Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...
Buco nero...
è passato tanto temp...
Colpa del sale...
LA FELICITÀ ...SAI...
Il duetto dei fiori...
BIANCO...
La maledizione dell’...
L'ULTIMO DONO...
Cechin...
IL CANCRO È UN CLAND...
Antoine e il Piccolo...
Ragazza col turbante...
Mille...
Il buon pirata...
Il Ritratto Di Doria...
HAIKU DEDICATO...
SUDORI ROVENTI...
IL PRESAGIO...
La mia storia- DICEM...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...
HAIKU N.16...
La Sera...
Impermeabile...
Fabrizio De Andrè...
DOV' E' LA FEL...
OGNI VOLTA...
sedotto ed increspat...
La scintilla e la ce...
Guarda lontano...
IL ROSPO...
SUBLIME...
Liscio Gassato e Fer...
Mi perdoni Padre per...
Quando ti accorgi ch...
Un Pesce...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Sogno

Quando il pallore della notte
allunga le sue dita di ghiaccio,
e la carezza,
glaciale,
sofferma il suo gesto sulle sinuose forme,
inerme,
ti rannicchi, come piccolo seme
in attesa della bella stagione.
Un brivido infine ti scuote,
la diafana notte
dischiude l’abbraccio,
sussurra parole segrete,
e dal suo cielo ritorna a guardare


Share |


Poesia scritta il 14/01/2017 - 20:16
Da Marina Lolli
Letta n.299 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Martina.D grazie per il tuo commento che fornisce una lettura personale della poesia (cosi come è giusto che sia) , il mio intento nello scriverla era quello di raccontare l intima solitudine alla quale noi tutti ci affidiamo durante il sonno notturno.La notte come entità ,uno spirito extraterreno che ci fa visita e ci parla quando noi siamo addormentatie indifesi.La notte ci parla ci accarezza e noi percepiamo solo un brivido eci rannicchiamo come un piccolo seme sotto la neve fino al risveglio

Marina Lolli 20/01/2017 - 17:09

--------------------------------------

Quando si soffre il gelo cade su di noi e allora abbiamo bisogno di sentirci protetti. In un letto magari soli ritroviamo il calore e la sicurezza che avevamo nel ventre materno così ci mettiamo in posizione fetale aspettando di sentirne il calore e tutta la protezione di cui ogni essere umano ha bisogno.
Buona giornata Marina

Martina D. 15/01/2017 - 10:44

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?