Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Imbalsamato giorno...
Occhi belli (Sindro...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...
HAIKU N.16...
La Sera...
Impermeabile...
Fabrizio De Andrè...
DOV' E' LA FEL...
OGNI VOLTA...
sedotto ed increspat...
La scintilla e la ce...
Guarda lontano...
IL ROSPO...
SUBLIME...
Liscio Gassato e Fer...
Mi perdoni Padre per...
Quando ti accorgi ch...
Un Pesce...
LIBERTA'...
Ad occhi chiusi...
Si tenta sempre di s...
Il fuggitivo...
C'è cosa è l'autismo...
LE PAURE DEL PASSATO...
ecce homo...
IL VOLO DEL GHEPPIO...
Le storie diventano ...
La felicità, luci e ...
Nel silenzio del cie...
Un minuto...
Difetti inutili: c'è...
Uomo rigettato...
abissi di memoria...
MAI NOTTE FU TANTO A...
Inutile tempo...
Serve chiarezza...
Rivivere...
A riveder le stelle...
LE TUE PAROLE...
Lorenza indaga (sgui...
Eclissi...
DENTRO...
IO, IRMA E L\\\'ALTR...
RINASCITA...
Non è oblio...
Cos'è la felicità...
Mille sogni e la ron...
Al perfezionista pen...
Amo il mare...
La felicità...
IO IL SOLE E TU LA L...
CI ABBIAMO PROVATO...
LEI L' INVIDIA...
La mia storia- LUGLI...
Il vuoto...
una carezza...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La morti

La morti, quannu 'rriva, pi ognitunu
la vita spiccia e nienti cchiù rimani,
ma no' è ccussì, percé puru 'nu cani,
ci shta cu mmori, va ddo' lu patrunu.


Però, pi ccerti no' nci shta nisciunu
ca li pò ffari ddivintari sani
pi ssempri, cá no' sso' veri crishtiani
e muerunu tannati a unu a unu.


La morti è lu principiu t'n'atra vita
ca dura certamenti in eternu
e nno', com'èti cueshta, 'na partita.


Shta ci va 'n Paratisu e ci allu 'Nfiernu.
Lu Purgatorriu a ci no' l'è capita
ca ddà no' nci shta cchiuni lu guvernu.


Traduzione:
La morte


La morte, quando arriva, per ognuno
la vita finisce e niente più rimane,
ma non è così, perché pure un cane,
se sta per morire, va dal padrone.


Però, per certi non c'è nessuno
che può farli diventare sani
per sempre, ché non son veri cristiani
e muoiono dannati a uno a uno.


La morte è l'inizio d'un'altra vita
che dura certamente in eterno
e non, com'è questa, una partita.


C'è chi va in Paradiso e chi all'Inferno.
Il Purgatorio a chi non ha capito
che là non c'è più il governo.


Sonetto classico in vernacolo sanvitese
con relativa traduzione. Schema: ABBA/ABBA,
CDC/DCD.



Share |


Poesia scritta il 28/08/2015 - 08:23
Da Giuseppe Vita
Letta n.755 volte.
Voto:
su 29 votanti


Commenti


Il sonetto mette in contrasto la vita terrena con quella soprannaturale che ci attende dopo la morte. Là ognuno avrà il suo posto assegnato e non ci sarà nessuno che potrà dettare leggi come fanno qui, sulla Terra, i governanti.

Giuseppe Vita 26/07/2017 - 04:48

--------------------------------------

Un sublime decanto diligentemente forgiato. Il mio elogio e il mio Lieto weekend Giuseppe.

Rocco Michele LETTINI 29/08/2015 - 12:21

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?