Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

CONTRO LE REGOLE-Sec...
Un uccello, un uomo ...
Notte in periferia...
Riflessi d'amore...
Spire...
Amore virtuale...
INVITO ROSSO MARTE...
PROPOSIZIONI...
Haiku #3...
Alexander una storia...
Vecchio borgo...
LETTERA AL FIG...
BAMBOLA DI PEZZA...
Soliloquio...
Quando mi cerco...
Squaw...
Pentirsi...
Che senso ha......
Haiku...
LA POESIA PIŲ BELLA...
Come l'eu de toilett...
AGONIA D'UN AMORE...
IN UNA MATTINA D\'AU...
che cos'č questa sol...
Fantasmi d'Autunno...
Cribbio !...
Contrasto a colori...
Il segreto della fel...
Misica classica...
Amarti...
haiku - in autunno, ...
mestizia di una tavo...
la Storia...
L’ESILIO DEL SALUTO...
l'amore...
PASSI...
Scrivi il romanzo ch...
Regali...
Un punto nel Sole...
C'č ancora tempo...
TI SENTO...
Cadute libere...
Haiku 2...
Romantica...
IL SUONO CHE ASPETTA...
Lo stegosauro...
NEL PROFONDO C' E...
Fiori di campo...
Sorella mia...
I sogni...
CONTRO LE REGOLE- Pr...
M'aggio 'a fa' ricov...
- Haiku - L'arcobale...
E CHE GRANDE SIA...
Una storia di paese...
Ieri ho sognato......
Certo che la sera qu...
visione...
Se tu sei qui...
Anime...
un equivoco?...
Ma...siamo sicuri?...
Chioggia...
La panchina dei miei...
Omologazione....
Componiti...
Marco 14:30...
RIFLESSI DI LAGO...
La felicitā non puō ...
IL PENDOLO...
LA DIGNITĀ SI DISTIN...
Effimera gioia...
Carlo Verdone...
Nessuno mi toglierā ...
E se per un momento ...
Preghiera a Santa Ma...
UNA SERA DI OTTOBRE...
EMOZIONI...
Canal Grande...
LO STUPIDO...
L'ORA DELL'AMORE...
FERVORE LATENTE...
Biondo Corsaro...
Cielo senza stelle...
Architetto...
E' inutile chiedere ...
Stō come una piuma a...
LA GAZZA LADRA IN CU...
La sensibilitā č una...
Volerō...
lei scoprė le spalle...
La maschera di Hallo...
16 Ottobre 1943...
Di notte...
L'inciso e i lillā...
Natale a Auschwitz...
Il sole č un grande ...
Dici…...
TEMPO...
I SOGNI CHE NON HO F...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La casa della gente felice

La casa della gente felice
č una casa distante
dai rumori della strada
coi muri colorati
di discorsi e di parole
coi vetri disegnati
con il cielo, il mare, il sole.


La casa della gente felice
ha un portone sbarrato
e le finestre sempre chiuse
coi fiori del giardino
prima raccolti e poi buttati
con l'aria del mattino
che ti fa gli occhi spaventati.


Amore, amore diverso
chissā se ti ho vinto
o chissā se ti ho perso
amore segreto,
amore pių vero
chissā se la luce
potrā illuminare
questo soffitto nero.


La casa della gente felice
ha le serrande abbassate
e le stanze senza luce
con i letti tutti sfatti
e le coperte tutte rotte
coi morsi sul cuscino
ed i vestiti della notte.


La casa della gente felice
ha le porte pesanti
e le serrature chiuse a chiave
con le voci dei dottori
che tentano di calmarti
col mazzo di quei fiori
davanti ai tuoi occhi spaventati.


Amore, amore distratto
chissā se č guarito
o se č ancora matto
amore finito,
amore ormai stanco
chissā se la luna
potrā illuminare
questo vestito bianco.


Amore, chissā che cosa fai adesso
chissā se mi ami ancora,
io non ho mai smesso
quando sarai guarita
e i tuoi occhi fioriranno
quando sarā finita
questa storia e questo inganno.


Amore, ne č passato di tempo
sono qui da dieci anni,
č tanto che ti aspetto
adesso busso forte
apro la porta e vengo dentro
sarebbe troppo bello
perō č solo un sogno.


Amore, amor che resisti
chissā se sorridi
o se hai gli occhi tristi
amore gelato
e con gli occhi sbarrati
col prete vicino
che ti benedice
nella casa della gente felice.



Share |


Poesia scritta il 20/11/2017 - 18:51
Da Davide Spedaletti
Letta n.214 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?