Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Infinito...
Dirti ciao...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Quiescente......
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
PER FAVORE,POETI...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...
Una Corsa Speciale...
Lo scorrere dell\'ac...
Dove sei?...
L'addio...
Chiudi gli occhi, fi...
Haiku Nel cielo...
Una amicizia special...
L ' ultima Thule...
Al rincasar degli sb...
Gli anni vanno via e...
POETARE...
In riva al mare...
NON FRIGNARE PIÙ...
Ho bisogno di te...
IL QUINTO ANNIVERSAR...
Nello spazio senza g...
Io e l’estate....
Giovani...
Come rugiada...
Senso di colpa...
quando il tutto sara...
Tu mi colori la vita...
HO CONOSCIUTO L'AMOR...
L'inverno nel cuore...
L'AMORE...
Sul Meeting di Rimin...
NAVIGO DENTRO UNA ...
A RISCHIO DI COTTURA...
Fiordifragola...
L’Abete...
Uno scorcio di io(C)...
Ho cercato di amarti...
Non andar via...
Le esistenze non son...
L' AMORE SUL WE...
Un ombrellone...
Amore virtuale...
NUMMERI di Enio 2...
Sullo scoglio...
Er chiodo fisso...
Zacchete !...
Vivimi...
UN FIORE NEL CIELO...
AGOSTO...
Il Volo...
Punti di vista...
21 aprile...
I tuoi momenti...
Bugie allo specchio....
I figli piccoli sner...
In un giardino...
Il profumo della pio...
Come un \'albero...
PICCOLO AMORE...
Son fermo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La fiera

Dalla finestra della camera dei miei
appena socchiusa,
vedevo il fiume di persone
che visitavano la fiera
del mio paese,
la mattina
del primo maggio 2002.


Vivevo il tragico contrasto
tra il respiro discontinuo
della mamma morente
e la rumorosa eccitazione di bimbi
e famiglie nel giorno di festa.


“Mi voglio rovinare” guaiva
il vecchio imbonitore,
mentre un capannello di donne
pulsava
intorno alla dimostrazione
del Folletto.


Valerio, Valerio, se qui?
Si’ mamma, dove vuoi che vada.
Vai in fiera con Francesco e Michela
io sto bene, non ti preoccupare.


Io sto bene.
Sapevo che a parlare
era la morfina,
e un’altra siringa era pronta
sul comodino.
(...gliene lascio tre fiale,
non potrei farlo,
ma so che non le userà
in modo sbagliato... ).

Valerio ho tanto dolore,
aiutami, ti prego.
Certo mamma.
E iniettai le fiale, una dopo l’altra,
nell’infusore centrale.


Mamma, non posso
lasciarti soffrire così.
So di aver fatto la cosa giusta e tu,
con un mezzo sorriso
sei scesa in strada e ti sei persa,
per sempre
tra i banchetti colorati
di rosa e di viola.



Share |


Poesia scritta il 26/05/2017 - 17:20
Da Valerio Poggi
Letta n.311 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


mi identifico in questa poesia, mi fa rivivere quei tragici momenti vissuti molti anni fa*****+*****

enio2 orsuni 27/05/2017 - 12:13

--------------------------------------

Molto intensa.. una poesia che arriva al cuore.

Francesco Gentile 27/05/2017 - 10:54

--------------------------------------

Mentre la vita esala l'ultimo sospiro, la fiera continua incurante del dolore altrui, intensa e significativa

genoveffa frau 27/05/2017 - 08:40

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?