Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Abbiamo la coscienza...
HAIKU' ***...
Decoupage...
Connessione....
Nella sua meraviglia...
La nostra stella......
HAIKU N.9...
Sogno...
QUESTO NATALE GALOPP...
SOFFIO DI VITA...
Sussurro della vita...
Domani ancora noi...
Riflessioni...
Donna avvolta...
LA VITA...
LA NOIA SI VE...
Frenesie...
Fai presto a dire an...
Dovrei...
Natale all'improvvis...
Il futuro...
La vita ( Il respiro...
Rumore...
Senza possibilità di...
La sedia...
Lontano da qui...
Adesso......
Sul Tuo viso...
MARTA...
La vita e il mare...
I silenzi della nott...
Un giorno una person...
SOLO PER UN ATTIMO...
Natale...
Sole d'inverno...
Volo di uccelli...
All'ombra...
Finalmente...
Amare....
SE SOLO AVESSE UN CU...
Bella dentro...
gelida pioggia...
Persa...
A te che vaghi nell'...
bagnati di lillà...
COS' E' LA VIT...
Il pesciolino e il p...
La vita è negli occh...
Segnali...
Esordire....
Instabilità...
Haiku- l'angoscia so...
LA FEDE...
Prospettiva di un'Es...
Consapevolezza...
Sento il bisogno di ...
Prima di amare...
Un incontro per la v...
Fase di rotazione...
È Natale...
La poesia...
Il Natale che non c’...
Vita...
Vorrei amarti.......
Il Paradiso terrestr...
HAIKU N.8...
Ricordo 'a notte...
...scappa fanciulla,...
Dicembre...
La bellezza dei prep...
Ninfea...
CASTELLI DI SAB...
Ma non ne abbiamo ab...
Stella Cadente...
SI L'AMMORE...
Il padre che sta dom...
La piovra...
Anche questa è vita!...
Canto libero...
SOGNI...
Ombre e precipizi...
matto...
Bigliettini...
Il cassetto terzo a ...
QUELLA TUA FOTO...
Vent'anni senza di t...
Per capire chi ti vu...
Ombra...
Un mondo migliore...
Di passaggio...
Dal mio balcone...
Vorrei poter ricorda...
DA SOLI NON SI...
DICEMBRE(acrostico)...
TU LUNA...
Un raggio di luna...
Mendico...
Ritratto...
La bellezza della vi...
Languidamente...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La fiera

Dalla finestra della camera dei miei
appena socchiusa,
vedevo il fiume di persone
che visitavano la fiera
del mio paese,
la mattina
del primo maggio 2002.


Vivevo il tragico contrasto
tra il respiro discontinuo
della mamma morente
e la rumorosa eccitazione di bimbi
e famiglie nel giorno di festa.


“Mi voglio rovinare” guaiva
il vecchio imbonitore,
mentre un capannello di donne
pulsava
intorno alla dimostrazione
del Folletto.


Valerio, Valerio, se qui?
Si’ mamma, dove vuoi che vada.
Vai in fiera con Francesco e Michela
io sto bene, non ti preoccupare.


Io sto bene.
Sapevo che a parlare
era la morfina,
e un’altra siringa era pronta
sul comodino.
(...gliene lascio tre fiale,
non potrei farlo,
ma so che non le userà
in modo sbagliato... ).

Valerio ho tanto dolore,
aiutami, ti prego.
Certo mamma.
E iniettai le fiale, una dopo l’altra,
nell’infusore centrale.


Mamma, non posso
lasciarti soffrire così.
So di aver fatto la cosa giusta e tu,
con un mezzo sorriso
sei scesa in strada e ti sei persa,
per sempre
tra i banchetti colorati
di rosa e di viola.



Share |


Poesia scritta il 26/05/2017 - 17:20
Da Valerio Poggi
Letta n.345 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


mi identifico in questa poesia, mi fa rivivere quei tragici momenti vissuti molti anni fa*****+*****

enio2 orsuni 27/05/2017 - 12:13

--------------------------------------

Molto intensa.. una poesia che arriva al cuore.

Francesco Gentile 27/05/2017 - 10:54

--------------------------------------

Mentre la vita esala l'ultimo sospiro, la fiera continua incurante del dolore altrui, intensa e significativa

genoveffa frau 27/05/2017 - 08:40

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?