Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ricordo 'a notte...
...scappa fanciulla,...
Dicembre...
La bellezza dei prep...
Ninfea...
CASTELLI DI SAB...
Stella Cadente...
SI L'AMMORE...
Il padre che sta dom...
La piovra...
Anche questa è vita!...
Canto libero...
SOGNI...
Ombre e precipizi...
matto...
Bigliettini...
Il cassetto terzo a ...
QUELLA TUA FOTO...
Vent'anni senza di t...
Per capire chi ti vu...
Ombra...
Un mondo migliore...
Di passaggio...
Dal mio balcone...
Vorrei poter ricorda...
DA SOLI NON SI...
DICEMBRE(acrostico)...
TU LUNA...
Un raggio di luna...
Mendico...
Ritratto...
La bellezza della vi...
Languidamente...
Poesia in Codice Del...
IO CREDO...
Rinunce...
Solo allora...
Il senso della giust...
Soltanto il tuo prof...
INTENSO SENTIMENTO...
Nel mio cassetto mag...
haiku ....non andò p...
La Vela...
Lo stolto pensa di a...
La slealtà non fa ri...
Se ami, lavori e ti ...
Ma giurerei...
Auschwitz 2020...
Il veglio solo...
Donna preziosa...
Tu, sole e luna...
L\'ultimo viaggio...
LO SPAZIO ATTORNO...
Lacrime di stelle...
Non perdonare, figli...
SCELTE DI VITA...
Danziamo?...
TARALLUCCI E VINO...
Luna...
ACQUAZZONE D'ESTATE...
PRINCIPESSA O ...
Solo uomini...
Dialogando presumibi...
Color di mora...
Non sento il battere...
Nuvole...
La mia regina...
Autunno in collina...
NOI...
amore proibito...
Solerte musa...
L'AMORE E' MOLTO DI ...
Di sera...
Armonia e Musica...
HAIKU N.6...
La Marescialla...
e la notte m\'appart...
FIN CHE VERRA' IL MA...
Attimo...
Briciole...
Fino all'ultimo resp...
Canto della Sinfonia...
Un desiderio, è una ...
Bacio e decollo...
MAGNIFICA CREATU...
Erba fresca...
'Stu còre è pazzo...
CHIESI SOLO DI SOGNA...
Sa pattadesa...
la lampada dimentica...
Quando ti guardi...
Ora o mai più...
Il mare è sempre tem...
Me stessa...
Stella polare...
Dall'alto la città...
Membra stanche d'amo...
Lo Scrosciar Di Piog...
PUNTO E VIRGOLA...
SPARSI FRAMMENTI...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Fuori dal tempo

Mani madide stringono il tempo
fino a spremerlo per un’attesa smaniosa.
Le ore passeggiano tranquillamente
incuranti di chi attende freneticamente
il loro passaggio rapido.
Vorrei vederle correre impazzite,
quasi a non riconoscere più i numeri,
invece, loro dispettose, rallentano, chiacchierano,
e con fare provocatorio si prendono gioco di me.
Ora ordino loro: rallentate, riposatevi, anzi fermatevi,
ma, con fare beffardo e irritante
si mettono a correre a perdi fiato
a rincorrersi in un gioco senza sosta.
Quale forza impone al tempo ad andare lento?
Quale gioco spinge il tempo ad andare veloce?
Lui procede sempre con lo stesso passo cadenzato,
e ai miei occhi si dilata e si restringe a suo piacimento
sempre all’opposto di ciò che gli chiedo.
E allora?
Non ti attenderò più!
Non sarò più oppresso dal tuo ritmo,
non avrò più tempo, per pensare al tempo.


Share |


Poesia scritta il 23/02/2015 - 14:43
Da gerardo leo
Letta n.612 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Semplicemente bella. Ciao

Danilo Di Prinzio 25/02/2015 - 08:45

--------------------------------------

Complimenti, interessante poesia, piaciuta molto. Ciaooo

Fabio Garbellini 24/02/2015 - 07:15

--------------------------------------

molto bella!!!complimenti

Ludovico Poggi 24/02/2015 - 02:48

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?