Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

IO TUTTOFARE...
Forse il mare...
-Storia-...
Parlami...
Vattene che sei in t...
Avvento...
Solstizio d'inverno...
Ogni attimo...
Struggenti note....
Ombra di luce...
Il sole a quadri...
Risurrezione...
haiku 31...
Dolore e felicità...
E sussurrai al vento...
Che fatica !...
nostro?...
LA MIA CITTÀ (Tries...
IL MITO DEL MO...
Le porte del sogno...
Trieste...
Tempo, nostalgia e m...
L’avvita...
Siti di quiete....
Anna e Filippo...
Senza volto......
DISEGNAVO CHITARRE E...
Dolce sconosciuta....
I più veloci del mar...
Scrissi di noi...
Dicembre...
Risveglio...
La forza interiore s...
Si deve...
GIORNO SPECIALE...
HAIKU N.10...
L'artista...
Stupore...
SCUSAMI...
Egoismo...
A piedi nudi...
Come neve...
Il Natale...
Inverno...
Un senso di me...
Natale 2018...
Figlia...
Non c\'è posto per m...
Scrivimi...
Dedicata a......
Il biglietto d'ingre...
LA POETESSA DEL...
31 ottobre...
Bambino caro...
Eternamente Tu...
Uomo (vita)...
QUELLA FINESTRA APER...
ERA BIZZARRA...
Messaggio di Natale...
In questa mia sera...
CONFUSO...
Inverno...
e guardo i papaveri...
IL GIARDINO DELLE PA...
Fantasia furfante....
IL FANTASMA DELLA BI...
Forse un giorno...(m...
Mi piace guardare l'...
Troppi sentimenti fa...
dio esiste perchè ha...
Piccolo uomo...
Trepidi richiami...
Nuovo Evento...
NATALE 2...
Un ponte...
Abbiamo la coscienza...
HAIKU' ***...
Decoupage...
Connessione....
Nella sua meraviglia...
La nostra stella......
HAIKU N.9...
Sogno...
QUESTO NATALE GALOPP...
SOFFIO DI VITA...
Sussurro della vita...
Domani ancora noi...
Riflessioni...
Donna avvolta...
LA VITA...
LA NOIA SI VE...
Frenesie...
Fai presto a dire an...
Dovrei...
Natale all'improvvis...
Il futuro...
La vita ( Il respiro...
Rumore...
Senza possibilità di...
La sedia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Superfluo

Mi circonda il totale caos del mondo
e la gente e la sua guerra infinita,
per un misero pugno di polvere,
per un'inutile spasmo del vivere.
Io sto seduto tra chi va e chi viene,
con le mani sul capo, chino e basso,
annegando in domande da mortale,
e voglio anch'io qualcosa per vivere,
forse Dio o forse amare
e voglio anch'io trovare quel rimedio.
Invece è la condanna: "È morto, è morto!
Dio è morto! Siamo stati noi a ucciderlo!"
mi gridano le voci del passato,
mentre scivola come sabbia calda,
irraggiata, l'amore tra le dita.
Questa sabbia di me rimane e fluisco
nel Silenzio, di nuovo dentro quel caos.


Share |


Poesia scritta il 26/05/2015 - 23:33
Da Gianluca Geraci
Letta n.351 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Di superfluo in questa tua opera ci trovo ben poco, anzi....i tuoi versi sono molto profondi e riflessivi. ciao.

Maria Cimino 27/05/2015 - 17:55

--------------------------------------

...superfluo, solo il titolo !
intensa. bella.

Federica Copertini 27/05/2015 - 14:41

--------------------------------------

Un introspettivo testo che rivela lo scoramento profondo dell'autore dinanzi alla superficialità del mondo che lo confonde, ancora di più, per mezzo della perdita di valori anche spirituali. Testo molto riflessivo, dal contenuto odierno.

Arcangelo Galante 27/05/2015 - 14:32

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?