Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Eterea...
Il Pirata...
18 giugno 2016...
Sommerso...
Davanti al mare......
MURO ANTICO...
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Dirti ciao...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...
Una Corsa Speciale...
Lo scorrere dell\'ac...
Dove sei?...
L'addio...
Chiudi gli occhi, fi...
Haiku Nel cielo...
Una amicizia special...
L ' ultima Thule...
Al rincasar degli sb...
Gli anni vanno via e...
POETARE...
In riva al mare...
NON FRIGNARE PIÙ...
Ho bisogno di te...
IL QUINTO ANNIVERSAR...
Nello spazio senza g...
Io e l’estate....
Giovani...
Come rugiada...
Senso di colpa...
quando il tutto sara...
Tu mi colori la vita...
HO CONOSCIUTO L'AMOR...
L'inverno nel cuore...
L'AMORE...
Sul Meeting di Rimin...
NAVIGO DENTRO UNA ...
A RISCHIO DI COTTURA...
Fiordifragola...
L’Abete...
Uno scorcio di io(C)...
Ho cercato di amarti...
Non andar via...
Le esistenze non son...
L' AMORE SUL WE...
Un ombrellone...
Amore virtuale...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Scacchi

Si fronteggian i Re sulla scacchiera
come fosse una battaglia per la vita
e il giocator perdente si dispera
per la svista che ha deciso la partita


e meditando sulla posizion fatale
che prima della fine avea raggiunto,
dà solo colpa a quell’ error banale
per non aver racimolato il punto,


quasi mai ammette l’altrui bravura
che è come dir d’aver meno intelletto,
del parer dell’avversario non si cura,
sempre alto, a scacchi, di sé il concetto.


Per mitigar la sconfitta che è cocente
mentre l’anima dall’ ira è scossa
non fa che ripeter nella sua mente
“perché non ho fatto l’altra mossa”


E poi la notte quando il sonno tarderà,
è la rabbia che procura un tramestio,
fino a che Morfeo non sentirà pietà
nella testa avrà dei pezzi il turbinio,


cavalli e alfieri volteggian da folletti
per conquistar la casa nera o bianca,
per quella notte saran scacchi maledetti
per poi tornar un gioco che mai stanca.


Vincer inebria come fosse esaltazione
giocar bene diventa quasi un’ arte
ogni partita sa regalar nuova emozione
fortunato chi di ‘sto mondo ne fa parte.



Share |


Poesia scritta il 03/03/2015 - 13:54
Da Giovanni Facchetti
Letta n.340 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Adoro gli scacchi! Come dici nella chiusa, saper giocare bene è un'arte e ogni volta che si gioca, ci si sfida anche con noi stessi e le nostre capacità! Molto apprezzata e piaciuta, buona serata!

Chiara B. 03/03/2015 - 20:41

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?