Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...
Buco nero...
è passato tanto temp...
Colpa del sale...
LA FELICITÀ ...SAI...
Il duetto dei fiori...
BIANCO...
La maledizione dell’...
L'ULTIMO DONO...
Cechin...
IL CANCRO È UN CLAND...
Antoine e il Piccolo...
Ragazza col turbante...
Mille...
Il buon pirata...
Il Ritratto Di Doria...
HAIKU DEDICATO...
SUDORI ROVENTI...
IL PRESAGIO...
La mia storia- DICEM...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...
HAIKU N.16...
La Sera...
Impermeabile...
Fabrizio De Andrè...
DOV' E' LA FEL...
OGNI VOLTA...
sedotto ed increspat...
La scintilla e la ce...
Guarda lontano...
IL ROSPO...
SUBLIME...
Liscio Gassato e Fer...
Mi perdoni Padre per...
Quando ti accorgi ch...
Un Pesce...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Tu fortuna! (incapacità di autovalutarsi)

Tu fortuna
che immemore gestisci
le forze involontarie
del vecchio ermo terrestre
da millenni ostracizzi popoli
increduli essi delle loro capacità
agendo portati dalle proprie velleità,
illudi di continuo noi giocatori
spogliati ormai delle nostre case
delle mogli e delle strade
presto venderemo il nostro corpo
alla dama bendata cui
da tempo è rotto il rapporto.
Ci soggioghi
ci tradisci
ci schiavizzi
Abbracciamo la penitenza
godendo della parvenza
di felicità momentanea
con tristezza spontanea
annidatosi dentro di noi
turbandoci, rendendoci pazzi.
È una follia!
E così sia!
Ti abbiamo chiamato sorte
ma nemmeno questo ci
ha salvato dalla morte.


Share |


Poesia scritta il 02/05/2015 - 13:03
Da Salvatore Mauro
Letta n.366 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Salvatore, voglio solo informarti che ti ho inviato alcuni pensieri miei nello spazio commenti dell'aforisma sulle religioni di Auro Lezzi.
CIAO! Vera

Vera Lezzi 03/05/2015 - 20:55

--------------------------------------

Grazie Rocco e grazie Genoveffa, buona domenica!

Salvatore Mauro 03/05/2015 - 09:33

--------------------------------------

Fortuna o destino non ci possiamo sottrarre ad essa,molto intensa,piaciuta

genoveffa 2 frau 03/05/2015 - 08:59

--------------------------------------

UN DILIGENTE VERSEGGIO DA RECEPIRE... LODEVOLE L'INTIERO FORGIATO... SERENA DOMENICA...

Rocco Michele LETTINI 03/05/2015 - 08:13

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?