Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il tempo...
HAIKU N.18...
La vita in un attimo...
LEGAMI...
La domenica...
IL SOGNO DI DOM...
Lettera dal carcere...
Parvenze teatrali...
CATERINA...
Il ciottolo e la nuv...
Il figlio del male...
Dentro...
addio veramente a...
Il bacio del mattino...
A MALI ESTREMI...
ISTANTI...
Macedonia Onirica...
L'UMANO...
Ricordando te...
Vivi e comportati co...
SONO STELLA...
Marea...
È felicità...
Illusione...
NON RUBARE I MIEI CO...
Tu sei la mia luce...
La felicità esiste d...
GIOVANNA O GIULIANA ...
Illusioni e sentimen...
Così felici...
Lacrima...
Il Niente...
Alla foce d'un rivol...
Ali...
Quando al fulmine no...
RIFLESSIONE CON LA R...
'... un pò di follia...
Ti Donerò Dei Fiori....
L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...
Buco nero...
è passato tanto temp...
Colpa del sale...
LA FELICITÀ ...SAI...
BIANCO...
La maledizione dell’...
L'ULTIMO DONO...
Cechin...
IL CANCRO È UN CLAND...
Antoine e il Piccolo...
Ragazza col turbante...
Mille...
Il buon pirata...
Il Ritratto Di Doria...
HAIKU DEDICATO...
SUDORI ROVENTI...
IL PRESAGIO...
La mia storia- DICEM...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\\\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Rima

Sposami,
femmina d’ebano con intarsi d’oro.
Lascia il tuo mantello di solitudine
in mani altrui
mentre volgi lo sguardo
verso di me, che mi attardo.


Cammina sui cocci di vetro turchino
a piedi nudi.
Non sarà il dolore a farti freno,
per te basterà il mio
che, da molto, è il mio dio.

Seguimi,
da mille secoli aspetto senza riposo
che tu raggiunga la vetta
di questa montagna infinita,
la nostra semplice vita.


Potrai cercare le mie
gocce di sangue,
illuse lacrime, mani riverse,
ormai disperse.


Accoglimi,
senza di te, ormai, morirò
ma non per amore
o per orgoglio
ma solo perché tutto non è
più come prima
senza la rima,
una piccola rima.



Share |


Poesia scritta il 17/11/2016 - 12:24
Da Valerio Poggi
Letta n.450 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


bellissima

laisa azzurra 18/11/2016 - 12:34

--------------------------------------

Bella questa rima d'amore!

margherita pisano 17/11/2016 - 22:04

--------------------------------------

Bella poesia

Mirko Faes 17/11/2016 - 20:45

--------------------------------------

***** che bella "rima"!

Marilla Tramonto 17/11/2016 - 20:41

--------------------------------------

Direi che la rima non ti manca ed esprimi l'amore mirabilmente

Flavia Spadiliero 17/11/2016 - 18:53

--------------------------------------

Un amare, a cuore aperto, mirabilmente firmato.
Un fascino sentimentale... indiscutibile... che sgorga poesia... limpida.
Lieto meriggio, Valerio.
*****

Rocco Michele LETTINI 17/11/2016 - 16:07

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?