Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L'hai mai visto il m...
Solitudine...
Leggera...
Un ponte per la vita...
In me...
Resto a guardare...
Pensieri...
Sere d'estate...
QUEL FILO SOTTILE DE...
Per Eraclito gli opp...
Funerale di Stato...
In omaggio alle vitt...
Tratto Dionisiaco...
Mi sei entrato sotto...
Scriverei il mio dia...
Madre terra...
MORIRE AD AGOSTO...
Quell'arancia...
Giardini giapponesi...
MASTURBAZIONE MENTAL...
Catena senza chiave...
La festa...
AMICI VERI...
il prodigio...
TEMA: UN AMORE SUL W...
Una carezza al cuore...
La più grande ricche...
Un amore virtuale di...
Prendimi l'anima...
ACCADE...
I Poeti non guardano...
Molte persone posseg...
I peggior cattivi so...
SEMPRE MIA...
Alba...
Canzone maldestra...
La Dea che canta...
chiedetelo a Siri...
Il Pirata...
Davanti al mare......
MURO ANTICO...
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...
Una Corsa Speciale...
Lo scorrere dell\'ac...
Dove sei?...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La morti

La morti, quannu 'rriva, pi ognitunu
la vita spiccia e nienti cchiù rimani,
ma no' è ccussì, percé puru 'nu cani,
ci shta cu mmori, va ddo' lu patrunu.


Però, pi ccerti no' nci shta nisciunu
ca li pò ffari ddivintari sani
pi ssempri, cá no' sso' veri crishtiani
e muerunu tannati a unu a unu.


La morti è lu principiu t'n'atra vita
ca dura certamenti in eternu
e nno', com'èti cueshta, 'na partita.


Shta ci va 'n Paratisu e ci allu 'Nfiernu.
Lu Purgatorriu a ci no' l'è capita
ca ddà no' nci shta cchiuni lu guvernu.


Traduzione:
La morte


La morte, quando arriva, per ognuno
la vita finisce e niente più rimane,
ma non è così, perché pure un cane,
se sta per morire, va dal padrone.


Però, per certi non c'è nessuno
che può farli diventare sani
per sempre, ché non son veri cristiani
e muoiono dannati a uno a uno.


La morte è l'inizio d'un'altra vita
che dura certamente in eterno
e non, com'è questa, una partita.


C'è chi va in Paradiso e chi all'Inferno.
Il Purgatorio a chi non ha capito
che là non c'è più il governo.


Sonetto classico in vernacolo sanvitese
con relativa traduzione. Schema: ABBA/ABBA,
CDC/DCD.



Share |


Poesia scritta il 28/08/2015 - 08:23
Da Giuseppe Vita
Letta n.727 volte.
Voto:
su 29 votanti


Commenti


Il sonetto mette in contrasto la vita terrena con quella soprannaturale che ci attende dopo la morte. Là ognuno avrà il suo posto assegnato e non ci sarà nessuno che potrà dettare leggi come fanno qui, sulla Terra, i governanti.

Giuseppe Vita 26/07/2017 - 04:48

--------------------------------------

Un sublime decanto diligentemente forgiato. Il mio elogio e il mio Lieto weekend Giuseppe.

Rocco Michele LETTINI 29/08/2015 - 12:21

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?