Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mare nero...
...negli aranci dei ...
MUORI...
Io sono...
OGGI...
Il buon pirata ...
il sistema e la norm...
Genesi...
A Leopardi ( Parte 1...
giocosi attimi...
Notte sui Lungarni...
HAIKU N.20...
La giostra Felicità...
Salpare verso le ste...
È tardi...
Felicità...
Tovaglioli...
L'ornitolo...
UNA VOLTA E' S...
La maledizione dell’...
Di bianchi...
ACCOMPAGNAMI ALLA VI...
Sole di nebbia...
'O Puvuriello - Il p...
Invidia...
In pace con se stess...
Analisi del mio scet...
Volare...o forse no!...
Chi sei......
Canto di lei che ven...
La lucciola...
La mia storia- OTTOB...
Le Odle...
ODE AL MIO SORRISO...
Loro non c'entrano...
Il sole è amore...
SOLCHI PROFONDI SULL...
Vacanze virtuali...
A mia moglie...
Una storia d'amore...
Aspettando l'amore...
Sogni e Incubi...
Ci siete...
Il tempo...
HAIKU N.18...
La vita in un attimo...
LEGAMI...
La domenica...
IL SOGNO DI DOM...
Lettera dal carcere...
Parvenze teatrali...
CATERINA...
Il ciottolo e la nuv...
Il figlio del male...
Dentro...
addio veramente a...
Il bacio del mattino...
A MALI ESTREMI...
ISTANTI...
Macedonia Onirica...
L'UMANO...
Ricordando te...
Vivi e comportati co...
SONO STELLA...
Marea...
È felicità...
Illusione...
NON RUBARE I MIEI CO...
Tu sei la mia luce...
La felicità esiste d...
GIOVANNA O GIULIANA ...
Illusioni e sentimen...
Così felici...
Lacrima...
Il Niente...
Alla foce d'un rivol...
Ali...
Quando al fulmine no...
RIFLESSIONE CON LA R...
'... un pò di follia...
Ti Donerò Dei Fiori....
L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...
Buco nero...
è passato tanto temp...
Colpa del sale...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Luca 24

Salgo i gradini di pietra.
Saluto il ritorno di questo lieto giorno,
mi inoltro nella grande volta ombrosa.
Saluto il mattino di Pentecoste.


La lettura è tratta da Luca 24,
quando Cristo ritorna dai suoi amati.
Guardo gli apostoli di pietra,
penso che per qualcuno è giusto così.


Vorrei anch’io esser fatto di pietra.
Così non dovrei vedere
una bellezza impossibile da definire,
una bellezza impossibile da credere.


Una bellezza impossibile da sopportare.
Il sangue somministrato a piccoli sorsi,
il tuo odore ancora sulle mie mani,
mentre porto la tazza alle labbra.


Nessun Dio su nel cielo.
Nessun demone sotto al mare,
sarebbe riuscito come hai fatto tu, piccola,
a mettermi in ginocchio.


Quando esco mi siedo sui gradini di pietra,
senza niente da fare.
Disperato e spossato, piccola
dalla tua assenza.



Share |


Poesia scritta il 27/12/2017 - 17:34
Da Giulio Soro
Letta n.225 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Bellissima Giulio, intensamente bella... le pietre custodi di antiche dimore, dove l'anima si posa... non solo per riposare, c'è un'energia che scorre. Ciao

Margherita Pisano 28/12/2017 - 15:28

--------------------------------------

Molto Bella Giulio. Complimenti!!

Piccolo Fiore 28/12/2017 - 09:12

--------------------------------------

Mi piace il senso che mi trasmette, e poi.. credo che ci sia molta anima nelle pietre che ci sorreggono..

Francesco Gentile 27/12/2017 - 23:40

--------------------------------------

molto piaciuta Giulio
buona serata

GIANCARLO POETA DELL'AMORE 27/12/2017 - 21:17

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?