Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La giostra Felicità...
Salpare verso le ste...
È tardi...
Felicità...
Tovaglioli...
L'ornitolo...
UNA VOLTA E' S...
La maledizione dell’...
Di bianchi...
ACCOMPAGNAMI ALLA VI...
Sole di nebbia...
'O Puvuriello - Il p...
Invidia...
In pace con se stess...
Analisi del mio scet...
Volare...o forse no!...
Chi sei......
Canto di lei che ven...
La lucciola...
La mia storia- OTTOB...
Le Odle...
ODE AL MIO SORRISO...
Loro non c'entrano...
Il sole è amore...
SOLCHI PROFONDI SULL...
Vacanze virtuali...
A mia moglie...
Una storia d'amore...
Aspettando l'amore...
Sogni e Incubi...
Ci siete...
Il tempo...
HAIKU N.18...
La vita in un attimo...
LEGAMI...
La domenica...
IL SOGNO DI DOM...
Lettera dal carcere...
Parvenze teatrali...
CATERINA...
Il ciottolo e la nuv...
Il figlio del male...
Dentro...
addio veramente a...
Il bacio del mattino...
A MALI ESTREMI...
ISTANTI...
Macedonia Onirica...
L'UMANO...
Ricordando te...
Vivi e comportati co...
SONO STELLA...
Marea...
È felicità...
Illusione...
NON RUBARE I MIEI CO...
Tu sei la mia luce...
La felicità esiste d...
GIOVANNA O GIULIANA ...
Illusioni e sentimen...
Così felici...
Lacrima...
Il Niente...
Alla foce d'un rivol...
Ali...
Quando al fulmine no...
RIFLESSIONE CON LA R...
'... un pò di follia...
Ti Donerò Dei Fiori....
L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...
Buco nero...
è passato tanto temp...
Colpa del sale...
LA FELICITÀ ...SAI...
BIANCO...
La maledizione dell’...
L'ULTIMO DONO...
Cechin...
IL CANCRO È UN CLAND...
Antoine e il Piccolo...
Ragazza col turbante...
Mille...
Il buon pirata...
Il Ritratto Di Doria...
HAIKU DEDICATO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



irriverenza

L’attesa è terminata,
posso abbandonare
questi corridoi tristi
di un grigio consumato.


Le sedie di formica
tutte in fila contro il
muro.


Finestre opache con
serramenti fatiscenti.


Camici bianchi corrono
senza motivo, senza
degnarti di un cenno.


Aspetti, le ore passano
la gente si moltiplica .


Siamo tutti dello
stesso colore della pareti.


Una porta viene aperta controvoglia
finalmente il mio turno.


A stento un saluto,
nessuna attenzione.


Mi trattengo a fatica,
vorrei metterlo seduto
al mio posto, su questa sedia
di merda e gridargli con
la stessa indifferenza
che la sua vita è
finta.



Share |


Poesia scritta il 14/04/2016 - 14:21
Da monica portatadino
Letta n.303 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Una poesia dura e sferzante. Densa di contenuto... molto toccante.

Francesco Gentile 15/04/2016 - 12:31

--------------------------------------

Dura e tagliente, rende alla perfezione la diffusa indifferenza per le vite degli altri. Complimenti.

Valerio Poggi 15/04/2016 - 07:45

--------------------------------------

UN TITOLO CHE RISPECCHIA QUANTO DECANTATO OCULATAMENTE.
LA MIA LODE E LA MIA LIETA GIORNATA.
*****

Rocco Michele LETTINI 15/04/2016 - 06:28

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?