Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
È AUTUNNO...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
Pietà...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...
Enrico e mio padre...
Ognuno di noi possie...
Qui è più facile tro...
L'anima vola...
GIOVANE POETA...
Eterna tristezza...
Amare....
Adriano...
IN QUEI SPAZI VUOTI...
Angeli guardano dall...
Predatori di anime...
La pace dentro...
Pierangelo...
D’emblèe...
Delle volte conviene...
I TUOI BACI...
Natura autodistrutti...
Impronte d’estate...
Selvaggia...
Emozione...
La colazione...
Il respiro dell'autu...
Il Mare Fantasma...
Cosa Eravamo...
ADDIO...
Un ricordo lontano...
Curioso Settembre...
IMMENSE EMOZIONI...
Che bella cosa la sp...
Arguzie...
BELLEZZA...
Nel fluir dei pensie...
IL SENSO DELLE...
Poeta...
Ti ho cercato...
Gelo Maligno...
Troverai un cielo li...
Il ponte...
Sei un mistero...
Iron883...
Il passato...
IL MONDO RACCONTA Un...
Eppure sembra sempli...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Fragile madre

O Italia, sei fragile madre
percossa da figli e mariti
che eressero tetri palazzi
su spiagge, sui colli inverditi,
che sparsero ferro e cemento
piagando la terra feconda;
da un cielo che sembra sí alieno
fuggita è la pioggia che monda.
Coraggio, dai fiato a un lamento:
non t'odio se piangi veleno.


O Italia, sí giovane e vecchia,
a forza ti resero madre
i satrapi, i subdoli e i pazzi?
Il volto tuo cela le pene
pur quando, impotente, si specchia
nel freddo baglior di catene
che porti sul trono di stenti;
t'affamano i piatti serviti
di giorno da ipocrite genti
che al buio ritornano ladre.



Share |


Poesia scritta il 30/01/2015 - 22:06
Da Alessandro Sivieri
Letta n.345 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Amara poesia. Nulla di sbagliato, bellissima.

Francesco Mereu 01/02/2015 - 19:47

--------------------------------------

Resta e resterà sempre la nostra amata Italia... la nostra cara Mamma... Versi da poeta affermato e piacevolmente divisi... FELICE DOMENICA

Rocco Michele LETTINI 31/01/2015 - 20:25

--------------------------------------

L'Italia, La nostra cara "madre", un dì forte, bella, rigogliosa e feconda ed ora... fragile ed indebolita da coloro che per propri profitti, han voluto spargere ferro e cemento.
Versi stupendi che raccontano come la nostra madre Italia, ora piange.

Paola Collura 31/01/2015 - 17:34

--------------------------------------

E si povera Italia in tanto passato poco presente.
Belli i tuoi versi!!!!!

giancarlo gravili 31/01/2015 - 14:01

--------------------------------------

Povera Italia sofferente di patire le vergogne e gli abusi che si perpetuano,altro che discesa dei barbari,molto bella,bravissimo,eccellente

genoveffa 2 frau 31/01/2015 - 10:27

--------------------------------------

Il grido addolorato di un patriota che sente su di se i mali di questa Italia a pezzi. Ho accennato al patriottismo perché oggi è un termine scomparso e godo di ritrovarlo in questi ottimi versi.

Ugo Mastrogiovanni 31/01/2015 - 10:20

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?