Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Eternamente Tu...
Uomo (vita)...
QUELLA FINESTRA APER...
ERA BIZZARRA...
Messaggio di Natale...
In questa mia sera...
CONFUSO...
Inverno...
e guardo i papaveri...
IL GIARDINO DELLE PA...
Fantasia furfante....
IL FANTASMA DELLA BI...
Forse un giorno...(m...
Mi piace guardare l'...
Troppi sentimenti fa...
dio esiste perchè ha...
Piccolo uomo...
Trepidi richiami...
Nuovo Evento...
NATALE 2...
Un ponte...
Abbiamo la coscienza...
HAIKU' ***...
Decoupage...
Connessione....
Nella sua meraviglia...
La nostra stella......
HAIKU N.9...
Sogno...
QUESTO NATALE GALOPP...
SOFFIO DI VITA...
Sussurro della vita...
Domani ancora noi...
Riflessioni...
Donna avvolta...
LA VITA...
LA NOIA SI VE...
Frenesie...
Fai presto a dire an...
Dovrei...
Natale all'improvvis...
Il futuro...
La vita ( Il respiro...
Rumore...
Senza possibilità di...
La sedia...
Lontano da qui...
Adesso......
Sul Tuo viso...
MARTA...
La vita e il mare...
I silenzi della nott...
Un giorno una person...
SOLO PER UN ATTIMO...
Natale...
Sole d'inverno...
Volo di uccelli...
All'ombra...
Finalmente...
Amare....
SE SOLO AVESSE UN CU...
Bella dentro...
gelida pioggia...
Persa...
A te che vaghi nell'...
bagnati di lillà...
COS' E' LA VIT...
Il pesciolino e il p...
La vita è negli occh...
Segnali...
Esordire....
Instabilità...
Haiku- l'angoscia so...
LA FEDE...
Prospettiva di un'Es...
Consapevolezza...
Sento il bisogno di ...
Prima di amare...
Un incontro per la v...
Fase di rotazione...
È Natale...
La poesia...
Il Natale che non c’...
Vita...
Vorrei amarti.......
A TE...
Il Paradiso terrestr...
HAIKU N.8...
Ricordo 'a notte...
...scappa fanciulla,...
Dicembre...
La bellezza dei prep...
Ninfea...
CASTELLI DI SAB...
Ma non ne abbiamo ab...
Stella Cadente...
SI L'AMMORE...
Il padre che sta dom...
La piovra...
Anche questa è vita!...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Incantesimo

Ho sortilegi di sangue
iscritti nelle arterie.
li recito le notti,
ci squarcio silenzi di luna.
Il mio cuore ormai
non è di carne nè tessuti
ma di carta lacerata e pagine.
E' un tomo ancestrale,
inzuppato nelle
Salive, di qualche volto
e tante lacrime.
Sfogliarlo è dissossare
quel che mi rimane in petto
che è guasto
ed è straziato.


Nella dimenticanza
solenne delle ore
senza sole,
mi alzo dal mio letto,
ho addosso solo
stracci di cotone,
e comincio
ad evocarti,
evocarti piano,
quasi
a sussurrare il tuo nome,
come se le fronde nodose
appena fuori dal vetro
mi stessero a sentire,
inizio
a ricostruire una sagoma tua,
a modellare quel che ricordo di te,
a fare il nome tuo a quel pallore chiaro laggiù
sperando che annuisca
o che riveli nel suo riflesso su questa pozza di pioggia
invece che i suoi mari, il tuo volto.
Mi perdo appena nell'incanto,
e se la voce è piatta, e se il tono è labile,
l'intensità dell'anima mia che vibra
mentre resuscito formule,
è tanta da scuotere le basi della terra
e da farmi perdere me stesso
nella nota di un incantesimo,
di un incantesimo volto a te.



Share |


Poesia scritta il 28/07/2016 - 14:47
Da Matih Bobek
Letta n.419 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Vibrante ed intensa, bellissima ode. Ciaooo

Fabio Garbellini 29/07/2016 - 06:06

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?