Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ti guardo... Ti sent...
L’aforisma è… L’a...
Papaveri...
Mare nero...
...negli aranci dei ...
MUORI...
Io sono...
OGGI...
Il buon pirata ...
il sistema e la norm...
Genesi...
A Leopardi ( Parte 1...
giocosi attimi...
Notte sui Lungarni...
HAIKU N.20...
La giostra Felicità...
Salpare verso le ste...
È tardi...
Felicità...
Tovaglioli...
L'ornitolo...
UNA VOLTA E' S...
La maledizione dell’...
Di bianchi...
ACCOMPAGNAMI ALLA VI...
Sole di nebbia...
'O Puvuriello - Il p...
Invidia...
In pace con se stess...
Analisi del mio scet...
Volare...o forse no!...
Chi sei......
Canto di lei che ven...
La lucciola...
La mia storia- OTTOB...
Le Odle...
ODE AL MIO SORRISO...
Loro non c'entrano...
Il sole è amore...
SOLCHI PROFONDI SULL...
Vacanze virtuali...
A mia moglie...
Una storia d'amore...
Aspettando l'amore...
Sogni e Incubi...
Ci siete...
Il tempo...
HAIKU N.18...
La vita in un attimo...
LEGAMI...
La domenica...
IL SOGNO DI DOM...
Lettera dal carcere...
Parvenze teatrali...
CATERINA...
Il ciottolo e la nuv...
Il figlio del male...
Dentro...
addio veramente a...
Il bacio del mattino...
A MALI ESTREMI...
ISTANTI...
Macedonia Onirica...
L'UMANO...
Ricordando te...
Vivi e comportati co...
SONO STELLA...
Marea...
È felicità...
Illusione...
NON RUBARE I MIEI CO...
Tu sei la mia luce...
La felicità esiste d...
GIOVANNA O GIULIANA ...
Illusioni e sentimen...
Così felici...
Lacrima...
Il Niente...
Alla foce d'un rivol...
Ali...
Quando al fulmine no...
RIFLESSIONE CON LA R...
'... un pò di follia...
Ti Donerò Dei Fiori....
L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

C\'e tutto un mondo di poesia

Era un poeta
ma non parlava affatto
né scriveva.
Aveva le braccia bruciate
e le nocche livide di sangue
e urlava come un milione
di ubriachi che pisciano sangue
su un milione di lattine vuote.
Era la sua poesia quella
accompagnata dai pugni
sferrati alla mascella del nulla.
Gridava come un milione
di senzatetto sdraiati a morire
di freddo sul ciglio gelato
della strada.
Ed ho visto il figlio della grande ribellione
alla guerra soffocare.
Ho visto la violenza
cantata con una cadenza
da litania pagana.
Era il più grande poeta
che avessi mai incontrato
sulla soglia della natura più vera.
Grondava sangue vermiglio dai polsi.
Mi ha accompagnato a casa
ed è andato a morire
con lo sguardo disilluso.
Ma prima ha vomitato
sul portone di casa mia.
Ed io sto qua
con la mia solita carta e la mia solita penna
a preoccuparmi per non occupare tutto
il verso
a pensare come non sbagliare nessun verbo
per descriverne soltanto
l'odore.


Share |


Poesia scritta il 19/06/2016 - 01:55
Da Antonio Rossi
Letta n.304 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Profondamente toccante 5*

Angela Concu 20/06/2016 - 00:18

--------------------------------------

BE MOLTO TRAGICA TOCCANTE, MAGISTRALMENTE COMPLETA 5*

POETA DELL'AMORE LUPO DELL'AMI 19/06/2016 - 19:20

--------------------------------------

Un sentito et accorto poetar...
Per alcuni la poesia non trasmette dal cuore solo allegria... ma atroce sofferenza per far capire le stranezze del mondo.
*****

Rocco Michele LETTINI 19/06/2016 - 15:40

--------------------------------------

Non hai descritto soltanto l'odore ma anche la rabbia e la pazzia di questo universo di derelitti abbandonati.
Un teme sociale di dolorosa attualità da denunciare sempre, soprattutto da chi ha armi non offensive. Ciao

salvo bonafè 19/06/2016 - 12:19

--------------------------------------

Antonio....la poesia è l'umanità la più negletta, sei un poeta che prova a descriverla nella sua drammaticità. La tua non è peoccupazione di non sbagliare il verso, ma solo paura di non far arrivare il messaggio che tutto può essere poesia.
Secondo me ci sei riuscito bella poesia Ciao

mirella narducci 19/06/2016 - 11:40

--------------------------------------

La poesia più vera forse è questa, quella che nessuno o quasi vuole vedere, perché scomoda e sofferente...vive ai margini del mondo...e noi qui ci preoccupiamo di poco!
Toccante sincera e molto bella!
Ciao complimenti

margherita pisano 19/06/2016 - 11:29

--------------------------------------

Si, la poesia non è solo dolcezza e romanticismo, a volte è decadenza, sofferenza...mi piace molto questa tua...

Sabry L. 19/06/2016 - 10:11

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?