Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Infinito...
Dirti ciao...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Quiescente......
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
PER FAVORE,POETI...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...
Una Corsa Speciale...
Lo scorrere dell\'ac...
Dove sei?...
L'addio...
Chiudi gli occhi, fi...
Haiku Nel cielo...
Una amicizia special...
L ' ultima Thule...
Al rincasar degli sb...
Gli anni vanno via e...
POETARE...
In riva al mare...
NON FRIGNARE PIÙ...
Ho bisogno di te...
IL QUINTO ANNIVERSAR...
Nello spazio senza g...
Io e l’estate....
Giovani...
Come rugiada...
Senso di colpa...
quando il tutto sara...
Tu mi colori la vita...
HO CONOSCIUTO L'AMOR...
L'inverno nel cuore...
L'AMORE...
Sul Meeting di Rimin...
NAVIGO DENTRO UNA ...
A RISCHIO DI COTTURA...
Fiordifragola...
L’Abete...
Uno scorcio di io(C)...
Ho cercato di amarti...
Non andar via...
Le esistenze non son...
L' AMORE SUL WE...
Un ombrellone...
Amore virtuale...
NUMMERI di Enio 2...
Sullo scoglio...
Er chiodo fisso...
Zacchete !...
Vivimi...
UN FIORE NEL CIELO...
AGOSTO...
Il Volo...
Punti di vista...
21 aprile...
I tuoi momenti...
Bugie allo specchio....
I figli piccoli sner...
In un giardino...
Il profumo della pio...
Come un \'albero...
PICCOLO AMORE...
Son fermo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Incantesimo

Ho sortilegi di sangue
iscritti nelle arterie.
li recito le notti,
ci squarcio silenzi di luna.
Il mio cuore ormai
non è di carne nè tessuti
ma di carta lacerata e pagine.
E' un tomo ancestrale,
inzuppato nelle
Salive, di qualche volto
e tante lacrime.
Sfogliarlo è dissossare
quel che mi rimane in petto
che è guasto
ed è straziato.


Nella dimenticanza
solenne delle ore
senza sole,
mi alzo dal mio letto,
ho addosso solo
stracci di cotone,
e comincio
ad evocarti,
evocarti piano,
quasi
a sussurrare il tuo nome,
come se le fronde nodose
appena fuori dal vetro
mi stessero a sentire,
inizio
a ricostruire una sagoma tua,
a modellare quel che ricordo di te,
a fare il nome tuo a quel pallore chiaro laggiù
sperando che annuisca
o che riveli nel suo riflesso su questa pozza di pioggia
invece che i suoi mari, il tuo volto.
Mi perdo appena nell'incanto,
e se la voce è piatta, e se il tono è labile,
l'intensità dell'anima mia che vibra
mentre resuscito formule,
è tanta da scuotere le basi della terra
e da farmi perdere me stesso
nella nota di un incantesimo,
di un incantesimo volto a te.



Share |


Poesia scritta il 28/07/2016 - 14:47
Da Matih Bobek
Letta n.379 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Vibrante ed intensa, bellissima ode. Ciaooo

Fabio Garbellini 29/07/2016 - 06:06

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?