si parò davanti una donna bella ma estremamente diafana, vestita con sontuosi abiti di epoca quattrocentesca, stimai lì per lì .
Mi guardava con un sorriso appena accennato sul viso da giovane dama.
Non sono un tipo facilmente impressionabile ma, non so per quale ragione, sentii i capelli rizzarmisi sulla nuca mentre venivo avvolto da una leggero soffio di aria freddissima.
La damigella si mosse facendomi cenno di seguirla.
Non pensavo più fosse un modo originale di accogliere i visitatori, ma non posso nemmeno affermare che riuscissi a pensare sensatamente.
Attraversammo piccole sale zeppe di splendide porcellane, tappeti ed arazzi, fino ad arrivare nella famosa stanza del Crocifisso di Giotto.
La pallida signora si soffermò giusto un attimo, mi guardò seria e proseguì passando davanti ad un ritratto che mi lasciò di stucco: era lei, era la Dama del Pollaiolo, stesso profilo perfetto, stessi capelli, stesse perle!
La testa prese a girarmi vorticosamente e dovetti aggrapparmi ad una antica sedia che fortunatamente riuscì a reggere il peso.
Una mano trasparente e gelida mi sfiorò la guancia e la donna proseguì nel suo cammino.
Intanto la musica diventava più netta ed allegra, fino a che, entrando in un'altra stanza, la melodia mi avvolse completamente ed io scorsi un giovane uomo, lui vestito con abiti settecenteschi un po’ sgualciti.
Seduto scomposto su uno sgabello rotondo suonava in modo magistrale il Rondò di….
Mozart! Quel ragazzo allegro e mingherlino con la parrucca bianca di sghimbescio era Mozart!
La mia mente si rifiutava di accettare la situazione e ballava confusa minuetti impazziti.
Come potevano convivere il quattrocento ed il settecento in una sala di un museo nel XXI secolo mentre fuori sfrecciavano auto e moto, suonavano cellulari ed io avevo in borsa un tablet e Mozart faceva volare le dita sulla tastiera di una spinetta che in teoria non poteva più essere suonata e la Dama rideva di un riso giovane e squillante e tutto girava mentre le armature mi ballavano intorno?
-Signore, signore, si sente bene? Guardi che è vietato sedersi sulle sedie del Museo!
La prego di alzarsi e dirigersi verso l’uscita, stiamo chiudendo.Non ha sentito il campanello?-
Ci sono tornato una mattina di primavera chiara e calda.
Ho riguardato con attenzione le armature e la spinetta malandata poi, con un certo timore, mi sono diretto verso il Ritratto di Giovane Dama del Pollaiolo.
Lei era là, sulla tela, nella sua immobile, regale indifferenza.
Certo mi sbaglio, mi devo sbagliare, ma prima di lasciarla mi è parso che il viso assumesse una espressione divertita e che, sì, per un attimo, un solo attimo, la palpebra dell’occhio dipinto si abbassasse in una strizzatina maliziosa e complice!



Share |


Scrittura creativa scritta il 03/05/2015 - 15:16
Da marisa cappelletti
Letta n.640 volte.
Voto:
su 24 votanti


Commenti


Complimenti Marisa per il tuo riconoscimento

Milly Rosy 03/06/2015 - 22:54

--------------------------------------

Complimenti Marisa per il riconoscimento mensile
Dario

Dario Menicucci 03/06/2015 - 20:59

--------------------------------------

Buongiorno Fred! Tu sai quanto io apprezzi un tuo commento.

marisa cappelletti 06/05/2015 - 14:01

--------------------------------------

Brava, amica mia!

Federica Copertini 05/05/2015 - 23:36

--------------------------------------

Molto , molto piaciuto. Ha quel tamnto di surreale che lo rende... gustoso alla lettura! Brava, cara...

Gio Vigi 05/05/2015 - 19:12

--------------------------------------

Complimenti! Molto brava.

irma fedi casali 04/05/2015 - 11:05

--------------------------------------

Ciao Anna Rossi e grazie!

marisa cappelletti 04/05/2015 - 10:48

--------------------------------------

Ti ringrazio Rosa Chiarini della bellissima critica.

marisa cappelletti 04/05/2015 - 10:48

--------------------------------------

Grazie genoveffa 2 frau, fa piacere a me che ti sia piaciuto.

marisa cappelletti 04/05/2015 - 10:47

--------------------------------------

Mi è piaciuto molto,scritto im modo eccellente.Ciao Marisa

Anna Rossi 04/05/2015 - 09:09

--------------------------------------

Cattura da subito grazie ad una scrittura agile e ben calibrata che crea una piacevole atmosfera surreale,abilmente smontata ma non troppo.Molto brava!

Rosa Chiarini 04/05/2015 - 06:28

--------------------------------------

Bel racconto,letto con piacere,le operequando sono belle ci incantano,bravissima

genoveffa 2 frau 04/05/2015 - 05:50

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?