Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

'... un pò di follia...
Ti Donerò Dei Fiori....
L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...
Buco nero...
è passato tanto temp...
Colpa del sale...
LA FELICITÀ ...SAI...
Il duetto dei fiori...
BIANCO...
La maledizione dell’...
L'ULTIMO DONO...
Cechin...
IL CANCRO È UN CLAND...
Antoine e il Piccolo...
Ragazza col turbante...
Mille...
Il buon pirata...
Il Ritratto Di Doria...
HAIKU DEDICATO...
SUDORI ROVENTI...
IL PRESAGIO...
La mia storia- DICEM...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...
HAIKU N.16...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'Albero Delle Mele

Da questa collina osservo la pianura
senti le mie gambe possenti
la terra pulsa di vita per loro.


Sono l'albero delle mele,
Troppo alto perché arrivino i bambini
Troppo basso perché vengano gli adulti.


Eppure vivo io tranquillo
Nel mio universo separato,
La mia pelle non sarà come la tua.


Il mio mare è verde intorno a me,
di un verde che sa tanto di rosso...


Nessuno attraversò quest'oceano mai,
Eppure in lontananza un puntino vedo.


Tutti i giorni stai venendo qui,
E disegni accarezzandomi la pelle...
E ho già dato qualche mela per te.


Ogni giorno tu ti siedi accanto a me,
Ogni giorno tu parli un po' con me,
Ed io oramai so tutto su di te.


Dipingi i panorami che ti mostro
Ora so che siamo meno soli io e te,
Vorrei tanto salissi un po' più in su.


Sono l'albero delle mele
Troppo alto perché arrivino i bambini
Troppo basso perché vengano gli adulti,
Come un miraggio sei lo stesso venuta.


Ero un albero delle mele,
Troppo solo e troppo calmo
Oggi sei quassù anche tu,
E io non sarei albero mai più.



Share |


Poesia scritta il 08/12/2014 - 22:54
Da Fabio Diretto
Letta n.581 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Grazie Elisa, mi fa piacere che sia piaciuta, è la prima volta che alla III poesia pubblicata ricevo così tanti commenti... Grazie!

Favio Lambda 09/12/2014 - 21:45

--------------------------------------

E' una poesia dolcissima, mi è piaciuta tanto!
Ciao Elisa

elisa longhi 09/12/2014 - 21:39

--------------------------------------

Grazie mille:) felice di aver fatto breccia anche in te

Favio Lambda 09/12/2014 - 21:03

--------------------------------------

Eccelsa opera,complimenti FAVIO,buona serata

genoveffa 2 frau 09/12/2014 - 20:42

--------------------------------------

Ti ringrazio, mi fa piacere che questa poesia sia riuscita a toccare qualcosa nei cuori degli altri artisti... grazie, L'Albero Delle Mele ha sfiorato la pubblicazione editoriale e forse potrebbe partecipare ad un concorso... ci tengo molto, rappresenta un momento particolare di me, quando la scrissi (ormai tre mesi fa) mi ci vidi subito dentro...

Favio Lambda 09/12/2014 - 18:28

--------------------------------------

Autore e grande artista Lambda! Il componimento è pregiatissimo, per le immagini,per la preziosità inestimabile dei messaggi... la sua opera, cullerà i miei sogni onirici come quelli ad occhi aperti...

Maria Valentina Mancosu 09/12/2014 - 18:18

--------------------------------------

Grazie, felice che ti sia piaciuta:)

Favio Lambda 09/12/2014 - 18:00

--------------------------------------

bella metafora,molto apprezzata

loretta margherita citarei 09/12/2014 - 17:57

--------------------------------------

Grazie a tutti!
La poesia è tutta giocata su un continuo cambiamento di prospettiva: l'albero è l'uomo che ha bisogno d'amore e anche un vero albero, simbolo della forza dell'amore, che abbatte ogni confine e differenza. Contemporaneamente. E ogni elemento è atto a simboleggiare qualcos'altro. Il prato è la barriera dello spazio vitale che viene spesso usato come scusa per stare soli, per esempio.

Favio Lambda 09/12/2014 - 13:42

--------------------------------------

Apprezzata metafora di quest'albero delle mele e delle immagini espresse.

Salvatore Linguanti 09/12/2014 - 13:08

--------------------------------------

Non so quale allegoria volevi esplicitare, io ho colto la mia e mi piace molto. Complimenti.

Valerio Poggi 09/12/2014 - 09:52

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?