Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

la Storia...
L’ESILIO DEL SALUTO...
l'amore...
PASSI...
Scrivi il romanzo ch...
Regali...
Un punto nel Sole...
C'è ancora tempo...
TI SENTO...
Cadute libere...
Haiku 2...
Romantica...
IL SUONO CHE ASPETTA...
Lo stegosauro...
NEL PROFONDO C' E...
Fiori di campo...
Sorella mia...
I sogni...
CONTRO LE REGOLE- Pr...
M'aggio 'a fa' ricov...
- Haiku - L'arcobale...
E CHE GRANDE SIA...
Una storia di paese...
Ieri ho sognato......
Certo che la sera qu...
visione...
Se tu sei qui...
Anime...
un equivoco?...
Ma...siamo sicuri?...
Chioggia...
FIGLIO...
La panchina dei miei...
Omologazione....
Componiti...
Marco 14:30...
RIFLESSI DI LAGO...
La felicità non può ...
IL PENDOLO...
LA DIGNITÀ SI DISTIN...
Effimera gioia...
Carlo Verdone...
Nessuno mi toglierà ...
E se per un momento ...
Preghiera a Santa Ma...
UNA SERA DI OTTOBRE...
EMOZIONI...
Canal Grande...
LO STUPIDO...
L'ORA DELL'AMORE...
FERVORE LATENTE...
Biondo Corsaro...
Cielo senza stelle...
Architetto...
E' inutile chiedere ...
Stò come una piuma a...
LA GAZZA LADRA IN CU...
La sensibilità è una...
Volerò...
lei scoprì le spalle...
La maschera di Hallo...
16 Ottobre 1943...
Di notte...
L'inciso e i lillà...
Natale a Auschwitz...
Il sole è un grande ...
Dici…...
TEMPO...
I SOGNI CHE NON HO F...
Passa il tempo...
SILENZIO...
Vuoto esistenziale...
Il “ primo amore “...
TrAsPaReNzE...
Verso la nuova luce...
Giochi tecnologici...
IL VERO AMORE CRESCE...
Lo sportello dell'in...
Voglio sentire...
BRICIOLA...
IL RUMORE DEL ...
DONNA...
I ricordi fioriscono...
Questa gioia nuova...
Chiarezza...
Intrighi...
L'eco del passato...
Scie tra questi fogl...
LA TRISTEZZA HA I TU...
Il mare in autunno...
Notturno Toscana...
Ho rinchiuso il poet...
SE L'AMORE NON E' UN...
Sovente è al crepusc...
La lampada d'oro...
Albert Einstein....
Quante ombre......
Ti amo...
Addio...
Foglie d’autunno...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Can'e gatto

Can’e gatto


Devo sfatà, ‘na vecchia diceria
che can’e gatto, nun ponno ‘stà_nnzieme.
Adavedé, quanto se vonno bbene
‘ste du’ bestiole, drento casa mia.


Passeggianno assieme, pe’ la via
se scammieno leccate, e cantilene
giocheno, còreno, fanno le scene
s’ariposeno, pòi jaripìa.


Tutt’er giorno a fàsse ‘sta manfrina.
Nun c’è verzo, che stann’allontanati.
Quant’è bello vedè, ‘sta pantomina.


Sol’un momento, stanno litigati,
sinnò po’ diventà carneficina,
can’e gatto… magnèno separati.

Gep© 2017



Share |


Poesia scritta il 13/10/2017 - 00:49
Da Daniele Buratti
Letta n.223 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Molto simpatica,
i nostri amici animali ci stupiscono sempre!

Grazia Giuliani 13/10/2017 - 20:14

--------------------------------------

Bella poesia in dialetto sulla possibilità che cane e gatto possono convivere. In genere succede. Molto piaciuta. Giulio Soro

Giulio Soro 13/10/2017 - 18:23

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?