Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mare nero...
...negli aranci dei ...
MUORI...
Io sono...
OGGI...
Il buon pirata ...
il sistema e la norm...
Genesi...
A Leopardi ( Parte 1...
giocosi attimi...
Notte sui Lungarni...
HAIKU N.20...
La giostra Felicità...
Salpare verso le ste...
È tardi...
Felicità...
Tovaglioli...
L'ornitolo...
UNA VOLTA E' S...
La maledizione dell’...
Di bianchi...
ACCOMPAGNAMI ALLA VI...
Sole di nebbia...
'O Puvuriello - Il p...
Invidia...
In pace con se stess...
Analisi del mio scet...
Volare...o forse no!...
Chi sei......
Canto di lei che ven...
La lucciola...
La mia storia- OTTOB...
Le Odle...
ODE AL MIO SORRISO...
Loro non c'entrano...
Il sole è amore...
SOLCHI PROFONDI SULL...
Vacanze virtuali...
A mia moglie...
Una storia d'amore...
Aspettando l'amore...
Sogni e Incubi...
Ci siete...
Il tempo...
HAIKU N.18...
La vita in un attimo...
LEGAMI...
La domenica...
IL SOGNO DI DOM...
Lettera dal carcere...
Parvenze teatrali...
CATERINA...
Il ciottolo e la nuv...
Il figlio del male...
Dentro...
addio veramente a...
Il bacio del mattino...
A MALI ESTREMI...
ISTANTI...
Macedonia Onirica...
L'UMANO...
Ricordando te...
Vivi e comportati co...
SONO STELLA...
Marea...
È felicità...
Illusione...
NON RUBARE I MIEI CO...
Tu sei la mia luce...
La felicità esiste d...
GIOVANNA O GIULIANA ...
Illusioni e sentimen...
Così felici...
Lacrima...
Il Niente...
Alla foce d'un rivol...
Ali...
Quando al fulmine no...
RIFLESSIONE CON LA R...
'... un pò di follia...
Ti Donerò Dei Fiori....
L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...
Buco nero...
è passato tanto temp...
Colpa del sale...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



LA STANZA DI LETTURA

Fuori dalla finestra
rumori assordanti,ruggenti
come belve inferocite
giungono gli echi
d’una città nel caos.
Con passi frettolosi
avanzo verso lo stretto
corridoio in parquèt
l’odore e il caldo legno
già mi rassicurano
lascio l’area soggiorno
ed entro nel cuore della casa.
Le pareti alte mi proteggono
sono nel mio nido preferito
dove racchiuso e custodito
sta tutto il mio mondo
il mio essere,il mio vivere.
Non c’è frastuono
come nella segreta d’un maniero
solo odore di vecchi libri
e il gusto retrò legato
alla cartoleria dell’infanzia.
La biblioteca, con le pareti
tappezzate di libri è il mio Eden
incorruttibile, inconseguibile
riservato, dove amo raccogliere
il mio spirito, che nel silenzio
si ciba del sapere.
In ogni tempo sempre
rimarrà il luogo a me più caro.


Mirella Narducci



Share |


Poesia scritta il 03/06/2017 - 16:11
Da mirella narducci
Letta n.491 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


TUTTO IL TUO CUORE IN UN ESPLICITO E SENTITO VERSEGGIO.
LIETA SETTIMANA.
*****

Rocco Michele LETTINI 05/06/2017 - 09:46

--------------------------------------

CHI APRE UN LIBRO,lascia come segnalibro il proprio cuore. Un grazie sentito a tutti per i vostri splendidi commenti.

mirella narducci 04/06/2017 - 15:51

--------------------------------------

Ognuno si crea un posto in cui raccogliere i propri pensieri, estraniandosi dal mondo. Il tuo è un bel posto, che senz'altro ti ha protetta nei momenti di incertezza e che ancora ricerchi per far parlare il tuo cuore e la tua anima.

Teresa Peluso 04/06/2017 - 12:47

--------------------------------------

Ciao Mirella. Riguardo alla mia poesia "Più sorprendente della gentilezza" dimmi che sono sporco è legato al verso precedente dove la persona amata gli sta vicino noncurante. Sono forse sporco? è il motivo di questa indifferenza. Giulio Soro

Giulio Soro 04/06/2017 - 11:54

--------------------------------------

Scusate gli errori ma uso esclusivamente lo smartphone e muovermi nel sito è piuttosto macchinoso.
Mi piacerebbe molto interagire con tutti.
Questo è il luogo in cui noi appassionati possiamo sentirci capiti e motivati
e mai derisi.
Siamo davvero tanti ed è bello notarlo.
Il nostro "DNA" ci accomuna tutti ed è un po' come essere parenti...

Gianluca Cenci 04/06/2017 - 10:58

--------------------------------------

piaciuta,ciao

sauveur antibes 04/06/2017 - 10:57

--------------------------------------

Capisco benissimo cosa intendi
e quelli che hai scritto lo
lo rappresenta perfettamente.
Hai scritto di quello che, per tutti noi su questo sito, rappresenta il vero "posto sicuro".
Mi è piaciuto leggerti, mi ha fatto sentire bene.

Gianluca Cenci 04/06/2017 - 10:50

--------------------------------------

Dentro quella stanza e come entrare dentro la tua anima...a tu per tu con te stessa...come ti capisco Mirella, i libri sono un tesoro da custodire e da amare come amiamo noi stesse...la vera essenza del sapere! Bellissima! Un abbraccio forte quello che forse non ti mai dato, anche se virtuale è con il cuore

margherita pisano 03/06/2017 - 23:05

--------------------------------------

Da stanze come questa io mi lascio
rapire...pensa io in casa ho libri da per tutto non mi basta una sola stanza.

Ciao Mirella cara se posso mi metto in un angolino della tua stanza e incomincio a scegliere un po'
di letture, promesso sarò ordinata
lascio ogni cosa a suo posto


Come sempre sai donare la dolcezza
del tuo cuore con belle e delicate
parole.


Ti abbraccio forte
a te una serenissima notte.


Maria Cimino 03/06/2017 - 22:51

--------------------------------------

Molto bella e condivisa. Anch'io ho una stanza-biblioteca in casa che è il mio luogo preferito dove mi rilasso leggendo e scrivendo, è sempre stato così per me anche da bambina. La casa protegge accogliendo la nostra anima ed i nostri pensieri
Buona notte cara Mirella
Nicol

Nicol Marcier 03/06/2017 - 22:21

--------------------------------------

Bello avere un posto proprio dove condividere il proprio tempo con i libri, compagni inseparabili di una vita. Molto apprezzata. Giulio Soro

Giulio Soro 03/06/2017 - 20:19

--------------------------------------

In quella casa ovattata ove ci si può isolare dal caotico mondo intriso di frastuoni illogici e sgradevoli, c'è la stanza del sapere la scaturigine del nettare della mente ove andare a dissetare la voglia di conoscenza proiettando l'essere nell'olimpo degli dei ove dimorano la saggezza e la scoperta, mondi preclusi all'ignoranza. Poe molto piaciuta ed apprezzata, ciao

Francesco Scolaro 03/06/2017 - 19:55

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?