Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Anime...
un equivoco?...
Ma...siamo sicuri?...
Chioggia...
FIGLIO...
La panchina dei miei...
Omologazione....
Componiti...
Marco 14:30...
RIFLESSI DI LAGO...
La felicità non può ...
IL PENDOLO...
LA DIGNITÀ SI DISTIN...
Effimera gioia...
Carlo Verdone...
Nessuno mi toglierà ...
E se per un momento ...
Preghiera a Santa Ma...
UNA SERA DI OTTOBRE...
EMOZIONI...
Canal Grande...
LO STUPIDO...
L'ORA DELL'AMORE...
FERVORE LATENTE...
Biondo Corsaro...
Cielo senza stelle...
Architetto...
E' inutile chiedere ...
Stò come una piuma a...
LA GAZZA LADRA IN CU...
La sensibilità è una...
Volerò...
lei scoprì le spalle...
La maschera di Hallo...
16 Ottobre 1943...
Di notte...
L'inciso e i lillà...
Natale a Auschwitz...
Il sole è un grande ...
Dici…...
TEMPO...
I SOGNI CHE NON HO F...
Passa il tempo...
SILENZIO...
Vuoto esistenziale...
Il “ primo amore “...
TrAsPaReNzE...
Verso la nuova luce...
Giochi tecnologici...
IL VERO AMORE CRESCE...
Lo sportello dell'in...
Voglio sentire...
BRICIOLA...
IL RUMORE DEL ...
DONNA...
I ricordi fioriscono...
Questa gioia nuova...
Chiarezza...
Intrighi...
L'eco del passato...
Scie tra questi fogl...
LA TRISTEZZA HA I TU...
Il mare in autunno...
Notturno Toscana...
Ho rinchiuso il poet...
SE L'AMORE NON E' UN...
Sovente è al crepusc...
La lampada d'oro...
Albert Einstein....
Quante ombre......
Ti amo...
Addio...
Foglie d’autunno...
Me so montato 'a tes...
L'impalpabile...
Attimo d'amore...
L'albero della vita...
Il Milite ignoto...
PRANZO INDIMENTI...
Amore silenzioso...
Haiku...
Chiedendo alla notte...
Incontrare te, è sta...
La bellezza delle do...
Cara mamma...
L'ETERNA LOTTA DELL'...
CARPE DIEM...
Nel Sole Ho Camminat...
25 miglia nautiche...
se chiudo gli occhi...
Tamara...
L’ESTASI E IL RIFIUT...
LA MIA MENTE NEI RIC...
Per Satana (con disp...
L'intento...
UNA BELLEZZA MATURAT...
Che i ricordi non si...
La ragazza madre...
I sogni non sono mai...
Un sogno vero...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Adele

Adele si sveglia.
È mattina,
sbadiglia,
e mentre cammina per la stanza


i capelli le scivolano sul seno.
E’ nuda ed è giugno.
In piedi, di fianco alla finestra,
mi chiedo se sa che posso vedere.


Guardare Adele che si alza, anno dopo anno,
lassù nel suo palazzo, lei è in cattività.
Il corpo di Adele
è di un bruno dorato.


I suoi capelli scendono giù,
mentre lei li spazzola centinaia di volte.
Per prima cosa si infila le calze,
e poi rintocca la campana della chiesa.


Adele si infila dentro l’uniforme,
la cerniera lungo un fianco.
Guardare Adele che si veste nella sua stanza
è così deprimente, è così crudele.


Guardare Adele che si veste nella sua stanza
è così deprimente, è così vero.
Chissà se lei sa che posso vederla
e rubarle per un attimo la sua magia.



Share |


Poesia scritta il 23/10/2017 - 12:50
Da Giulio Soro
Letta n.276 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


guardone vergogna se mi fai posto vengo a vedere anch'io
con te Giulio si può anche scherzare. nel suo genere è scritta divinamente 5*

enio2 orsuni 25/10/2017 - 12:49

--------------------------------------

Magnifica,complimenti Giulio 5*

Paolo Perrone 23/10/2017 - 21:28

--------------------------------------

Per me nelle tue poesie non c'è mai una soluzione, getti i colori su una tela,componi un quadro e io lo guardo in silenzio, a lungo.
Molto bella

Grazia Giuliani 23/10/2017 - 19:40

--------------------------------------

E' veramente una magia la tua bellissima poesia!
Anche questa è un opera d'arte!

margherita pisano 23/10/2017 - 19:03

--------------------------------------

Un misto di sensualità e di tormento, dolce tormento, mi hanno suscitato questi tuoi versi...
Bella poesia

PAOLA SALZANO 23/10/2017 - 16:26

--------------------------------------

GIULIO ciao guardone!! STO SCHERZANDO...
Belli i tuoi versi mai volgari. Guardare e non toccare è una tortura raffinata...ma può essere anche una magia!! Ciao

mirella narducci 23/10/2017 - 15:31

--------------------------------------

Che stupende immagini hai rivestito questa poesia.

antonio girardi 23/10/2017 - 15:14

--------------------------------------

Scrivi bene Giulio, scrivi bene e riesci altrettanto bene da riuscire a lambire appena i confini del voyeurismo senza mai varcarli. Apprezzo il tuo stile, apprezzo il tuo comporre perché non è mai fine a se stesso. *****

Ken Hutchinson 23/10/2017 - 14:29

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?