Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

TEMA: UN AMORE SUL W...
Il Poeta e la Montag...
Una carezza al cuore...
La più grande ricche...
Un amore virtuale di...
Prendimi l'anima...
ACCADE...
I Poeti non guardano...
Molte persone posseg...
I peggior cattivi so...
SEMPRE MIA...
Alba...
Canzone maldestra...
La Dea che canta...
chiedetelo a Siri...
Il Pirata...
Sommerso...
Davanti al mare......
MURO ANTICO...
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...
Una Corsa Speciale...
Lo scorrere dell\'ac...
Dove sei?...
L'addio...
Chiudi gli occhi, fi...
Haiku Nel cielo...
Una amicizia special...
L ' ultima Thule...
Al rincasar degli sb...
Gli anni vanno via e...
POETARE...
In riva al mare...
NON FRIGNARE PIÙ...
Ho bisogno di te...
IL QUINTO ANNIVERSAR...
Nello spazio senza g...
Io e l’estate....
Come rugiada...
Senso di colpa...
quando il tutto sara...
Tu mi colori la vita...
HO CONOSCIUTO L'AMOR...
L'inverno nel cuore...
L'AMORE...
Sul Meeting di Rimin...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Ateo

Scesero in me, il pane e il vino
furono buoni in tutto,
nell’intima coscienza del divino.
Ma la vita si ruppe, era di maggio,
colpendomi profondo,
senza motivo, direbbe il saggio.
E io pregai, pregai all’infinito
ma il segreto tuo disegno
per me, ormai, era sparito.


E chiesi al prete come mai fosse
che dio se vede, ama e decreta
lasci violenza, morte e le percosse.
Il suo disegno giammai si coglie
- disse - fattene ragione
come nel parto ci sono doglie.


E chiesi al povero un dì di festa
perché la nostra vita
è quello straccio che ci resta.
Tieniti lo straccio e vai felice
senza speranza - disse -
che meglio non c’è, così si dice.


E chiesi a me se ancor valeva
credere in te, splendido mio dio
il dio che il dramma non coglieva.
Quindi vagai per terra scura
avendo amore, lotta e tanta vita
scoprendo il perché della paura.


Mi fai paura, onnipotente
l’ho capito mille e mille volte.
Sono comunque buono e obbediente
Cerco l’amore e l’uguaglianza
cerco la pace senza
il monopolio o l’arroganza.


Cerco di vivere nel giusto e vero
e anche senza di te
trovo sovente qualcosa di sincero.
Sono ateo, consapevolmente
e mai andò nel tuo inferno
chè qui lo vivo, col cuore e con la mente.



Share |


Poesia scritta il 22/12/2014 - 17:26
Da Valerio Poggi
Letta n.788 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Versi che portano a riflettere, lasciando un retrogusto amaro nel cuore del lettore. Come non condividere il tuo pensiero?

alarico bernardi 27/12/2014 - 12:27

--------------------------------------

La verità (secondo me: non pretendo sia la verità di tutti) è che nessuno può dire se Dio esista o meno, e quindi la risposta che l'uomo può dare è solo quella dell'agnosticismo. Comunque sia, buon Natale sereno a tutti quanti

Andrea Guidi 23/12/2014 - 14:35

--------------------------------------

Grazie, Favio, del tuo interessante commento. Il mio semplice componimento non intende affrontare temi tanto vasti e tantomeno sostenere che "...il male non prova l'inesistenza di Dio". E' solo il tentativo di descrizione delle motivazioni di un percorso comune a tantissime persone che si sono allontanate, coscientemente e non senza una grande sofferenza, dalla fede.

Valerio Poggi 23/12/2014 - 13:30

--------------------------------------

Tecnicamente è perfetta. Io, però, che sono tutto tranne che ateo, chiaramente mi trovo a sostenere le opinioni di Vera, Gio e Genoveffa. Dio... ah, che concetto incredibile. Ricordo che una volta, poco tempo fa, ho provato a guardare l'originale greco del prologo del vangelo di Giovanni in modo diverso. Avevo notato che lo definiva "logos", che significa "discorso logico". Dio è parola con un significato ben preciso. Non so cosa possa c'entrare in tutto questo, però mi sono sentito di dirlo... Lui ha amato tanto. Certa gente direbbe: "Ma tu vedi Dio come un Supereroe?" Io non sono tra loro. Vorrei dirti che il male non prova l'inesistenza di Dio. Se non ricordo male, c'era qualcosa in proposito nei segreti di Fatima... il terzo forse? Non mi ricordo.
Comunque bravissimo...

Favio Lambda 23/12/2014 - 12:42

--------------------------------------

(seguito) cui riferirsi. Tutto è sempre nelle mani di chi non crede. Deve affrontare e tentare di risolvere tutto con le proprie forze, convinto com'è che non vi sia altra possibilità. Ed è immensamente doloroso (almeno all'inizio) sentirsi quasi additati, da qualcuno, come diversi, cinici, e peggio. Concludo, osservando che, al memento in cui scrivo, sono stato commentato da quattro donne. La cosa mi fa un antico piacere, come riascoltare la voce di mia mamma. Buon Natale a voi.

Valerio Poggi 23/12/2014 - 10:38

--------------------------------------

Grazie... vi sono riconoscente, per i vostri contributi, di cui, credetemi, farò tesoro. Mi rendo conto che il componimento è fin troppo riassuntivo di un insieme di pensieri e fatti, che mi hanno portato ad avere una certa posizione e che io ho raggrumato in un singolo evento. Ciò può apparire indubbiamente riduttivo e motivato da una certa faciloneria di ragionamento. Il mio percorso, invece, è stato lunghissimo e sofferto, come voi certo avete ben capito. Sento vere le vostre parole, nel senso che sono convinte e vissute, e per questo mi portano un grande contributo, sia sul piano morale sia intellettuale. Capisco il pensiero di Vera (che ringrazio in particolare), e ne condivido l'essenza. C'è da dire una cosa, che forse non è così evidente a tutti. La vita dell'ateo è molto più difficile di quella di chi ha fede perché non c'è la "scappatoia" (non vuole essere un termine offensivo, ma non me ne viene uno più adeguato) della speranza in qualcosa di superiore, (segue)

Valerio Poggi 23/12/2014 - 10:19

--------------------------------------

(seguito)la Vita non possa essere finalizzata alla morte; l'Amore vero, alla sua fine. E credo anche Che, con la nostra cattiva libertà, Dio si comporti come ogni vero padre buono: che al figlio lascia la libertà perché possa essere sé stesso e costruire felicemente la sua personalità, ma, di fronte a conclusioni irreparabili, sa anche intervenire e salvarlo dalla sua libertà definitivamente distruttiva...Io non credo ad inferni eterni, inconciliabili con Bene e Amore veri: io credo al BENE e all'AMORE che, pur donando la libertà, sanno alla fine trionfare su tutto, tutto convertire a sé stessi per una GIOIA finalmente universale ed eterna...E, pur non essendo legata ad alcuna religione particolare in modo esclusivo, vivo intensamente la fede in questo DIO che è stato ed è anche uomo, creatura umana, insieme a noi.
BUONA VITA, Amico credente in ciò che merita di essere creduto, amato, VISSUTO! In questo senso, BUON NATALE!
Vera

Vera Lezzi 23/12/2014 - 09:34

--------------------------------------

Caro Valerio, Dio, ossia...la VITA poteva fare tre cose: non darci sé stessa; fare di noi burattini appesi al filo di una volontà che ci costringesse ad essere a modo suo; oppure, fare come ha fatto dandoci il bene più grande che esista, quello senza il quale nessun bene è bene: la LIBERTA'. Tu dici di essere ateo, ma di volere il Bene. E allora non sei ateo poiché Dio, essenzialmente, questo è: il Bene fonte di ogni bene della Vita, il Bene che certamente esiste poiché nulla esiste che non abbia una sua fonte. Tu, per me, non sei ateo, ma uno che non segue le religioni per costruire le sue convinzioni...Sono anche io così: prendo il buono ovunque la mia coscienza lo colga...dove la mia coscienza non lo colga, libertà scelgo e spero di scegliere sempre. In quanto al dolore, non vorrei, sai, che Dio, per risparmiarmelo, non mi avesse dato la Vita, con tutte le sue meraviglie... l'Amore, con il suo paradiso già in terra...E attendo d'incontrarlo questo Dio, convinta come sono che (cont.)

Vera Lezzi 23/12/2014 - 09:21

--------------------------------------

Dio ci può solo dare il conforto della pace,il resto appartiene all'uomo ,che è nato con tutte le sue paure e debolezze,non possiamo incolpare Lui per i mali provocati dall'uomo,opera tristemente vera,intensa ,sofferta .

genoveffa 2 frau 22/12/2014 - 18:49

--------------------------------------

E' stupenda Valerio, la più bella, profonda, sentita poesia.....come è più difficile vivere così!!!
Ciao Elisa

elisa longhi 22/12/2014 - 18:07

--------------------------------------

Ci sono tante cose ingiuste a questo mondo, ma DIO ci ha dato il mondo nelle mani: a noi vivere o distruggere.
Tanta è la sofferenza: ma DIO non può intervenire: ci ha dato umane sofferenze.
...E LIBERTA'!!
Ciao...

Gio Vigi 22/12/2014 - 17:56

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?