Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Imbalsamato giorno...
Occhi belli (Sindro...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...
HAIKU N.16...
La Sera...
Impermeabile...
Fabrizio De Andrè...
DOV' E' LA FEL...
OGNI VOLTA...
sedotto ed increspat...
La scintilla e la ce...
Guarda lontano...
IL ROSPO...
SUBLIME...
Liscio Gassato e Fer...
Mi perdoni Padre per...
Quando ti accorgi ch...
Un Pesce...
LIBERTA'...
Ad occhi chiusi...
Si tenta sempre di s...
Il fuggitivo...
C'è cosa è l'autismo...
LE PAURE DEL PASSATO...
ecce homo...
IL VOLO DEL GHEPPIO...
Le storie diventano ...
La felicità, luci e ...
Nel silenzio del cie...
Un minuto...
Difetti inutili: c'è...
Uomo rigettato...
abissi di memoria...
MAI NOTTE FU TANTO A...
Inutile tempo...
Serve chiarezza...
Rivivere...
A riveder le stelle...
LE TUE PAROLE...
Lorenza indaga (sgui...
Eclissi...
DENTRO...
IO, IRMA E L\\\'ALTR...
RINASCITA...
Non è oblio...
Cos'è la felicità...
Mille sogni e la ron...
Al perfezionista pen...
Amo il mare...
La felicità...
IO IL SOLE E TU LA L...
CI ABBIAMO PROVATO...
LEI L' INVIDIA...
La mia storia- LUGLI...
Il vuoto...
una carezza...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



L'albero della festa

Svogliatamente
ho aperto i finti rami
all'albero della festa,
che riposi in cantina
ebbra di speranze
di bagliori e di allegria
e di ineluttabile energia.
L'ho adornato
con mille lucine
a coprire il mio cupo
umore,
ho appeso palle dorate
dove si specchiano
le mie lacrime non piante,
senza arte ho agganciato
addobbi variopinti
a coprire le nudita'
e le piaghe inferte dal tempo
dal gelo e dall'indolenza.
Ho attaccato la spina
e son stata avvolta
dal magico barbaglio,
trasportata nel vortice
della calorosa menzogna
ed ho provato paura, tanta paura
di non riconoscere
più il vero dal falso
la luce dal buio
e di aver perso la mia anima,
la mia essenzialità:
ho paura di non reggere più
la pesante ma efficace maschera.
Mi accascio, abbraccio
la mia solitudine e piango
tante lacrime che ad una ad una
appendo all'albero della festa.


Millina Spina, 8 Dicembre 2015



Share |


Poesia scritta il 08/12/2015 - 23:34
Da Millina Spina
Letta n.603 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


Grazie di cuore Renato e Carla. L'avvicinarsi del Natale porta a galla così tanti pensieri che spesso è la tristezza della solitudine ad avere la meglio.
Grazie infinite per il vostro graditissimo passaggio!

Millina Spina 10/12/2015 - 13:22

--------------------------------------

Maria carissima, non cambiare mai, sei balsamo per i nostri cuori ed i tuoi abbracci sono percepibili in tutto il loro calore.
Grazie!

Millina Spina 10/12/2015 - 13:20

--------------------------------------

Semplicemente vera e meravigliosa.Hai saputo così bene esprimere la sofferenza ed il dolore per quella "maschera" che tante volte indossiamo e che no,non è la nostra ..non ci sta bene e forzatamente la continuiamo ad indossare... molto triste ma anche molto molto vera e bella! Bravissima!

Carla Davì 10/12/2015 - 00:08

--------------------------------------

Parole commeventi che parlano di sentimenti (da te espressi mirabilmente) purtroppo comuni a tante persone che soffrono nel silenzio.
Toccante ancor di più il pianto senza lacrime.
Complimenti

Renato Granato 09/12/2015 - 23:57

--------------------------------------

Ciao Millina cara..come stai? anche se dalla tua poesia si capisce il tuo stato d'animo...l'arrivo delle feste sicuramente non a tutti porta gioia..anzi spesso sono proprio in quei giorni che sentiamo dolore e sofferenza...e in questa ne hai racchiusa un bel pò...Senti ti auguro di cuore di ritrovare un pò di serenità..e non solo....ma tutto ciò che più desideri..Per adesso posso solo darti la mia mano..lo so non è tanto..o forse non è niente..ma sappi che io ci sono...e insieme a me tutti noi di oggi scrivo....Con tanto bene ti auguro dolce notte..

Maria Cimino 09/12/2015 - 23:18

--------------------------------------

Grazie carissima Anna, i cuori sensibili non rimangono indifferenti alla sofferenza e riescono a viverla e patirla attraverso le semplici parole.
Ti ringrazio infinitamente per il segno lasciato che, unito a tutti gli altri, mi inorgoglisce e allo stesso tempo mi commuove.
Grazie!

Millina Spina 09/12/2015 - 21:56

--------------------------------------

Grazie Nadia e Margherita per il vostro graditissimo commento.
È vero c'è una sofferenza indicibile e troppo nascosta a questo mondo. Se fossimo meno distratti potremmo riuscire a portare il Natale nei cuori affranti tutti i giorni. E basta veramente poco: la chiave sta tutta nella semplicità!
Ciao!

Millina Spina 09/12/2015 - 17:53

--------------------------------------

Mi hai letteralmente rapita nei tuoi meravigliosi versi,struggenti e veri...è stato un po' come rivedersi in tante tue emozioni dolorose.Posso solo dirti che sei bravissima nel trasmettere al lettore il tuo animo sensibile. Un abbraccio di vero cuore Millina

Anna Rossi 09/12/2015 - 17:50

--------------------------------------

Struggente poesia Millina, mi ha commosso tanto...allo stesso tempo bellissima nel suo profondo messaggio...Complimenti!

margherita pisano 09/12/2015 - 15:40

--------------------------------------

Ciao Millina, mi è piaciuta veramente tanto questa tua, pensa che ieri quando facevo l'albero ho avuto un sentimento analogo al tuo.
Troppo dolore,ingiustizia e violenza nel mondo è davvero difficile essere felici completamente.Un po' tutti noi, chi per un motivo, chi per un altro, ci riconosciamo in te.
Deponiamo tutti la maschera di Pirandello sotto l'albero ed abbracciamoci, servirà più di 1000 false promesse o 1000 vuoti regali di Natale
Un bacio
Buon Natale
Nadia

Nadia Sonzini 09/12/2015 - 14:52

--------------------------------------

Ho scordato di ringraziare anche il caro amico Francesco...Grazie!!

Millina Spina 09/12/2015 - 13:37

--------------------------------------

Grazie infinite cari amici, Fabio, Milly, Rocco, Chiara B e Luciano C.
La poesia è molto triste perchè mi son calata nella sofferenza che ci circonda, spesso distrattamente ignorata e ho descritto il dolore che le feste esasperano in quei cuori costretti dalle circostanze a mascherare, a fingere perchè nessuno si accorge del loro bisogno di esplodere in una confidenza liberatoria.
Vuole essere un invito alla sensibilità umana al saper vedere l'altro e riconoscerne il dolore dietro al finto sorriso.
Vi ringrazio di cuore perchè le vostre parole mi riempiono di calore e...perchè forse uno di quei cuori è il mio!
Grazie!

Millina Spina 09/12/2015 - 13:36

--------------------------------------

Una bella poesia Millina.. L'avvicinarsi di feste importanti, con il loro carico di attese, ci sottopone alla introspezione.. capita che emergano sentimenti contrastanti. emozioni liete ma talvolta anche sofferenti.. Ma tutto ci sta nella vita.. Versi molto piaciuti.

Francesco Gentile 09/12/2015 - 12:52

--------------------------------------

Ciao Millina, la tua lirica ancorché triste è fortemente evocativa e nella sua malinconica musicalità diventa uno specchio dei tempi. Tempi questi tinti del rosso innocente delle ultime mattanze , sordi per la ingordigia degli ignavi al potere, ciechi per la la indifferza che attraversa le strade, la non fratellanza che dovrebbe caratterizzare cristianità e festività. Tutto questo vuol dire cuore, amore ; sentimento che non può che esprimersi in sordina...malgrado tutto. Uno stato d'animo condiviso e condivisibile se rapportato alla società se poi c'è dell'introspettivo familiare il tutto si ingigantisce ancor più. Una lirica i cui versi sono stati vergati da una mano condotta dal cuore e lo avverto e lo apprezzo. Ciao Cara.Buona poesia ...sempre.

luciano rosario capaldo 09/12/2015 - 11:38

--------------------------------------

Molto dolorosa la tua poesia, un abbraccio! Buona giornata,

Chiara B. 09/12/2015 - 11:00

--------------------------------------

IL NATALE PER TANTI E' TRISTEZZA... POVERTA'... ACUTO TORMENTO...
POESIA TOCCANTE ET... ARGUTA. IL MIO ELOGIO ELA MIA SERENA GIORNATA MILLINA.
*****

Rocco Michele LETTINI 09/12/2015 - 08:56

--------------------------------------

Questa poesia cara Millina è stupenda ma al contempo molto triste.
Rispecchia il Natale di molte persone che vivono questo giorno con la tristezza nel cuore e nell'anima.
Giorni di festa che fanno riaffiorare I ricordi più profondi di quando eravamo fanciulli e felici e vi sentivamo belli come un albero di Natale che addobbato regala la luce della felicità.
Ti auguro di ritrovare quella felicità che farà brillare gli occhi e l'amore che colmare il vuoto della solitudine.
Buona giornata cara Millina

Milly Barattieri 09/12/2015 - 07:39

--------------------------------------

Struggente, stringe il cuore. Che sia per te una Natale d'amore! Ciaooo

Fabio Garbellini 09/12/2015 - 06:56

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?