Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Non smetteranno mai...
L 'inganno della mor...
Ti sei presentato...
UN'EMOZIONE CHIAMATA...
Dimentica...
Impalcato sul Polcev...
Non oggi...
Pistoia 1970...
Amore di luglio....
Erano perle...
Chat Intrigante...
L\'incanto del glici...
Scrittura, cinema, f...
UN GOCCIO D'ESTATE...
Paura degli spettri...
Fiamme all'orizzonte...
ANGELO MIO...
amare...
Come i temporali coi...
Com'è pesante questo...
Se ancora potrò sopr...
Ti appartengo...
Girasole...
Caffè...
Il Nascer di un gior...
Primavera...
Pioggia d’agosto...
La vita è bella L...
Ponte...
Se scrivi i codici d...
DOV'ERI?...
I MIEI ARTI...
Ohibo`!...
IO E TE...
La disillusione è co...
UN SALTO NEL ...
e quell\'uomo lonta...
L'hai mai visto il m...
Solitudine...
Un ponte per la vita...
In me...
Resto a guardare...
Pensieri...
Sere d'estate...
QUEL FILO SOTTILE DE...
Per Eraclito gli opp...
Funerale di Stato...
In omaggio alle vitt...
Tratto Dionisiaco...
Mi sei entrato sotto...
Scriverei il mio dia...
Madre terra...
MORIRE AD AGOSTO...
Quell'arancia...
Giardini giapponesi...
MASTURBAZIONE MENTAL...
Catena senza chiave...
La festa...
AMICI VERI...
il prodigio...
TEMA: UN AMORE SUL W...
Una carezza al cuore...
La più grande ricche...
Un amore virtuale di...
Prendimi l'anima...
ACCADE...
I Poeti non guardano...
Molte persone posseg...
I peggior cattivi so...
SEMPRE MIA...
Alba...
Canzone maldestra...
La Dea che canta...
chiedetelo a Siri...
Il Pirata...
Davanti al mare......
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Mi pesa il cuore - parte seconda -

Forse te ne accorgi anche tu:
non so affidarti un corpo di parole,
perché so che vestito
delle mie percezioni
assumeresti le stesse forme
che io e io solo ho scelto per te.
Potrei scorrere sui contorni
della sagoma che io
e sempre io ho dipinto di te,
che in fondo corrisponde
a ciò che ho voluto vedere
e non a chi sei veramente.
Non so nemmeno farti realtà,
realtà d'aria, realtà sonora,
perché allora saresti
ad un passo appena
dall'essere tangibile,
una scultura di nubi,
vagabonde nella radure
dei miei istinti seviziati.
Questo ore sono buie,
dei tuoi occhi scintillanti
ne percepisco che un algido
fulgore, come una saetta
nel mezzo del petto,
e niente più
che rischiari l'orizzonte
iniettato di seppia.
Mi traghetti
nel porto in rovina
della tua vita in tempesta,
e lo vedo, e lo so,
ma sono folle
o forse solo disperato
ad abbracciarti da maledetto.
Mi conduci
nelle linee sfocate
dei tuoi mutamenti,
ai quali ho agganciato
le curve dei miei umori,
come fossero un corpo appeso
alla trave precaria di un soffitto,
e devo essere pazzo
o magari solo incosciente
per farti conducente delle mie decisioni.
O forse è che solo
mi pesa il cuore
a stare in piedi da solo:
le gambe dolgono,
e sono come un vaso
in cui sono confluite
le pulsazioni ,tutte,
che ho collezionato negli anni.
Raccoglimi allora,
raccoglile queste eccedenze,
raccoglilo questo straccio
di muscolo,
condividiamolo,
consumiamolo in due
il cuore mio
e il cuore tuo.


Share |


Poesia scritta il 10/01/2017 - 22:47
Da Matih Bobek
Letta n.118 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?